Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La ricerca fa luce su scossa hyperinflammatory riferita COVID-19 misteriosa in bambini

La pandemia in corso COVID-19 ha costato le centinaia di migliaia di vite umane, oltre a più di 11 milione casi. Causato dal coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, la malattia era inizialmente probabilmente più severa negli anziani e quelle con le condizioni mediche preesistenti. Tuttavia, ha cominciato manifestarsi in bambini dopo che il picco della prima onda.

illustrazione 3D di SARS-CoV-2. Credito di immagine: Orfeo FX/Shutterstock
illustrazione 3D di SARS-CoV-2. Credito di immagine: Orfeo FX/Shutterstock

La maggior parte dei casi nella pandemia si sono presentati fra gli adulti. Infatti, gli scienziati hanno ritenuto che i bambini non ottenessero la malattia o avessero una malattia principalmente asintomatica. Ora, un nuovo studio ha pubblicato sui cluster di rapporti del medRxiv* della pubblicazione preliminare nel luglio 2020 di nuovo stato hyperinflammatory veduto fra i bambini che vivono nelle aree con la malattia epidemica. Gli affari di studio con il trattamento di malattia ed il contributo di immunità alle funzionalità cliniche.

La circostanza si manifesta con febbre, l'eruzione, la congiuntivite., l'eruzione mucocutaneous e le complicazioni cardiache. Inizialmente, cura diagnosticato come malattia di Kawasaki (KD), che è una sindrome acuta della vasculite in bambini piccoli. Più successivamente, è stato notato che queste funzionalità sono state accompagnate da alcuni segni atipici quali scossa, la partecipazione gastrointestinale e le anomalie di coagulazione.

La sindrome corrente in bambini è più comune fra i bambini più anziani neri, mentre KD è trovato in bambini asiatici. Quindi, la circostanza è stata riconosciuta come nuova malattia, chiamata il sistema multiplo sindrome infiammatoria in bambini (DIVERSI), anche chiamati sindrome infiammatoria pediatrica di sistema multiplo (PIMS).

La malattia è trovata nelle regioni dove il virus è abbondante, ma il suo inizio accade settimane dopo il picco dell'epidemia. Sette di dieci pazienti con DIVERSI hanno RT-PCR negativo per il virus, ma gli anticorpi del siero sono presenti contro di. Ciò indica che non è una conseguenza primaria dell'infezione virale ma è secondaria alle anomalie immuni.

Lo studio presente mira a scoprire le risposte immunitarie innate ed adattabili per rivelare le aberrazioni che causano questa sindrome. I ricercatori hanno analizzato le funzionalità del laboratorio e cliniche in otto bambini fra la seconda parte di aprile e la prima parte del maggio 2020. Tutti hanno avuti funzionalità di DIVERSI. Fra coloro che ha rivelato il loro sfondo razziale, la maggioranza era ispana, a circa 70%, o al nero, a circa 30%. La maggior parte erano bambini in buona salute prima dell'inizio della malattia.

I sintomi più iniziali erano febbre, con il vomito, la diarrea ed il dolore addominale. Altri sintomi dalla lista di cui sopra erano presenti in uno o altro dei bambini. Non uno ha avuto infiammazione degli arti, una funzionalità tipica in KD. Tutti hanno avuti alti prodotti di degradazione della fibrina (FDP), particolarmente D-dimero, tempo di protrombina ed altre funzionalità di coagulopathy.

Nessuno di loro hanno avuti una cronologia della tosse o del freddo. Tutti i pazienti hanno mostrato le anomalie della funzione del cuore, con alta troponina ed il peptide natriuretic del cervello (BNP) in sette dei pazienti. Cinque di loro hanno avuti la dilatazione o aneurisma dell'arteria coronaria. Le complicazioni respiratorie gradiscono la malattia reattiva della galleria di ventilazione, versamento pleurico, o la polmonite si è presentata in circa 50% di loro.

