Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuovo ad un vaccino basato a morbillo COVID-19

In appena al disopra sei mesi, la pandemia in corso COVID-19 ha causato oltre 572.000 morti da 13 milione casi dappertutto. Malgrado lo sforzo di ricerca massiccio, gli scienziati devono ancora venire su con un candidato vaccino possibile.

Ora, un nuovo studio dai ricercatori dall'istituto di Paul Ehrlich della Germania e pubblicati sul bioRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare nel luglio 2020 descrive un vaccino potenziale basato sul vaccino contro il morbillo, che suscita sia una risposta dell'anticorpo che l'immunità cellulare contro il virus. Ciò egualmente protegge dal virus del morbillo. Ciò ha potuto essere un'arma significativa nella lotta contro queste due minacce.

Lo studio: MeV d'Espressione recombinante di S

I fuochi correnti di studio sull'uso del virus del morbillo recombinante (MeV) come piattaforma utile su cui montare gli sforzi del vaccino di vettore. Ciò in primo luogo è stata utilizzata nel SAR e le epidemie di MERS di 2002 e 2012, rispettivamente ed il vaccino sono state intese per suscitare l'immunità contro entrambi. I vaccini di vettore che contengono il MeV recombinante come pure la proteina della punta del wildtype (s) del virus di SAR hanno suscitato gli alti titoli degli anticorpi di neutralizzazione come pure le celle di T producendo IFN-γ. In animali immunizzati che poi sono stati esposti al virus, il titolo del virus è stato diminuito vicino oltre cento volte. Le simili risposte si sono presentate in MERS. Quindi, questa piattaforma è stata usata tramite la coalizione per iniziativa epidemica di preparazione (CEPI) come trampolino per sviluppo del vaccino anti-SARS-CoV-2.

Al il MERS-vaccino basato a MeV ha usato la proteina di MERS-CoV S per indurre le forti risposte immunitarie, sia umorali che comunicate per cellule. Di conseguenza e perché il virus corrente egualmente suscita gli anticorpi di neutralizzazione diretti contro la proteina di S, i ricercatori hanno inserito il gene che codifica la proteina di SARS-CoV-2 S in due parti distinte del genoma del MeV, per alterare l'espressione dell'antigene.

SARS-CoV-2, il coronavirus che causa COVID-19, illustrazione 3D mostra le punte di superficie della glicoproteina S (rossa), Hemagglutinin-esterasi (blu-chiaro), M.-proteina (verde chiaro), E-proteina del virus (blu). Credito di immagine: Kateryna Kon/Shutterstock
SARS-CoV-2, il coronavirus che causa COVID-19, illustrazione 3D mostra le punte di superficie della glicoproteina S (rossa), Hemagglutinin-esterasi (blu-chiaro), M.-proteina (verde chiaro), E-proteina del virus (blu). Credito di immagine: Kateryna Kon/Shutterstock

Riuscite replicazione virale ed amplificazione

I ricercatori potevano confermare che sia MeV recombinante superstite a che ripiegato con l'amplificazione stabile che è osservata in 10 o più passaggi. La stabilità dei genoma virali è stata confermata ordinando al suo punto. Uno degli sforzi recombinanti ha avuto leggermente abbassa l'espressione della proteina di S, mentre l'altro ha avuto un'espressione virale totale più bassa della proteina.

L'incorporazione della proteina di S ha causato un calo hundredfold nel titolo virale massimo, ma un'attività aumentata di fusione, quadruplo quello della cella di controllo. Quando i ricercatori hanno esaminato la causa di questa attività hyperfusogenic, cioè, se la proteina di SARS-CoV-2 S stava causando la fusione aumentata della membrana, la proteina è stata espressa in altre celle e questa ha indicato che era effettivamente responsabile dell'induzione della fusione della cella--cella.

