Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La droga sperimentale per ALS raro mostra la promessa nel test clinico iniziale

Una droga sperimentale per un modulo raro e ereditato della sclerosi laterale amiotrofica (ALS) ha indicato la promessa in un test clinico di fase 1/phase 2 condotto alla scuola di medicina dell'università di Washington a St. Louis, il policlinico di Massachusetts a Boston ed altri siti intorno al mondo e promosso dalla ditta farmaceutica Biogen Inc. La prova ha indicato che la droga sperimentale, conosciuta come tofersen, mostra la prova della sicurezza che autorizza l'indagine successiva ed abbassa i livelli di proteina malattia-causante nella gente con un tipo di sclerosi laterale amiotrofica, o di ALS, ha causato dalle mutazioni nel gene SOD1.

I risultati dello studio, pubblicati il 9 luglio in New England Journal di medicina, piombo al lancio di un test clinico di fase 3 più ulteriormente per valutare la sicurezza e l'efficacia di tofersen.

“il ALS è una devastazione, malattia incurabile,„ ha detto il ricercatore principale Timothy M. Miller, MD, PhD, il professore di David Clayson della neurologia all'università di Washington e Direttore del centro di ALS alla scuola di medicina. “Mentre questa droga d'investigazione è puntata su soltanto una piccola percentuale della gente con ALS, le stesse si avvicinano a - bloccando la produzione delle proteine specifiche alla root della malattia - possono aiutare la gente con altri moduli della malattia.

“Questa prova ha indicato che tofersen la prova di manifestazioni della sicurezza che autorizza l'indagine successiva e che la dose che abbiamo usato abbassa gli indicatori clinici della malattia. Ci sono anche alcuni segni che hanno rallentato la progressione clinica di ALS, sebbene lo studio non sia stato destinato per valutare l'efficacia a trattare la malattia, in modo da non possiamo dire qualche cosa definitivo. In generale, i risultati sono appena cui abbiamo sperato per e una prova di fase 3 è corrente in corso.„

Circa 20,000 persone negli Stati Uniti stanno vivendo con il ALS. La malattia uccide le cellule nervose che gestiscono la camminata, il cibo e la respirazione. Poca gente sopravvive a più di cinque anni dopo la diagnosi ed i trattamenti attuali sono soltanto modestamente efficaci a rallentare il passo della malattia.

Circa 10% dei casi di ALS sono ereditati ed un quinto di quelli è causato dalle mutazioni in SOD1. Tali mutazioni inducono la proteina SOD1 ad essere eccessivamente attivo, in modo da diminuire i livelli della proteina potrebbe aiutare i pazienti di ALS con una di queste mutazioni specifiche.

Tofersen è un oligonucleotide antisenso, che è ad una molecola basata a DNA che interferisce con le istruzioni genetiche per le proteine di costruzione. La molecola è destinata per bloccare la produzione della proteina SOD1. Negli studi più iniziali in mouse ed in ratti con le mutazioni SOD1, gli animali hanno vissuto più lungamente ed hanno mostrato meno segni di danno neuromuscolare quando sono stati trattati con l'oligonucleotide.

Per valutare la sicurezza dell'oligonucleotide e se è biologicamente attiva nella gente, Biogen ed i siti partecipanti hanno reclutato 50 persone con ALS SOD1 per un test clinico di fase 1/phase 2. I partecipanti sono stati selezionati a caso ricevere la droga sperimentale o un placebo iniettato nel fluido circondando i loro midolli spinali. Per ogni tre partecipanti selezionati ricevere tofersen, uno è stato selezionato per ricevere un placebo. Ogni partecipante ha ricevuto cinque dosi su un periodo di 12 settimane. I partecipanti sono stati divisi in quattro gruppi ed hanno ricevuto 20 mg, 40 mg, 60 mg o 100 mg della droga per dose.

I ricercatori hanno trovato che la droga ben-è stata tollerata generalmente. La maggior parte degli eventi che avversi i pazienti hanno sperimentato - quali l'emicrania ed il dolore durante la procedura ed al sito dell'iniezione - sono stati collegati alla droga che è amministrata via il rubinetto spinale. Cinque pazienti che hanno ricevuto tofersen e due chi hanno ricevuto gli eventi avversi seri sperimentati placebo, compreso due morti nel gruppo di tofersen ed una nel gruppo del placebo.

Inoltre, lo studio ha fornito la prova che la droga ha abbassato i livelli della proteina SOD1 nel liquido cerebrospinale che circonda il cervello ed il midollo spinale. Le concentrazioni nella proteina sono caduto da una media di 2% nel gruppo della basso dose e di 33% nel gruppo della alto-dose.

Biogen sta continuando a fornire tofersen ai partecipanti alla prova di fase 1/phase 2 nell'ambito di un'estensione del aperto contrassegno, finché ulteriore valutazione della droga non sia completa. I partecipanti supplementari stanno iscrivendi ad una prova separata di fase 3 più ulteriormente per valutare la sicurezza e se i pazienti di guide della droga conservano la forza muscolare e funzionano ed allunga la sopravvivenza.

Se tofersen prova efficace nella prova di fase 3 a trattare SOD1 IL ALS, direttamente avvantaggiasse soltanto una frazione minuscola di pazienti di ALS. Ma questo approccio ha potuto aprire la strada per altre a droghe basate a oligonucleotide sperimentali. L'associazione di distrofia muscolare, l'associazione di ALS e l'istituto nazionale della malattia neurologica e colpo agli istituti nazionali del supporto aiutato di salubrità (NIH) il primo lavoro sugli oligonucleotidi a causa del potenziale che tali composti tengono per il trattamento delle circostanze neurodegenerative, molte di cui sono collegate a deforme o anormalmente agli alti livelli delle proteine.

A volte i pazienti dicono, “perché tutto questo lavoro sta facendo nel 2% chi hanno ALS SOD1? Che cosa circa il 98%? “. Ma la stessa tecnologia che può spegnere il gene SOD1 può essere usata per spegnere altri obiettivi ed infatti, là è molte società che lavorano ad altri obiettivi. Tutto che avessimo imparato con ALS SOD1 potrebbe finire aiutando i nuovi approcci a combattere altri moduli di ALS o altre circostanze neurologiche.„

Meriti Cudkowicz, il MD, il ricercatore co-principale, Direttore del Sean M. Healey & del centro di AMG per ALS al policlinico di Massachusetts