Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Concentrazione di lopinavir e di idrossiclorochina non sufficienti per combattere coronavirus novello

Lopinavir è una droga contro il HIV, l'idrossiclorochina è usata per trattare la malaria ed il reaumatismo. Fino ad oggi, entrambe le droghe sono state considerate gli agenti potenziali nella lotta contro il coronavirus SARS-CoV-2. Un gruppo di ricerca dall'università di Basilea e dell'ospedale universitario ora ha scoperto che la concentrazione delle due droghe nei polmoni dei pazienti Covid-19 non è sufficiente per combattere il virus.

Nel febbraio 2020, un gruppo paziente Covid-19 è stato stabilito all'università e l'ospedale universitario a Basilea riflette futuro un intervallo dei mezzi diagnostici e dei trattamenti potenziali per Covid-19, compreso l'uso privo di marca di idrossiclorochina e di lopinavir/ritonavir.

Un gruppo di ricerca ha riflesso futuro i livelli del plasma del lopinavir in pazienti Covid-19.

La considerazione che l'infiammazione sostanziale è stata osservata in questi pazienti e gli studi precedenti hanno indicato l'inibizione di metabolismo della droga tramite infiammazione sistematica, abbiamo avuti la spiegazione razionale per studiare l'effetto di infiammazione sui livelli del plasma dell'idrossiclorochina e del lopinavir.„

Il professor Catia Marzolini, primo autore dello studio e professore per medicina sperimentale all'università di Basilea

Gli autori hanno incluso 92 pazienti nel loro studio. Il professor Parham Sendi, che è i co-dirigenti di questo studio riassume i risultati principali come segue: In primo luogo, i livelli del plasma del lopinavir più di due a triplo sono stati osservati più superiore tipico nei pazienti di HIV. I livelli dell'idrossiclorochina erano con intervallo normale. In secondo luogo, c'era una correlazione significativa fra i livelli dell'indicatore di infiammazione nel sangue ed i livelli del plasma del lopinavir. In terzo luogo, quando l'infiammazione è stata bloccata con Interleukin-6 l'inibitore Tocilizumab, i livelli del plasma del lopinavir erano significativamente più bassi di quei in pazienti senza trattamento di Tozulizumab.

Questi risultati indicano chiaramente che gli enzimi del metabolismo della droga (citocromo P450 3A) sono inibiti tramite infiammazione sistematica.

“L'avvertenza si consiglia quando prescrive i substrati CYP3A4 quali Lopinavir/ritonavir o qualunque altra droga con un indice analitico terapeutico stretto ai pazienti Covid-19 a causa del rischio di livelli elevati della droga e di tossicità riferite,„ lo stato degli autori.

D'importanza, dalle concentrazioni dell'idrossiclorochina e del lopinavir nel plasma, il gruppo di studio ha calcolato la concentrazione corrispondente nel compartimento del polmone - la sede anatomica dell'infezione SARS-CoV-2. I risultati indicano forte che è improbabile che entrambe le droghe raggiungano le concentrazioni sufficienti per inibire la replica del virus nel polmone.

WHO accettato la raccomandazione dal comitato di coordinamento internazionale della prova di solidarietà interrompere l'idrossiclorochina della prova e armi di lopinavir/ritonavir il 4 luglio 2020. Il professor Manuel Battegay - co-dirigenti di questi studio e direttore della divisione delle malattie infettive ed epidemiologia dell'ospedale all'ospedale universitario a Basilea - citato che i risultati forniscono le comprensioni farmacologiche ed antivirali importanti alla spiegazione razionale dell'interruzione del braccio di lopinavir/ritonavir. Infatti, aggiungono il ragionamento scientifico perché l'idrossiclorochina e il lopinavir non sono efficaci contro il SARS-CoV-2.

Source:
Journal reference:

Marzolini,C., et al. (2020) Effect of Systemic Inflammatory Response to SARS-CoV-2 on Lopinavir and Hydroxychloroquine Plasma Concentrations. Antimicrobial Agents and Chemotherapy. doi.org/10.1128/AAC.01177-20.