Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'ambulatorio di avanguardia permette ai pazienti con la paralisi facciale di chiudere i loro occhi

I chirurghi a UT sudoccidentale hanno sviluppato ed analizzato i vantaggi di una tecnica di avanguardia che fornisce ai pazienti la paralisi facciale la capacità di chiudere i loro occhi. Hanno concluso che l'ambulatorio - che è eseguito soltanto ad una manciata di istituzioni intorno al mondo, compreso UTSW - non solo pazienti permessi per lampeggiare e chiudere volontariamente i loro occhi, ma anche protetto loro contro il danneggiamento progressivo della cornea che è veduta tipicamente con la paralisi facciale.

La procedura, descritta in un articolo di coperchio del marzo 2020 in plastica e chirurgia ricostruttiva del giornale, comprende reinnervating i muscoli intorno all'occhio che permettono la chiusura dell'occhio via una combinazione di tecniche. La nuova ricerca ha dimostrato che i pazienti non solo potrebbero chiudere i loro occhi la protezione migliore più velocemente e più completamente ma anche esibita della cornea. Inoltre, i ricercatori hanno indicato che pazienti che la maggior parte del vantaggio da questo approccio è quelli con la paralisi facciale per meno di 18 mesi.

Vedere i pazienti presto dopo la lesione è molto importante. Molti pazienti miglioreranno da sè, ma per coloro che non fa, il tempo è critico. La perdita di tempo significa la perdita di muscolo ed a certo punto, questa perdita è irreversibile. Di conseguenza se raggiungiamo questi pazienti abbastanza presto, possiamo ridirigere o riavvolgere alcuni di questi nervi e realmente salviamo i muscoli intorno all'occhio e ripariamo la funzione. C'è questo ventaglio di opportunità che realmente vogliamo i pazienti ed i medici essere informati di.„

Shai Rozen, M.D., guida di studio, professore e vice presidente di ricerca e sviluppo di chirurgia plastica a UTSW

La paralisi facciale ha una serie di cause - il trauma, i cancri di collo e capi, la complicazione da un'infezione virale e la paralisi di Bell sono il più comune. Una delle sfide che più difficili i pazienti con la paralisi facciale hanno è l'incapacità di chiudere i loro occhi; ciò può piombo ad irritazione ed allo sfregio successivo delle cornee - il livello esterno degli occhi che copre l'allievo - poiché non possono essere protetti o inumiditi dalle palpebre.

“Tradizionalmente, i chirurghi hanno provato ad impedire questa lesione dell'apparato visivo impiantando l'oro o pesi del platino alla palpebra superiore ed a sollevare la palpebra più bassa, concedendo a pazienti chiusura passiva dei loro occhi,„ Rozen dice. “Questo è una tecnica eccellente che continuiamo ad usare ed assicuriamo la protezione pricipalmente alla notte ma di meno così durante il giorno, quando anche il vento o il condizionamento d'aria minimo causerà la siccità ed il disagio. Riparando la funzione ai muscoli fornisce ai pazienti la capacità di lampeggiare o di chiudere rapidamente i loro occhi in un più volontario ed a volte anche in un modo riflessivo.„

Rozen si è specializzato nell'area della paralisi facciale per 13 anni a UTSW. Durante i sette anni scorsi, lui ed i suoi colleghi al centro medico hanno cominciato cercare le soluzioni supplementari per la chiusura dell'occhio nei pazienti facciali di paralisi e più ulteriormente hanno sviluppato questo approccio - il reinnervation degli occhi di orbicularis muscle, in cui i chirurghi ricollegano o guidano i nervi nuovamente dentro i muscoli intorno all'occhio. Ora hanno eseguito l'ambulatorio su più di 40 pazienti a UTSW.

Per la nuova ricerca, Rozen ha confrontato i risultati di 11 paziente facciale di paralisi di UTSW che hanno ricevuto il più nuovo ambulatorio e di 16 chi ha ricevuto soltanto i pesi tipici dell'oro in loro palpebre. Tutti i pazienti continuamente sono stati valutati e riflesso stati per parecchi anni dopo la loro chirurgia facendo uso delle foto e dei video, permettendo la misura accurata di moto e della velocità della chiusura dell'occhio. Inoltre, gli esami di occhio corneali sono stati eseguiti da Jeremy Bartley, M.D., un esperto corneale e un assistente universitario dell'oftalmologia a UTSW, che è egualmente un co-author su questo studio.

A 15 mesi dopo chirurgia, i pazienti che avevano subito reinnervation del muscolo intorno all'occhio potrebbero chiudere i loro occhi più di cinque volte più velocemente di prima l'ambulatorio e 32,8 per cento di più veloci dei pazienti con soltanto i pesi dell'oro. A 21 mese di post-chirurgia, 89 per cento dei pazienti che avevano ricevuto il reinnervation del muscolo potrebbero completamente chiudere i loro occhi, mentre soltanto 7,1 per cento di altri pazienti potrebbero.

Inoltre, gli esami della cornea hanno provato una differenza significativa. I pazienti che avevano ricevuto l'ambulatorio di reinnervation del muscolo hanno avuti 67,9 per cento meno danno corneale.

“Dando a pazienti la capacità di lampeggiare e di chiudere volontariamente i loro occhi, possono proteggere molto meglio i loro occhi durante il giorno,„ Rozen dice.

“Dopo che un muscolo non è stato stimolato per circa 18 mesi, diventa molto più duro - e finalmente impossibile - riparare la sua funzione,„ aggiunge. “Quel il mezzo là è un breve ventaglio di opportunità in cui possiamo fare una differenza per i pazienti.„

Rozen spera che la consapevolezza di importanza di intervento iniziale si sparga fra i pazienti - come pure tra altri medici e guardiani che vedono spesso i casi facciali di paralisi - in modo che più gente sia cosciente di questa opzione e la consideri.

“Molta gente pensa o che è detta che dovrebbero aspettare alcuni anni e vedere se qualche cosa migliora,„ dice. “Ma li vorrei per non aspettare così lungamente. Se i pazienti non vedono alcun moto dopo sei mesi, essere veduto e discutere le opzioni differenti possono provocare a lungo termine il notevole vantaggio.„

Source:
Journal reference:

Mohanty, A.J., et al. (2020) Orbicularis Oculi Muscle Reinnervation Confers Corneal Protective Advantages over Static Interventions Alone in the Subacute Facial Palsy Patient. Plastic and Reconstructive Surgery. doi.org/10.1097/prs.0000000000006608.