Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori scoprono il nuovo meccanismo per la progettazione delle droghe antivirali per il virus di febbre rompiossa

Un gruppo pluridisciplinare dal ramo medico dell'università del Texas a Galveston ha scoperto un nuovo meccanismo per la progettazione delle droghe antivirali per il virus di febbre rompiossa. Lo studio è attualmente disponibile negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze.

Il virus di febbre rompiossa è un agente patogeno virale zanzara-trasmesso molto importante, causante ogni anno 390 milione infezioni umane. La febbre rompiossa è comune in più di 100 paesi e quaranta per cento della popolazione del mondo è a rischio dell'infezione.

Quando qualcuno diventa malato con febbre rompiossa, i sintomi che possono variare da delicato a severo possono includere la febbre, la nausea/il vomito, l'eruzione ed il muscolo/osso/articolazione fa male. Malgrado questo, non ci sono droghe clinicamente approvate attualmente disponibili alla gente che è infettata.

In questo studio, il gruppo di UTMB ha risolto la struttura del co-cristallo della proteina del capsid di febbre rompiossa, che forma l'interno del virus, nel complesso con un inibitore.

La struttura del co-cristallo ha fornito i dati dettagliati atomici di come l'inibitore lega la proteina del capsid e blocca la sua funzione normale, piombo all'inibizione di infezione virale. Le informazioni strutturali hanno aperto i nuovi viali per progettare razionale gli inibitori per lo sviluppo antivirale.

Ci sono quattro tipi di virus di febbre rompiossa, che possono causare le epidemie e la malattia in esseri umani. L'inibitore corrente non inibisce tutti i tipi di virus di febbre rompiossa. La nostra struttura del co-cristallo spiega perché questo è il caso.

Facendo uso di questi nuove informazioni, potremo progettare le nuove droghe che possono inibire tutti i tipi di virus di febbre rompiossa. Inoltre, le informazioni strutturali egualmente ci permetteranno di fare i composti con la potenza migliore ed i beni del tipo di droga.„

Pei-Yong Shi, I.H. Kempner il professor della genetica umana, il ramo medico dell'università del Texas a Galveston

“L'inibitore lega quattro molecole del capsid per formare un tetramero. Tali tetrameri del capsid sono montati nel virus di febbre rompiossa,„ ha detto il bianco del segno, professore associato a UTMB che co-senior ha creato lo studio. “Tuttavia, un virus tetramero-contenente non può infettare produttivamente le nuove celle.

“Il nostro studio egualmente spiega come la resistenza emerge quando il virus di febbre rompiossa è trattato con l'inibitore. Un virus resistente emerge attraverso un cambiamento dell'amminoacido che indebolisce l'associazione composta alla proteina virale del capsid.„

“L'organizzazione mondiale della sanità quota il virus di febbre rompiossa mentre una delle dieci minacce principali di salute pubblica e mentre tale richiede lo sviluppo urgente di efficace vaccino e di terapeutica,„ ha detto Hongjie Xia, il collega postdottorale di UTMB e l'autore principale dello studio.

“Sebbene corrente stiamo facendo fronte a pandemia COVID-19, Singapore ed altre regioni stanno avvertendo un numero record dei casi dell'essere umano di febbre rompiossa. Ciò motiva il nostro gruppo per sviluppare i trattamenti clinici per questa malattia devasting.„

Altri autori includono il Xuping Xie di UTMB, Jing Zou, William Russell, Luis Marcelo Holthauzen e Kyung Choi.

Per sviluppare le droghe antivirali, il gruppo di UTMB ha ricevuto le concessioni dagli istituti della sanità nazionali ed il supporto filantropico dalle fondamenta di Smith & di Sealy; Robert J. Kleberg, Jr. e Helen C. Kleberg Foundation; John S. Dunn Foundation; Amon G. Carter Foundation; Fondamenta di Gillson Longenbaugh; Summerfield G. Roberts Foundation.

Source:
Journal reference:

Tan, K., et al. (2020) Transcriptome profiling reveals signaling conditions dictating human spermatogonia fate in vitro. Proceedings of National Academy of Sciences. doi.org/10.1073/pnas.2000362117.