Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La terapia della dopamina migliora la funzione conoscitiva in pazienti con il delicato--moderato Alzheimer

Uno studio di supporto dalle fondamenta di scoperta della droga del Alzheimer e pubblicato oggi nella rete di JAMA aperta fornisce la prima prova che il rotigotine, una droga che agisce sulla trasmissione della dopamina nel cervello, migliora la funzione conoscitiva in pazienti con il morbo di Alzheimer del delicato--moderato.

Mentre il rotigotine non ha mostrato un effetto significativo sulle funzioni di memoria, la droga ha migliorato la funzione esecutiva del lobo frontale e la capacità dei pazienti eseguire le attività della vita quotidiana. Il test clinico ripartito con scelta casuale, effetti della terapia dopaminergica in pazienti con il morbo di Alzheimer (DOPAD), piombo da Giacomo Koch, M.D., il Ph.D., un neurologo alle fondamenta di Santa Lucia a Roma, in collaborazione con Alessandro Martorana, M.D. dell'università di tor Vergata a Roma.

I pazienti curati con il rotigotine in questo studio hanno avuti alcuni miglioramenti pratici che sono molto importanti per la gente con Alzheimer. Rotigotine ha migliorato la funzione esecutiva, che aiuta i pazienti con le mansioni conoscitive chiave, quali ragionamento, giudizio, la memoria di lavoro e l'orientamento. Egualmente ha migliorato la loro capacità di completare le attività quotidiane di routine come acquisto, la progettazione e perfino il bagno, toileting ed alimentarsi, che significa la conservazione della loro indipendenza più lunga e la diminuzione del carico sui badante.„

Howard Fillit, direttore esecutivo di ADDF, di M.D. ed ufficiale fondanti di scienza del capo

I trattamenti correnti per l'atto di Alzheimer sull'acetilcolina del neurotrasmettitore, ma la ricerca ha suggerito che la dopamina egualmente svolgesse un ruolo chiave nella malattia. I ricercatori hanno messo a fuoco sui cambiamenti nel lobo frontale perché la dopamina modula l'attività in questa sezione del cervello. I miglioramenti che i pazienti con esperienza in frontale-lobo hanno gestito le funzioni conoscitive hanno corrisposto ad una rappresentazione della prova di laboratorio che il rotigotine ha migliorato le vie dopaminergiche che raggiungono questa sezione del cervello. Prove novelle di biomarcatore usate ricercatori--una combinazione di registrazioni magnetiche transcranial di elettroencefalografia e di stimolo--per capire come il rotigotine pregiudica la connettività e la funzione del cervello.

“Questo studio è un passo avanti importante nell'indicare che i pazienti del morbo di Alzheimer possono trarre giovamento dalle combinazioni di droghe che migliorano le funzioni del cervello interagendo con differenti sistemi del neurotrasmettitore,„ hanno detto il Dott. Koch del principale inquirente. “Inoltre, potrebbe aprire le opzioni terapeutiche novelle messe a fuoco sulla trasmissione dopaminergica per curare presto i pazienti, quando le funzioni conoscitive si sono riferite ad attività del lobo frontale e le abilità di vita quotidiana sono alterate soltanto leggermente, per ritardare l'inizio di demenza completa del morbo di Alzheimer.„ Il Dott. Koch ed i suoi co-author dice che ulteriori studi sono necessari determinare il ruolo potenziale del rotigotine nella cura del Alzheimer.

“Il ADDF ha una lunga storia delle prove supportanti come questa che droghe attuali del repurpose perché può accelerare la nostra capacità di trovare i nuovi trattamenti per Alzheimer,„ ha detto il Dott. Fillit. Ha spiegato che questo è perché la sicurezza e la tossicità delle droghe attuali (rotigotine è usato per trattare la malattia del Parkinson e la sindrome agitata del cosciotto) sono già studiato buono, piombo ai tempi più rapidi di approvazione. “al ADDF che mettiamo a fuoco sulle prove di finanziamento che mirano alle vie novelle implicate nel morbo di Alzheimer, oltre beta-amiloide e la tau, perché Alzheimer è una malattia complessa causata dai fattori multipli. Fra questi, indirizzare le anomalie nelle vie dopaminergiche tiene la grande promessa.„

Source:
Journal reference:

Koch, G., et al. (2020) Effect of Rotigotine vs Placebo on Cognitive Functions Among Patients With Mild to Moderate Alzheimer Disease. A Randomized Clinical Trial. JAMA Network Open. doi.org/10.1001/jamanetworkopen.2020.10372.