Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La perdita dell'udito relativa all'età può pregiudicare negativamente i risultati conoscitivi della prova

La diagnosi iniziale e corretta di un danno conoscitivo - quale demenza - è cruciale poichè permette gli interventi ed i trattamenti che possono rallentare la progressione dei sintomi di un paziente da mettere rapidamente sul posto.

La perdita dell
Cortesia di immagine delle immagini di Getty.

Tuttavia, un nuovo studio dal Dott. Christian Füllgrabe del ricercatore di Loughborough University avanza i supporti che la perdita dell'udito relativa all'età può pregiudicare negativamente il risultato delle prove conoscitive, con conseguente diagnosi sbagliate.

Ciò è perché molti stimoli uditivi di uso conoscitivo delle prove di selezione (presentati oralmente da un clinico ad un paziente) per il richiamo di memoria e la gente sospettata del declino conoscitivo sono in genere più vecchi e così probabile anche soffrire da perdita dell'udito relativa all'età.

La domanda del collegamento fra perdita dell'udito ed il declino conoscitivo è stata dibattuta caldo negli ultimi anni, ma la risposta è stata piuttosto evasiva.

L'ultimo documento del Dott. Füllgrabe avanza i supporti che la perdita dell'udito può piombo ad una sopravvalutazione del declino conoscitivo.

Nel suo studio, 56 giovani studenti di Loughborough University di normale-audizione con le funzioni conoscitive normali sono stati chiesti di eseguire tre mansioni di memoria facendo uso degli stimoli di discorso che erano invariati o sono stati modificati per imitare la perdita dell'udito relativa all'età.

Facendo uso dei partecipanti senza indebolimenti dell'udito ha permesso che il Dott. Füllgrabe valutasse l'effetto acuto di perdita dell'udito durante la prova conoscitiva sulla prestazione della prova.

La perdita dell
Cortesia di immagine delle immagini di Getty.

Gli studi precedenti hanno usato i partecipanti con gli indebolimenti dell'udito reali ma il Dott. Füllgrabe dice poichè quelli perdita dell'udito di sofferenza sono solitamente più vecchi, può essere duro da determinare se i risultati sono dovuto perdita dell'udito o cambiamenti relativi all'età nel processo conoscitivo.

Lo studio del Dott. Füllgrabe ha dimostrato conclusivamente che la prestazione di memoria era significativamente più bassa nel gruppo con la perdita dell'udito simulata.

Dice che i risultati sono “prova ben fondata che il formato della presentazione della prova conoscitiva può urtare sulla prestazione della prova„.

È sperato che i risultati sollevino la consapevolezza dell'emissione e convincano i clinici a considerare l'impatto possibile di perdita dell'udito relativa all'età quando interpreti i risultati dei test conoscitivi.

Questa nuova pubblicazione attira l'attenzione sull'interpretazione abusiva che il rendimento insufficiente su una prova conoscitiva necessariamente indica l'abilità conoscitiva difficile.

Come frequente critico per i numerosi giornali scientifici e un editore di socio del giornale internazionale dell'audiologia, sono stato collocato bene per testimoniare che questa emissione è stata trascurata troppo spesso.

Come sostenuto esplicitamente nel documento, spero che, in futuro, i ricercatori ed i clinici considerino egualmente la capacità uditiva dei loro partecipanti/pazienti quando amministra le prove conoscitive (come quelli usati per la selezione di demenza) ed interpretando i loro risultati.„

Dott. Christian Füllgrabe, banco delle scienze di sport, di esercizio e di salubrità, Loughborough University

Il Dott. Füllgrabe spera di costruire su questa ricerca con il professor Eef Hogervorst (banco dello sport, scienze di salubrità e di esercizio, Loughborough University) ed il Dott. Tobias Bast (dipartimento di psicologia, l'università di Nottingham).

I ricercatori stanno sperando di usare lo stesso approccio di audizione-perdita-simulazione su una prova di selezione frequentemente usata di demenza per contribuire a raffinare i sistemi diagnostici di demenza.

Source:
Journal reference:

Füllgrabe, C (2020) On the Possible Overestimation of Cognitive Decline: The Impact of Age-Related Hearing Loss on Cognitive-Test Performance. Frontiers in Neuroscience. doi.org/10.3389/fnins.2020.00454.