Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori sviluppano il modello bioprinted dell'interfaccia di carcinoma spinocellulare cutaneo

Il coperchio per l'emissione 27 di Oncotarget caratterizza “gli esempi bimodali della rappresentazione di controllo e dei tumori trattati (rossi) prima e dopo il periodo del trattamento,„ dorando, et al. e riferito che gli autori hanno sviluppato un modello bioprinted dimensionale dell'interfaccia 3 dei tumori cutanei (cSCC) del carcinoma spinocellulare insieme ad un'analisi di microscopia per verificare gli effetti chemioterapeutici in tessuto.

i biomarcatori Fluorescenza-derivati della rappresentazione hanno indicato che 50% delle cellule tumorali sono stati uccisi nel tessuto dopo 1μM 5-Fluorouracil il trattamento di 48 ore, confrontato ad un riferimento di 12% per i comandi non trattati.

I biomarcatori della rappresentazione egualmente hanno indicato che i keratinocytes normali più di meno sono stati influenzati dal trattamento che il tessuto non trattato, che non ha avuto effetto significativo di uccisione.

I dati hanno indicato che 5-Fluorouracil ha ucciso selettivamente le celle del cSCC più dei keratinocytes.

La piattaforma di analisi del 3DBPS degli autori fornisce della la misura livella cellulare di attuabilità delle cellule e può adattarsi per raggiungere la selezione non distruttiva di alto-capacità di lavorazione nei tessuti bio--da costruzione.

L'incidenza globale di cSCC è 2,2 milione di persone e rappresenta la maggior parte delle ~10.000 morti annuali del cancro di interfaccia del non melanoma negli Stati Uniti.

Dott. Daniel S. Gareau dal laboratorio per dermatologia investigativa alla Rockefeller University, New York

La scoperta della droga affinchè le piccole terapie della molecola tratti localmente ha avanzato/inoperante o il cSCC metastatico ed altri cancri possono essere accelerati facendo uso dei modelli paziente-specifici e fisiologicamente pertinenti favorevoli alla selezione di alto-capacità di lavorazione.

I modelli dovrebbero imitare il microenvironment del tumore, dato la sua influenza sulla progressione del tumore e la metastasi e dovrebbero riprodurre in vivo la segnalazione fisiochimica delle cellule del tumore e le indicazioni meccaniche dalla matrice extracellulare del tessuto circostante.

I modelli animali non possono essere prontamente traducibili a trattamento del cancro umano ed i modelli tridimensionali della cultura del tessuto offrono un'alternativa fattibile per selezione preclinica di piccola terapeutica della molecola.

i modelli 3D facendo uso delle linee cellulari umano-derivate offrono la complessità aumentata e la fedeltà fisiologica rispetto alle monocolture bidimensionali e sono stati diventati per parecchi modelli del cancro, compreso il melanoma, il cancro del pancreas ed il cancro cervicale.

Nel modello di malattia presentato qui, le sferoidi del cSCC A431 sono state introdotte nel tessuto e l'analisi di microarray del cDNA e dell'istopatologia è stata usata per confermare la fedeltà biologica del modello del cancro.

L'obiettivo degli autori era di quantificare l'efficacia terapeutica di un livello del trattamento di cura per un modello del tessuto dell'interfaccia del cSCC che ricapitola il microenvironment in cui questo cancro si sviluppa.

Il gruppo di ricerca di Gareau conclusivo in loro pubblicazione di Oncotarget che il modello descritto fornisce un più alto grado di importanza clinica perché permette alla prova della chemioterapia contro la crescita delle cellule del tumore in un contesto tessuto-specifico, così catturando tutte le interazioni potenziali fra il tumore ed il suo microenvironment.

Prevedono che questo modello potrebbe essere adottato in un modo “del lato del letto„ ed applicarsi alle celle dalle biopsie pazienti del tumore del cSCC.

Source:
Journal reference:

Browning, J.R., et al. (2020) A 3D biofabricated cutaneous squamous cell carcinoma tissue model with multi-channel confocal microscopy imaging biomarkers to quantify antitumor effects of chemotherapeutics in tissue. Oncotarget. doi.org/10.18632/oncotarget.27570.