Il primo giorno, tutti solo un paziente hanno ricevuto l'immunoglobulina endovenosa IVIG, o il tocilizumab dell'inibitore IL-6. Sull'ammissione, un quarto di loro non ha avuto i tamponi rinofaringei che verificassero il positivo da RT-PCR, ma altri virus. Uno dei pazienti ha avuto una cronologia di COVID-19 nella madre, tre settimane prima dell'ammissione del bambino. Un bambino aveva verificato il positivo a virus quattro settimane fa, sull'ammissione per i sintomi dell'appendicite. Ciò supporta il punto di vista che questo virus può causare DIVERSI dopo una mora delle settimane in bambini.

Prova dell'anticorpo

Il test sierologico fra i bambini ha mostrato l'alta immunoglobulina G (IgG) e le risposte basse dell'immunoglobulina (IgM) m. come previsto in siero convalescente. Tuttavia, egualmente hanno avute i livelli elevati dell'immunoglobulina (IgA) A e più bassi livelli di IgM che trovati tipicamente in siero convalescente, simile al titolo di IgA nell'infezione acuta.

Il punto seguente era di cercare l'attività di neutralizzazione contro l'infezione in tensione SARS-CoV-2, facendo uso di plasma paziente. I ricercatori hanno ottenuto i risultati positivi in tutti i casi, ancora ai livelli comparabili al siero convalescente, indipendentemente da fatto che i bambini hanno verificato il positivo da RT-PCR. Ciò suggerisce che la PCR positiva potrebbe semplicemente essere il segno che l'infezione stava sormontanda. I dati recenti indicano che questa prova può rimanere positiva per fino a tre settimane, ma le particelle contagiose non possono essere recuperate.

La mora dall'infezione al segno o al sintomo VARIO più iniziale è stata risolta per essere di circa cinque settimane.

Corso di malattia e raccolta VARI del campione. (A) Cronologia dell
Corso di malattia e raccolta VARI del campione. (A) Cronologia dell'ammissione, del trattamento, della raccolta del campione e dello scarico. (B) indicatori del laboratorio di infiammazione, coagulopathy e disfunzione cardiaca in risposta al trattamento di TCZ e/o di IVIG. Le linee punteggiate rappresentano i limiti normali.

Ricerca della prova di infiammazione e dell'elevazione di Chemokine

I ricercatori hanno esaminato i profili di citochina, compreso 92 parametri, sia in pazienti che nei comandi come pure dieci donatori adulti in buona salute, o hanno ospedalizzato i bambini con COVID-19 ma senza DIVERSI.

I bambini con DIVERSI hanno avuti alti livelli di molte citochine, qualche superiore a quelle trovate nell'infezione acuta come OPG e IL-10RA. Il quantum di aumento più significativo era per l'interleuchina 6 (IL-6), ma è parzialmente dovuto l'uso di tocilizumab, che impedisce la sua associazione al ricevitore IL-6. I livelli di citochine e di chemokines che reclutano e modulano NK e celle di T dalla circolazione sanguigna era alto, compreso CCL-3 e CCL-4, INFURIANO e CSF-1.

La citochina livella l'immunosoppressione e l'esaurimento anche indicati. PKL1 solubile era molto basso, che suggerisce una risposta ad infiammazione acuta. Le citochine che amplificano l'immunità mucosa erano funzione molto più alta e di stimolazione delle cellule dell'T-assistente e chemiotassi mucosa. I livelli elevati endoteliali vascolari di fattore di crescita A (VEGF-A) hanno suggerito che la funzione vascolare egualmente fosse alterata.

Monociti elevati, celle di T attivate

I bambini hanno avuti basse frequenze dei monociti non classici, delle celle di uccisore (NK) naturali e delle celle di T. La distribuzione delle celle di T e di B fra i loro fenotipi non era commovente. la Antigene-presentazione dell'attività delle cellule è stata aumentata marcato ed il livello di CD64, che è elevato comunemente nelle circostanze autoimmuni e autoinflammatory.

Piuttosto che il tipo 1 dell'interferone, tuttavia, altre vie sembrano essere reclutate, quale STAT3 fosforilato. I ricercatori suppongono che

Arricchimento nella proteina

Sia i autoantigens di IgA che di IgA sono stati trovati nei campioni dei bambini, compreso la anti-LA autoantigenic trovata nella sindrome di Sjogren ed in lupus eritematoso sistemico. Ciò suggerisce che DIVERSI è un tipo di malattia autoimmune, anche se molto pochi degli automatico-antigeni trovati in questa relazione del ribassista di studio alla malattia autoimmune.

