Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Manifestazioni di COVID-19 in neonati

Dalla fine del dicembre 2019, c'è stato un'emergenza del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo che deve datare infettato oltre 12,2 milione persone attraverso il globo ed ucciso oltre 554.000 persone. Una delle funzionalità notevoli di questo virus è il suo corso particolarmente severo fra gli anziani e quelli con i termini del comorbid quali ipertensione, il diabete, la malattia di cuore e l'obesità. L'infezione e le sue manifestazioni in queste persone piombo all'ospedalizzazione e necessitano la terapia intensiva e spesso la ventilazione. I bambini ed i neonati che contrattano l'infezione sono relativamente ad un più a basso rischio di tali complicazioni.

In un nuovo studio nominato, “il decorso clinico dei neonati positivi SARS-CoV-2,„ i ricercatori italiani piombo da Giuseppe De Bernado da divisione della neonatologia della pediatria e NICU, Ospedale Buon Consiglio Fatebenefratelli, Napoli, spiegano il corso dell'infezione fra i neonati. Il loro studio è pubblicato nell'ultima edizione del giornale del Perinatology.

Studio: Il decorso clinico dei neonati del positivo SARS-CoV-2. Credito di immagine: Lolostock/Shutterstock
Studio: Il decorso clinico dei neonati del positivo SARS-CoV-2. Credito di immagine: Lolostock/Shutterstock

COVID-19 in neonati

La polmonite causata da COVID-19 in primo luogo è stata riferita a Wuhan, Cina e da allora, si è trasformato in in un problema sanitario di salute pubblica globale. I ricercatori hanno scritto che è stato preveduto che, come tutta l'infezione virale, i neonati fossero ad un elevato rischio delle complicazioni una volta infettati con il SARS-CoV-2. Il gruppo spiega che i neonati hanno tipicamente sistemi immunitari sottosviluppati ed egualmente hanno un respiratorio e un apparato cardiovascolare acerbi, che li rende suscettibili delle infezioni e delle complicazioni. Hanno scritto, “durante le pandemie precedenti, sono stati riferiti i casi degli infanti che soffrono dall'infezione respiratoria.„ Queste infezioni piombo alle complicazioni in neonati quali “gli aborti spontanei, la consegna prematura, basso peso alla nascita ed inabilità congenite,„ hanno scritto.

Con COVID-19, ci sono stati istanze dove l'infezione nel neonato si è acquistata dalla madre o dal badante. Eppure, i rapporti clinici dettagliati sui risultati di questi bambini non sono disponibili. Che dati sono disponibili suggerisce che i neonati e gli infanti abbiano un modulo “benigno„ dell'infezione anche se nascevano prematuramente o abbiano avuti basso peso alla nascita. Il gruppo ha scritto, “i dati disponibili per i neonati prematuri di SARS-CoV-2-positive suggeriscono che i neonati infettati (anche se estremamente prematuro) non potrebbero necessariamente essere suscettibili della malattia severa con clinicamente la morbosità significativa o principale.„

Perché questi studi sono stati intrapresi?

Gli esperti dicono che sono ancora troppo presto e c'è troppo poco prova per mostrare il rischio definitivo di questa infezione virale sui neonati. Questi studi sono stati intrapresi per valutare la letteratura e per provare disponibile sul decorso clinico e sul risultato di COVID-19 fra i neonati.

Che cosa è stato fatto?

I ricercatori pettinati attraverso tutta la letteratura pubblicata sui database del giornale quale il database di PubMed (libreria nazionale di medicina, Washington, DC) fra il dicembre 2019 ed il 27 aprile 2020th per cercare le note cliniche sui neonati e sugli infanti con COVID-19. Tutti gli articoli di linguaggio erano inclusi ed i neonati di meno i di 28 giorni dell'età sono stati inclusi nell'analisi di studio.

I ricercatori hanno detto rispettivamente che i neonati con un falso negativo e una tariffa erroneamente positiva degli anticorpi IgM erano 29,8% e 3,8%. Così soltanto i bambini che verificano il positivo a SAR CoV-2 sulla PCR di RT sono stati inclusi nell'analisi. Complessivamente 421 documento inizialmente è stato trovato di cui 345 hanno dovuto essere eliminati perché c'era una duplicazione dei dati. L'analisi ha permesso così soltanto 76 articoli. Di questi 58 articoli ha dovuto essere eliminato dall'analisi dovuto la loro incapacità di rispondere ai criteri fissati dai ricercatori. Per concludere, 18 articoli sono stati inclusi nell'analisi dei dati.

