Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studi i rapporti un cambiamento in perché guida di ricerca degli uomini per i problemi sessuali

Gli scienziati riferiscono un cambiamento in perché guida di ricerca degli uomini per i problemi sessuali, con meno uomini che protestano circa l'impotenza (disfunzione erettile) e l'eiaculazione precoce e più uomini, particolarmente i giovani, protestando circa il desiderio sessuale e la curvatura bassi del pene (la malattia di Peyronie).

Presentando il lavoro all'associazione europea del congresso (virtuale) dell'urologia, dopo l'accettazione recente per la pubblicazione, il Dott. Paolo Capogrosso (ospedale di San Raffaele, Milano, Italia) della guida della ricerca ha detto:

“Su gli anni 10 abbiamo veduto un cambiamento reale in che cosa interessa gli uomini quando assistono alle cliniche di salubrità sessuali. Ciò probabilmente è guidata da maggior apertura ed uomini ora che accettano che molti problemi sessuali possano essere trattati, piuttosto che essendo qualcosa non vogliono parlare di„.

Il successo dei trattamenti di disfunzione erettile quali Viagra e Cialis e la disponibilità di nuovi trattamenti, significa che gli uomini che affrontano i problemi sessuali ora hanno avere trattamenti per i problemi sessuali che non erano disponibili una generazione fa. Ora i ricercatori all'ospedale di San Raffaele a Milano hanno studiato perché gli uomini vengono alle cliniche di salubrità sessuali e come questo ha passato un periodo di dieci anni.

In che cosa è creduto per essere la prima ricerca del suo genere, gli scienziati hanno interrogato 3244 ospiti maschii alla clinica di salubrità sessuale dell'ospedale di San Raffaele a Milano sugli anni 10 (2009 - 2019) ed hanno classificato il motivo principale per la visita. Hanno trovato che il numero dei pazienti che visualizzano con i problemi di disfunzione erettile aumentati dal 2009 al 2013, quindi iniziati per diminuire.

C'era lamentarsi di comparativamente pochi pazienti dell'impulso sessuale basso o della malattia di Peyronie nel 2009, ma i reclami circa entrambe circostanze si sviluppano dal 2009 alla conclusione dello studio. Nel 2019 gli uomini erano intorno 30% più probabili riferire la malattia di Peyronie che nel 2009 ed intorno 32% più probabilmente a desiderio sessuale basso di rapporto.

La quantità di lamentarsi degli uomini dell'eiaculazione precoce ha caduto vicino intorno 6% durante il periodo di dieci anni. L'età media di prima partecipazione anche al caduto a clinico, da una media di 61 - 53 anni.

“La disfunzione erettile è ancora il motivo principale per assistere alla clinica, ma questo numero sta cadendo, mentre intorno 35% degli uomini che assistono alla clinica ora si lamentano della malattia di Peyronie e quel numero ha indicato la crescita costante„ Paolo detto Capogrosso. “I nostri pazienti egualmente stanno ottenendo più giovani, che possono riflettere un cambiamento generazionale nell'atteggiamento ai problemi sessuali„.

Il Dott. Capogrosso ci ha continuati “deve essere chiaro circa cui queste figure significano. Non indicano alcun cambiamento nella prevalenza di queste circostanze, che cosa mostrano sono perché gli uomini sono venuto alla clinica. Cioè mostra che cosa sono interessate circa. I cambiamenti probabilmente egualmente riflettono la disponibilità dei trattamenti; poichè i trattamenti per le circostanze sessuali sono diventato disponibili nel corso degli ultimi anni, gli uomini sono meno probabili soffrire nel silenzio„.

Questi sono risultati da un singolo centro, in modo da devono essere confermate dagli studi più inclusi. “Tuttavia c'sembra essere di crescente consapevolezza dei termini quale la malattia di Peyronie, con gli articoli che sono publicati nella stampa popolare. Inoltre, sappiamo che la consapevolezza di questa circostanza sta aumentando di U.S.A. ed altrove, in modo da questa può essere il Dott. detto Capogrosso di una tendenza generale„.

Sebbene questi dati siano in qualche modo preliminari poichè provengono dalla singola istituzione sono interessanti perché permettono che noi formuliamo parecchio l'ipotesi. Per esempio il calo negli uomini che presentano con la disfunzione erettile può significare che i medici di famiglia stanno diventando più comodi affrontando questa emissione e che i pazienti non sono mai centri specializzati riferiti a. Inoltre il calo simultaneo nell'età alla presentazione e l'aumento nella malattia e nell'impulso sessuale basso di Peyronie potrebbero indicare che entrambi gli uomini ed i loro partner stanno diventando più consci ad ottimizzare le loro vite sessuali. Sarò molto interessante da vedere se queste tendenze sono egualmente presenti in altri centri intorno al mondo.„

Dott. Mikkel Fode, professore associato di urologia all'università di Copenhaghen