Cioè l'abilità del MeV che codifica il gene SARS-CoV-2 induce la fusione aumentata esprimendo un modulo fusogenic della proteina di S del SARS-CoV-2, che indica che le celle infettate dal candidato vaccino esprimono una proteina funzionale di S che profilatura correttamente. Fra i due candidati, quello con la proteina di S nella posizione di H è stato scelto come ha avuto leggermente più in basso i livelli di espressione della proteina di S ma più alta replicazione virale.

Provando ad anticorpi di neutralizzazione

Il candidato vaccino è stato esaminato nei modelli costruiti dei mouse, via l'iniezione intraperitoneale il giorno 0 ed il giorno 28. Ad un'post-immunizzazione del 21 giorno, il siero è stato analizzato per gli anticorpi totali di IgG contro gli antigeni alla rinfusa del MeV o specificamente contro la proteina di S.

I ricercatori hanno trovato che i mouse vaccinati con il vaccino ricombinante hanno avuti anticorpi di IgG mirare alla proteina di S, ma solo dopo immunizzazione. I mouse immunizzati con il media (controllo falso), o il MeV non hanno mostrato questi anticorpi neanche. I sieri definitivi dei mouse immunizzati, indipendentemente dal tipo di MeV usato, hanno mostrato IgG che lega agli antigeni alla rinfusa del MeV. Quindi, almeno un'immunizzazione è riuscito, mostrando il vaccino per essere immunogena. L'uso della proteina di S per immunizzazione (controllo positivo) ha suscitato più alto IgG anti--s che il vaccino ricombinante.

La risposta di neutralizzazione dell'anticorpo al virus del morbillo era positiva nella maggior parte dei mouse immunizzati, compreso quelli che ricevono il vaccino ricombinante ed il virus di controllo (MeV senza la proteina di SARS-CoV-2 S), ma c'erano diverse differenze. Un mouse da quelli che ricevono il vaccino contenente del S del MeV ha avuto una reazione debole iniziale ed un altro un effetto collaterale negativo. Questi potrebbero essere dovuto le emissioni tecniche, poichè l'individuazione era molto insolita.

Tutti gli animali, tuttavia, hanno sviluppato gli anticorpi di neutralizzazione al MeV dopo due dosi d'immunizzazione, con un aumento triplo nel titolo dopo la seconda dose. Gli anticorpi di neutralizzazione alla proteina di SARS-CoV-2 S erano presenti dopo due dosi del vaccino ed hanno raggiunto un titolo comparabile a quello del siero reconvalescent umano, ma soltanto a metà dei sei mouse. I mouse che hanno ricevuto la proteina recombinante di S da solo non hanno mostrato attività di neutralizzazione dell'anticorpo, che potesse significare gli alti livelli degli anticorpi di IgG trovati in loro legatura ad altri epitopi di S o avere affinità obbligatoria più bassa che quelli indotti dal vaccino recombinante del MeV S.

Quindi, il MeV che esprime da attività di neutralizzazione intensa indotta da proteina dell'anticorpo di SARS-CoV-2-S contro sia il MeV che SARS-CoV-2. Ciò ha accaduto anche se il tipo ricevitore dell'interferone di I è stato tramortito nel modello del mouse usato per permettere la propagazione del MeV. Malgrado questa risposta immunitaria parzialmente alterata, il MeV era una piattaforma molto immunogena.

Secondariamente, i ricercatori precisano che la neutralizzazione 100% dell'agente patogeno non è un'analisi sensibile per abilità di neutralizzazione. Infatti, dicono, “appena VNT rilevabile già indica la considerevole attività di neutralizzazione.„

In terzo luogo, suggeriscono che “questi dati suggeriscano che le risposte anti--s dell'anticorpo maturino dopo la vaccinazione ripetuta, ma d'altra parte che un regime unico della vaccinazione già indurrà particolarmente le risposte immunitarie a cellula T di memoria funzionale.„

Forte risposta immunitaria cellulare

L'immunità cellulare egualmente è stata stimolata, sia negli animali che hanno ricevuto il vaccino di cui sopra che il vaccino vuoto del MeV e perfino in coloro che ha ricevuto soltanto la proteina di S. Ciò mostra che questo antigene ha un forte effetto stimolatore su immunità cellulare.