I autoantigens sono più abbondanti in quegli organi che sopportano l'urto della malattia. Ciò include quelle trovate nell'intestino, nel tessuto endoteliale e cardiaco. I mediatori delle cellule immuni erano molto alti, in grado di significare che o l'anticorpo deve legare questi peptidi per regolamentare l'attività delle cellule immuni, oppure che questa associazione precipita la formazione di complessi immuni nell'organo commovente.

Tocilizumab e pazienti di guida di IVIG recuperano

La maggior parte dei pazienti hanno ricevuto il tocilizumab e soltanto uno non è riuscito a ricevere IVIG. Gli indicatori infiammatori gradiscono la proteina C-reattiva, la velocità di eritrosedimentazione, IL-6, IL-8, IL1-beta, l'TNF-alfa, la ferritina e gli indicatori di coagulazione alterata come il D-dimero è stato sollevato, come erano indicatori di danno cardiaco come troponina ed il BNP, all'ammissione e tutti hanno mostrato il miglioramento rapido. La durata mediana del ricovero ospedaliero era dei 6 giorni e tutti i bambini hanno recuperato completamente.

Funzionalità di DIVERSI

Tutti i bambini nello studio avevano sviluppato gli anticorpi contro il virus e la commutazione della classe dell'anticorpo era presente. IgM di circolazione era basso, mentre l'efficace attività di neutralizzazione era presente.

I mediatori infiammatori erano abbondanti in plasma, con l'attivazione dei linfociti e celle mieloidi e la loro assunzione ai tessuti periferici. I chemokines mucosi sono stati elevati, indicanti l'infezione dell'intestino. i monociti Non classici migrati alla periferia e là erano parecchi autoanticorpo di IgG e di IgA contro gli antigeni delle cellule mucose, endoteliali ed immuni.

Sia i neutrofili che i monociti indicati hanno migliorato l'espressione di CD54 e di CD64, gli ultimi che sono conosciuti come l'alto-affinità FcγR1. Ciò lega agli autoanticorpo ed ai complessi immuni, causando una risposta e un danno di tessuto infiammatori robusti.

Orientamenti futuri e preoccupazioni

L'età successiva a cui i presente VARI, confrontati a KD classico, potrebbero essere dovuto la sua associazione con un virus novello. I precedenti genetici restano ricercare poiché i nero ed i latino-americani sono sproporzionatamente commoventi. L'impatto futuro degli autoanticorpo suscitato tramite l'infezione egualmente resta vedere, anche se l'episodio corrente è transitorio. Nel frattempo, dice lo studio, “resti VARIO che imbarazza scientifico ma dal punto di vista terapeutico trattabile.„

I ricercatori suggeriscono, “Autoreactivity secondario all'infezione SARS-CoV-2 ed alla risposta immunitaria innata infiammatoria può essere critico alla patogenesi di DIVERSI. Questi [autoanticorpo] possono sorgere da reattività crociata diretta fra SARS-CoV-2 e gli auto-antigeni. Se vero, [questo] comporterà un rischio per le strategie future della vaccinazione.„

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2020, July 07). La ricerca fa luce su scossa hyperinflammatory riferita COVID-19 misteriosa in bambini. News-Medical. Retrieved on September 27, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200707/Research-sheds-light-on-mysterious-COVID-19-related-hyperinflammatory-shock-in-children.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "La ricerca fa luce su scossa hyperinflammatory riferita COVID-19 misteriosa in bambini". News-Medical. 27 September 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200707/Research-sheds-light-on-mysterious-COVID-19-related-hyperinflammatory-shock-in-children.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "La ricerca fa luce su scossa hyperinflammatory riferita COVID-19 misteriosa in bambini". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200707/Research-sheds-light-on-mysterious-COVID-19-related-hyperinflammatory-shock-in-children.aspx. (accessed September 27, 2020).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2020. La ricerca fa luce su scossa hyperinflammatory riferita COVID-19 misteriosa in bambini. News-Medical, viewed 27 September 2020, https://www.news-medical.net/news/20200707/Research-sheds-light-on-mysterious-COVID-19-related-hyperinflammatory-shock-in-children.aspx.