Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Maiali e polli non suscettibili di SARS-CoV-2

La maggior parte delle malattie contagiose umane inizialmente sono trasmesse dagli animali, quali influenza H1N1, il virus di Ebola, il SAR, MERS ed ora il coronavirus 2 (SARS-CoV-2), il virus di sindrome respiratorio acuto severo che causa la malattia di coronavirus (COVID-19).

I virus sono frammenti parassitari che attendono le cellule ospiti per sopravvivere a. Da quando in primo luogo sono stati descritti, questi agenti patogeni hanno causato molti scoppi, epidemie e pandemie nel passato. Uno dei fattori di rischio significativi è interazione umana con gli animali ed ora, gli scienziati vogliono determinare se gli animali possono contrarre questi virus dagli esseri umani.

Microscopio elettronico a scansione novello di Coronavirus SARS-CoV-2 Colorized di una cella apoptotic (verde) infettata molto con le particelle del virus SARS-CoV-2 (porpora), isolate da un campione paziente. Immagine alla funzione di ricerca integrata NIAID in Detrick forte, Maryland. Credito: NIAID
Microscopio elettronico a scansione novello di Coronavirus SARS-CoV-2 Colorized di una cella apoptotic (verde) infettata molto con le particelle del virus SARS-CoV-2 (porpora), isolate da un campione paziente. Immagine alla funzione di ricerca integrata NIAID (IRF) in Detrick forte, Maryland. Credito: NIAID

Zoonosi di SARS-CoV-2

Un gruppo dei ricercatori in Germania ha mirato a studiare la predisposizione dei host animali potenziali ed il rischio di infezioni dello straripamento di zoonosi, che sono malattie trasmesse agli esseri umani dagli animali. D'altra parte, la zoonosi inversa riguarda le infezioni in esseri umani che saltano agli animali.

Pubblicato nel giornale The Lancet, le sottolineature di studio se gli animali sicuri possono essere host del coronavirus novello o se sono suscettibili dell'infezione.

Il gruppo ha trovato che i maiali ed i polli non possono essere infettati da SARS-CoV-2, mentre i pipistrelli ed i furetti di frutta sono suscettibili di un'infezione SARS-CoV-2. In particolare, la predisposizione dei furetti è un'individuazione apprezzata, poiché potrebbero essere utilizzati come animale di modello affinchè l'infezione umana analizzino i trattamenti o i vaccini.

Lo studio

I ricercatori, dall'istituto di Friedrich Loeffler (FLI), hanno iniziato gli studi di infezione in maiali, in polli, nei pipistrelli di frutta ed in furetti inoculandoli nasale con l'agente patogeno SARS-CoV-2, imitante l'itinerario dell'infezione naturale in esseri umani.

I SARS-CoV-2 sono trovati nelle goccioline respiratorie quando la gente tossisce, starnutisce, o parla. Il virus fornisce l'organismo attraverso il radiatore anteriore, la bocca e gli occhi. Una volta che entra, avvia un'infezione che può causare i sintomi quali la tosse, la febbre e la difficoltà di respirazione.

I pipistrelli di frutta egiziani, specie di un megabat, sono stati esaminati per determinare se sono bacini idrici potenziali per il virus. Il gruppo ha trovato che i pipistrelli sono stato infettati ma non ha manifestato alcuni sintomi della malattia. Più ulteriormente, non hanno infettato i loro colleghi animali. Nel frattempo, i furetti sono un buon modello per gli esseri umani in termini di infezioni respiratorie poichè possono essere infettati efficientemente con SARS-CoV-2. Le repliche del virus in furetti ed essi possono trasmetterla ai colleghi animali.

“La replica più efficiente del virus ma nessun segno clinico è stato osservato in furetti, con la trasmissione a tutti e tre gli animali del contatto diretto. La rinite delicata è stata associata con rilevazione virale dell'antigene nel respiratorio e l'epitelio olfattivo,„ i ricercatori ha scritto nel documento.

I ricercatori hanno concluso che gli animali coltivati, quali i maiali ed i polli erano resistenti contro l'inoculazione intranasale SARS-CoV-2 nelle circostanze sperimentali.

I furetti di seno hanno somigliato ad un'infezione delicata in esseri umani, possono essere un modello animale utile per i vaccini e le droghe difficili contro SARS-CoV-2.

Fin qui, non c'è ancora vaccino ed il trattamento per COVID-19. Tuttavia. ci sono corrente 21 vaccino del candidato nella valutazione clinica e 139 vaccini del candidato nella valutazione preclinica attraverso il mondo.

Tributo globale

Dalla fine del dicembre 2019, quando SARS-CoV-2 in primo luogo è emerso nella città di Wuhan, la Cina, il virus ha dalla diffusione alla maggior parte dei paesi attraverso il globo, infettante più di 12,2 milione di persone universalmente. La malattia zoonotica novella ha ucciso più di 554,000 persone.

Gli Stati Uniti sono ancora il paese con il più alto numero dei casi confermati, sorpassando 3 milione infezioni e un numero di vittime di più di 133.000.

Il Sudamerica ora è uno degli epicentri della pandemia, con la segnalazione del Brasile 1,75 milione casi di vacillamento e più di 69.000 morti. Il Perù ed il Cile egualmente sono urtati dallo scoppio, riferendo più di 316.000 e 306.000 casi confermati, rispettivamente.

L'India e la Russia egualmente riferiscono i numeri alti dei casi, con più di 767.000 e 706.000 casi, rispettivamente.

I funzionari della sanità ancora raccomandano di osservare le misure preventive adeguate per evitare l'infezione. Questi comprendono distanziare sociale, il lavaggio della mano e la disinfezione regolare. Altrettanti paesi stanno facilitando le misure del lockdown, il numero dei casi si pensa che salgano alle stelle nei prossimi mesi. Fino a sviluppare ed amministrato un vaccino, il coronavirus novello può ancora spargersi attivamente universalmente.

Source:
Journal reference:
Angela Betsaida B. Laguipo

Written by

Angela Betsaida B. Laguipo

Angela is a nurse by profession and a writer by heart. She graduated with honors (Cum Laude) for her Bachelor of Nursing degree at the University of Baguio, Philippines. She is currently completing her Master's Degree where she specialized in Maternal and Child Nursing and worked as a clinical instructor and educator in the School of Nursing at the University of Baguio.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Laguipo, Angela. (2020, July 09). Maiali e polli non suscettibili di SARS-CoV-2. News-Medical. Retrieved on November 30, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200709/Pigs-and-chickens-not-susceptible-to-SARS-CoV-2.aspx.

  • MLA

    Laguipo, Angela. "Maiali e polli non suscettibili di SARS-CoV-2". News-Medical. 30 November 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200709/Pigs-and-chickens-not-susceptible-to-SARS-CoV-2.aspx>.

  • Chicago

    Laguipo, Angela. "Maiali e polli non suscettibili di SARS-CoV-2". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200709/Pigs-and-chickens-not-susceptible-to-SARS-CoV-2.aspx. (accessed November 30, 2021).

  • Harvard

    Laguipo, Angela. 2020. Maiali e polli non suscettibili di SARS-CoV-2. News-Medical, viewed 30 November 2021, https://www.news-medical.net/news/20200709/Pigs-and-chickens-not-susceptible-to-SARS-CoV-2.aspx.