Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il ricercatore di GW riceve $3,6 milioni per studiare la resistenza di HIV-1 ai trattamenti dell'anticorpo

Gli istituti della sanità nazionali ha assegnato $3,6 milioni a Rebecca Lynch, PhD, assistente universitario di microbiologia, l'immunologia e medicina tropicale alle scienze della scuola di medicina e di salubrità dell'università di George Washington, per studiare la resistenza di HIV-1 ai trattamenti dell'anticorpo.

L'immunoterapia con gli anticorpi monoclonali - singoli anticorpi derivati dallo stesso linfocita B del genitore - è riuscita contro l'autoimmunità ed alcuni cancri. Lynch ed il suo gruppo suggeriscono che le opzioni del trattamento con gli anticorpi, particolarmente molecole riprogettate basate sugli anticorpi largamente di neutralizzazione (bNAbs), dovrebbero essere esplorate nel contesto del virus.

Il HIV-1 ha la capacità di sfuggire rapido agli anticorpi generando le mutazioni nel suo gene variabile della busta. Ciò crea un bisogno urgente di guadagnare la comprensione nella fuga dei virus dai bNAbs, che neutralizzano i vari sforzi di HIV-1, per aiutare nelle strategie più efficaci dell'anticorpo di combinazione da usare verso la terapia, la maturazione e la prevenzione di HIV-1.

Il trattamento del Antiretroviral riesce molto nel trattamento del HIV, ma non fa maturare il HIV. Siamo messi a fuoco sull'utilizzazione degli anticorpi come terapie alternative o nelle strategie per fare maturare il HIV invece di appena trattamento. Con questo studio speriamo di fornire più strumenti ad uso contro il HIV.„

Rebecca Lynch, PhD, assistente universitario di microbiologia, immunologia e medicina tropicale alle scienze della scuola di medicina e di salubrità dell'università di George Washington

Il gruppo crede che la fuga di HIV-1 dai bNAbs di combinazione sia limitata quando le mutazioni richieste per sfuggire a tutti i bNAbs esercitano la forma fisica ripetitiva massima costata attraverso i diversi virus, indicando che la replica non può essere riparata facilmente con le mutazioni compensative.

Appena i antiretrovirals simili devono essere combinazione contenuta da essere efficace contro il HIV, combinazioni dell'anticorpo dovranno essere usati per essere efficaci. Per valutare il problema dell'identificazione delle combinazioni efficaci, Lynch sta collaborando con un gruppo interdisciplinare dei ricercatori dalla riva del fiume dell'università di California, l'università di Colonia ed il laboratorio nazionale di Los Alamos nel New Mexico.

“Attraverso questo lavoro che identificheremo gli efficaci cocktail dell'anticorpo di combinazione che limiteranno la capacità di diverso HIV-1 di sfuggire a da pressione dell'anticorpo,„ Lynch ha detto.