Per tutti i neonati inclusi nei 18 articoli, i dati quale l'età gestazionale (per determinare se prematuramente fossero sopportati), il metodo di consegna, il genere, il punteggio di Apgar alla nascita, la presenza di altre malattie ed i dati epidemiologici sono stati registrati. Nel corso dell'infezione, i loro rapporti clinici sono stati analizzati. Queste funzionalità cliniche incluse, metodo di acquisizione di infezione, i metodi diagnostici impiegati, tipo di terapia sono seguito, la durata del soggiorno nell'ospedale o nel NICU (ICU neonatale) e tariffa della morte. Le misure di risultato controllate erano segni e sintomi clinici, itinerario dell'infezione, il trattamento e corso della malattia e del risultato.

Che cosa è stato trovato?

Complessivamente 25 neonati ed il loro risultato clinico con COVID-19 sono stati analizzati per questo studio. Dei 25 neonati, 11 erano cinesi, 3, erano italiani, 2 erano iraniani ed il resto proveniva dalla Spagna, Belgio o la Corea del Sud, il gruppo ha scritto. Di questi 25 bambini, 16 nascevano via il taglio cesareo (CS). L'età gestazionale media dei bambini era di 37,4 settimane ed il peso alla nascita medio era di 3.041 grammo. Il rapporto dei bambini maschii alle femmine era 2,8. Ciò ha indicato la predisposizione aumentata dei bambini maschii all'infezione.

Fra i bambini, 68 per cento hanno avuti madri infettate con il SAR CoV-2, mentre 20 per cento hanno avuti entrambi i genitori infettati. Nel resto dei casi, i nonni sono stati trovati per essere infettati e possono trasmetterlo ai neonati. Fra nessuno dei casi, c'era un rischio di trasmissione di infezione da qualcuno fuori della famiglia (terzi), ha scritto i ricercatori.

Il gruppo ha trovato che non c'era prova che i bambini potrebbero essere infettati mentre all'interno dell'utero da una madre infettata (nessuna trasmissione verticale, hanno scritto). I sintomi principali hanno trovato la febbre inclusa, la tosse, vomitante, la diarrea, la letargia e dispnea, hanno scritto. Le manifestazioni della circostanza sono comparso solitamente in media l'ottavo giorno dopo la nascita. Alcuni dei neonati (4 di 25) non hanno avuti sintomi durante la loro degenza in ospedale. Fra tutti i 25 neonati analizzati, 32 per cento hanno avuto bisogno della terapia intensiva e non c'erano morti. Le complicazioni hanno compreso la polmonite, emergenza respiratoria, sepsi ed il pneumotorace, ha scritto i ricercatori. In media, la degenza in ospedale era degli intorno 15,8 giorni, essi ha trovato.

Conclusioni ed implicazioni

I ricercatori hanno notato che il corso di COVID-19 è solitamente esente dalle complicazioni pericolose severe ed il trattamento dovrebbe essere complementare e sintomatico. Raccomandano, “dopo scarico, misure igieniche semplici dovrebbero essere catturate durante le cure domiciliari come badante che lavano spesso le mani ed il viso, disinfettando le offerte quotidiane dei neonati con l'alcool medico di 75% e la disinfezione contenente cloro innaffia per pulire il pavimento e la mobilia, la ventilazione regolare della finestra, le bottiglie termoresistenti e le tettarelle dovrebbero essere disinfettate a temperatura elevata.„

Hanno aggiunto che ulteriori studi con un più grande numero dei neonati e di seguiti estesi sono necessari confermare i loro risultati. Hanno scritto in conclusione, “prognosi di manifestazione dei neonati di SARS-CoV-2-positive buona, con un a tariffa ridotta delle complicazioni severe e senza morti.„

Journal reference:
Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2020, July 09). Manifestazioni di COVID-19 in neonati. News-Medical. Retrieved on June 12, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200709/Manifestations-of-COVID-19-in-newborn-babies.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Manifestazioni di COVID-19 in neonati". News-Medical. 12 June 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200709/Manifestations-of-COVID-19-in-newborn-babies.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Manifestazioni di COVID-19 in neonati". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200709/Manifestations-of-COVID-19-in-newborn-babies.aspx. (accessed June 12, 2021).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2020. Manifestazioni di COVID-19 in neonati. News-Medical, viewed 12 June 2021, https://www.news-medical.net/news/20200709/Manifestations-of-COVID-19-in-newborn-babies.aspx.