Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La depressione di apatia non offre un segno importante di allarme immediato di demenza

La apatia offre un segno importante di allarme immediato di demenza in persone con la malattia cerebrovascolare, ma la depressione non fa, la nuova ricerca piombo dall'università di Cambridge suggerisce.

La depressione è spesso probabilmente un fattore di rischio per demenza ma questa può essere perché alcuni disgaggi della depressione usati dai clinici e dai ricercatori parzialmente valutano la apatia, dice gli scienziati dalle università di College Londra di re, di Cambridge, di Radboud e di Oxford.

Lo studio, pubblicato l'11 luglio nel giornale della neurologia, della neurochirurgia & della psichiatria è il primo per esaminare le relazioni fra apatia, la depressione e la demenza in persone con la piccola malattia cerebrale dell'imbarcazione (SVD). SVD può accadere in uno su tre persone anziane, cause circa un quarto di tutti i colpi ed è la maggior parte della causa comune di demenza vascolare.

Il gruppo ha studiato due gruppi indipendenti dei pazienti di SVD, uno dal Regno Unito e l'altro dai Paesi Bassi. Attraverso entrambi i gruppi, hanno trovato che le persone con più alta apatia del riferimento come pure quelle con l'aumento di apatia col passare del tempo, hanno avute un maggior rischio di demenza. Al contrario, nè la depressione del riferimento nè il cambiamento nella depressione ha avuto tutta l'influenza rilevabile sul rischio di demenza.

Questi risultati erano coerenti malgrado la variazione nella severità dei sintomi dei partecipanti, suggerente che potrebbero essere generalizzati attraverso una vasta gamma di casi di SVD. La relazione fra apatia e demenza è rimanere dopo avere gestito per altri fattori di rischio affermati per demenza compreso l'età, la formazione e la cognizione.

C'è stato molta ricerca contrastante sull'associazione fra la depressione di tardi-vita e la demenza. Il nostro studio suggerisce che può parzialmente essere dovuto i disgaggi comuni della depressione clinica che non distinguono fra la depressione e la apatia.„

Jonathan Tay, autore principale, dal dipartimento di Cambridge delle neuroscienze cliniche

La apatia, definita come riduzione di “scopo-ha diretto il comportamento„, è un sintomo neuropsichiatrico comune in SVD ed è distinta dalla depressione, che è un altro sintomo in SVD. Sebbene ci sia una certa sovrapposizione sintomatica fra i due, la ricerca precedente di MRI ha collegato la apatia, ma non la depressione, con danno della rete della materia bianca in SVD.

Jonathan Tay ha detto: “Il video continuato della apatia può essere usato per valutare i cambiamenti nel rischio di demenza e per informare la diagnosi. Le persone identificate col passare del tempo come avendo alta apatia, o la apatia aumentante, potrebbero essere inviate per gli esami clinici più dettagliati, o sono raccomandate per il trattamento.„

Oltre 450 partecipanti - tutti con SVD MRI-confermato - reclutati da tre ospedali nell'instituto di neurologia del sud dell'università di Radboud e di Londra nei Paesi Bassi, sono stati valutati per apatia, la depressione e la demenza in parecchi anni.

Nel gruppo BRITANNICO, quasi 20% dei partecipanti ha sviluppato la demenza, mentre 11% nel gruppo olandese ha fatto, probabilmente dovuto il carico più severo di SVD nel gruppo BRITANNICO. In entrambi i gruppi di dati, pazienti che la demenza sviluppata successiva ha mostrato ad più alta apatia, ma simili livelli di depressione al riferimento, confrontati ai pazienti che non hanno fatto.

Lo studio fornisce la base per ulteriore ricerca, compreso i meccanismi che collegano la apatia, il danno conoscitivo vascolare e la demenza. Il lavoro recente di MRI suggerisce che le simili reti della materia bianca siano alla base della motivazione e della funzione conoscitiva in SVD. La malattia cerebrovascolare, che può essere causata da ipertensione e dal diabete, può piombo a danno della rete, con conseguente modulo in anticipo di demenza, presentando con la apatia ed i deficit conoscitivi. Col passare del tempo, aumenti in relazione con SVD di patologia, che è parallelizzato aumentando il danno conoscitivo e motivazionale, finalmente diventante abbastanza severo per rispondere ai criteri per uno stato di demenza.

Jonathan Tay dice: “Questo implica che la apatia non sia un fattore di rischio per demenza di per sé, ma piuttosto un sintomo iniziale di danno della rete della materia bianca. La comprensione delle queste relazioni meglio ha potuto avere implicazioni importanti per la diagnosi ed il trattamento dei pazienti in futuro.„

Source:
Journal reference:

Tay, J., et al. (2020) Apathy, but not depression, predicts all-cause dementia in cerebral small vessel disease. Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry. doi.org/10.1136/jnnp-2020-323092.