Fra le celle stimolate CD8, circa la metà espressa due citochine e 13% ha espresso tre, vale a dire, TNF-α, IL-2 e IFN-γ. Le celle di T reattive CD4 erano molto più basse nella frequenza, ma le percentuali circa lo stesso delle celle multifunzionali sono state osservate in questo compartimento pure.

Quindi, lo studio mostra, la vaccinazione con questo vaccino recombinante del MeV “induce non solo IFN-γ, TNF-α o IL-2 esprimenti le celle di T dirette contro SARS-CoV-2 ed il MeV, ma anche una frazione significativa di celle di T citotossiche multifunzionali specifiche per le celle di SARS-CoV-2 S e di T di CD4+ specifiche per gli antigeni del MeV.„ Cioè suscita “una vasta e risposta immunitaria robusta di SARS-CoV-2-specific.„

Induzione di immunità a cellula T

Restimulation con l'antigene di S ha indicato che i linfociti T citotossici (CTLs) hanno mostrato una risposta proliferativa, che è importante nella rimozione delle celle infettate da virus. I linfociti T helper CD4 egualmente hanno mostrato la proliferazione. Ciò indica un effetto specifico sulle celle di T citotossiche di memoria dopo la vaccinazione. Il CD8 stimolato CTLs positivo può fare l'elettrolisi le celle che presentano l'antigene di S del SARS-CoV-2, mostranti una risposta specifica. Quindi, il vaccino “induce completamente - CD8+ antigene-specifico funzionale CTLs.„

Tendenziosità verso le risposte delle cellule di assistente di T

I risultati hanno mostrato una tendenziosità delle cellule di assistente di T osservata, diminuendo il potenziale per gli effetti immuni nocivi. Ciò comprende il rischio di potenziamento dipendente dall'anticorpo (ADE) e di malattia respiratoria migliorata (ERD) che accade quando la risposta immunitaria è distorta verso una risposta Th2. Gli anticorpi IgG1 e IgG2 sono indicatori per le risposte Th2 e Th1, rispettivamente.

Candidato altamente di promessa per ulteriori prove

Nello studio corrente, il vaccino dell'S-adiuvante ha provocato alti livelli degli anticorpi specifici IgG1 ma i bassi livelli di anticorpi IgG2, ma il vaccino del candidato del MeV ha prodotto un di più alto livello composto di dieci parti di IgG2, con una riduzione hundredfold di IgG1. Ciò indica “un Th-1 favorevole di sbieco in animali immunizzati con il candidato vaccino MeV-derivato.„

I molti vantaggi di questo candidato vaccino bivalente gli rendono desiderabile per lo studio futuro. La sua capacità di proteggere dal morbillo pure migliora il suo potenziale per l'incorporazione nei programmi sistematici della vaccinazione, che proteggerebbero i bambini e forse impediscono la loro diffusione del virus ad altri gruppi più vulnerabili.

Secondariamente, il procedimento per produzione del vaccino contro il morbillo è già sul posto, permettendo alla produzione su grande scala del vaccino ricombinante se necessario, senza interferire sulla produzione di altri vaccini sistematici.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2020, July 14). Nuovo ad un vaccino basato a morbillo COVID-19. News-Medical. Retrieved on October 28, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200714/A-new-measles-based-COVID-19-vaccine.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Nuovo ad un vaccino basato a morbillo COVID-19". News-Medical. 28 October 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200714/A-new-measles-based-COVID-19-vaccine.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Nuovo ad un vaccino basato a morbillo COVID-19". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200714/A-new-measles-based-COVID-19-vaccine.aspx. (accessed October 28, 2020).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2020. Nuovo ad un vaccino basato a morbillo COVID-19. News-Medical, viewed 28 October 2020, https://www.news-medical.net/news/20200714/A-new-measles-based-COVID-19-vaccine.aspx.