Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La fisiologia del polmone e la funzione immune hanno potuto risparmiare i bambini da COVID-19 severo

Le differenze in fisiologia del polmone e la funzione immune in bambini potrebbero essere perché sono risparmiate più spesso dalla malattia severa connessa con COVID-19 che gli adulti, secondo i medici pediatrici ed adulti al centro di scienza di salubrità dell'università del Texas a Houston (UTHealth) e l'istituto universitario di Baylor di medicina, che ha collaborato per studiare la disparità.

Il documento di prospettive recentemente è stato pubblicato in giornale americano della fisiologia cellulare e molecolare del Fisiologia-Polmone.

Secondo il documento, soltanto circa 1,7% dei primi 149.082 casi negli Stati Uniti aveva infanti, bambini ed anni degli adolescenti più giovani di 18. Gli autori hanno notato che i bambini sotto 18 compongono 22% della popolazione degli Stati Uniti. Soltanto tre morti pediatriche sono state identificate l'aprile 2020 dal centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

“Queste tariffe profondo in diminuzione dell'infezione sintomatica, l'ospedalizzazione e la morte è ben oltre significato statistico, richiede ulteriore esame e possono tenere il tasto ad identificare gli agenti terapeutici,„ gli autori hanno scritto.

L'enzima di conversione dell'angiotensina 2s, chiamato ACE2, è le porte che permettono SARS-CoV-2, il coronavirus novello che causa COVID-19, per entrare nei somatociti. I bambini hanno naturalmente meno ACE2 nei polmoni che gli adulti.

ACE2 sono importanti per l'entrata virale e ci sembrano essere di meno di loro in bambini, perché aumentano con l'età.„

Matthew Harting, MD, ms, assistente universitario nel dipartimento di ambulatorio pediatrico alla facoltà di medicina di McGovern a UTHealth, chirurgo pediatrico con i medici di UT e l'autore senior del documento

Harting è egualmente Direttore del programma pediatrico di ECMO che fornisce il supporto cardiaco e respiratorio avanzato all'ospedale commemorativo del Hermann dei bambini.

Oltre a meno ricevitori ACE2, gli autori notano il sistema immunitario in bambini risponde ai virus diversamente che quello degli adulti, lasciando meno opportunità per la malattia severa nei pazienti pediatrici. Ci sono vari meccanismi dietro le differenze, compreso la conservazione delle cellule T in bambini, che possono combattere fuori o infiammazione di limite.

“Le cellule T hanno una risposta virale ed anche una risposta dell'immunomodulatore. In casi gravi dei pazienti adulti COVID-19, abbiamo veduto che quelle cellule T sono diminuite, in modo dalla capacità di combattere il virus egualmente è diminuita. In capretti, quelle cellule T sembrano essere mantenute, in modo da possono ancora impedire il virus,„ ha detto Harry Karmouty-Quintana, PhD, un assistente universitario nel dipartimento della biochimica e della biologia molecolare alla facoltà di medicina di McGovern e un co-author del documento.

Il tessuto polmonare in bambini ha naturalmente un'più alta concentrazione di cellule T del regolatore. I pazienti con i livelli elevati delle cellule T egualmente hanno livelli elevati dell'interleuchina 10 (IL-10), anche conosciuti come il fattore inibitorio della sintesi umana di citochina, una citochina antinfiammatoria.

“IL-10 inibisce l'infiammazione di altre componenti come IL-6 che sono nocivi. Gli adulti tendono ad avvertire lo stato hyperinflammatory, in cui i capretti non fanno,„ Karmouty-Quintana hanno detto. “Negli studi preclinici in mouse, IL-10 egualmente ha indicato a diminuzione con l'età.„

I risultati del documento sono stati resi a collaborazione diretta possibile in un gruppo pluridisciplinare composto dei medici e degli scienziati pediatrici ed adulti nell'ambulatorio pediatrico, nella cura critica dell'adulto, in neonatologia e nella biologia molecolare.

“Noi, come medici, sono stati sfidati con la domanda di come trattare COVID-19 e stiamo imparando in tempo reale,„ ha detto Bindu Akkanti, MD, professore associato della medicina critica di cura con la facoltà di medicina di McGovern, medico di partecipazione nella cura critica con il centro medico commemorativo del Hermann-Texas e un co-author di studio. “Ho conosciuto quello per capire il migliore modo curare gli adulti, noi ho dovuto convincere insieme un gruppo ad ottenere al fondo di perché i bambini stavano risparmiandi dalla malattia severa relativa al virus. Così, ho raggiunto fuori al Dott. Karmouty-Quintana ed abbiamo collaborato con il Dott. Harting ed altri due medici nel centro medico del Texas per cominciare studiare.„ Akkanti inoltre vede i pazienti polmonari ai medici di UT.

“Le collaborazioni come questa fra i fornitori adulti e pediatrici sono realmente importanti e punti culminanti di questa malattia dove possiamo imparare molto quando confrontiamo il modo che si comporta in più giovani capretti con la gente più anziana,„ Harting ha detto. “Anche ora mentre stiamo imparando circa gli efficaci trattamenti, stiamo vedendo che i giovani trattano questa gente meglio più anziana di malattia. Muovendosi in avanti, i medici e gli scienziati hanno bisogno della collaborazione pluridisciplinare di continuare ad imparare - questo è appena un altro punto nella giusta direzione per attaccare questo virus.„

Krithika Lingappan, MBBS, era il primo autore del documento e Jonathan Davies, MD, era un co-author. Sia Lingappan che Davies sono assistenti universitari della pediatria all'istituto universitario di Baylor di medicina e dei neonatologists con l'ospedale pediatrico del Texas.

Come conseguenza della collaborazione, il gruppo ha cominciato un nuovo studio facendo uso dei campioni di sangue dai pazienti nelle fasi differenti di COVID-19 per continuare a capire come trattare il virus e le disparità nella progressione di malattia fra i bambini e gli adulti.

Source:
Journal reference:

Lingappan, K., et al. (2020) Understanding the age divide in COVID-19: why are children overwhelmingly spared?. American Journal of Physiology - Lung Cellular and Molecular Physiology. doi.org/10.1152/ajplung.00183.2020.