Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il trattamento dell'ossido di azoto può essere chiave nella lotta contro COVID-19

Il trattamento dell'ossido di azoto può essere chiave nella lotta contro SARS-CoV-2, il coronavirus del mondo che causa COVID-19, secondo un esame dall'università di George Washington (GW). L'articolo è pubblicato nell'ossido di azoto del giornale.

L'ossido di azoto è una molecola antimicrobica ed antinfiammatoria con i ruoli chiave nella funzione vascolare polmonare nel contesto delle infezioni virali e di altre malattie polmonari. Nell'infezione SARS-CoV-1, che piombo nel 2003 allo scoppio di SAR (sindrome respiratorio acuto severo), l'ossido di azoto ha inibito la replicazione virale dalle reazioni citotossiche attraverso i composti intermedi quale peroxynitrite. È uno di parecchi trattamenti di potenziale COVID-19 inclusi nel programma di accesso ampliato emergenza degli Stati Uniti Food and Drug Administration.

L'ossido di azoto svolge i ruoli chiave nel mantenimento della funzione vascolare normale e nella regolamentazione delle cascate infiammatorie che contribuiscono alla lesione di polmone acuta (ALI) ed alla sindrome di emergenza respiratoria acuta (ARDS). Gli interventi che sono protettivi contro ALI e ARDS possono svolgere un ruolo critico per i pazienti ed i sistemi di salubrità durante la pandemia.„

Adam Friedman, MD, presidenza provvisoria e professore nel dipartimento di dermatologia alle scienze della scuola di medicina e di salubrità di GW ed in autore co-senior della rassegna

Coronaviruses è virus a RNA che soprattutto infettano gli uccelli o il bestiame, ma può subire una mutazione per essere altamente contagioso e letale in esseri umani. Non c'è corrente il trattamento o vaccino registrato per COVID-19. L'assenza di trattamento specifico e l'alto tasso di mortalità del virus dettano un bisogno urgente per terapeutica che può gestire la diffusione della rapida e della replica del virus.

Il gruppo, piombo da primo Nagasai Adusumilli autore, MBA, uno studente di medicina quarto anno alle scienze della scuola di medicina e di salubrità di GW, ai dati esaminati a partire fra da 1993 e da 2020 sulla patogenesi dei coronaviruses e sull'uso di ossido di azoto come trattamento per la malattia respiratoria. Gli autori evidenziano il potenziale per ossido di azoto inalato che contribuisce ai migliori risultati clinici e che allevia lo sforzo rapido aumentante sulla capacità di sanità dovuto COVID-19.

Mentre i gruppi continuano a pubblicare più risultati con le loro rispettive piattaforme dell'ossido di azoto, il gruppo raccomanda che le variazioni di protocollo e di dosaggio dovrebbero essere esaminate nella valutazione degli studi.

“Con l'emergenza di COVID-19 come pandemia con la capacità di sopraffare l'organismo e la nostra infrastruttura di sanità, pazienti ha una necessità urgente di efficaci agenti che possono rallentare la malattia nei loro organismi e nelle loro comunità,„ Friedman ha detto.

Gli autori suggeriscono che se l'efficacia dell'ossido di azoto è illustrata per COVID-19, il suo uso mentre un trattamento può essere chiave nella lotta contro la pandemia.

Friedman sta collaborando con autore Joel co-senior Friedman, MD, PhD, professore della fisiologia e della biofisica e di medicina all'istituto universitario di Albert Einstein di medicina, sulla ricerca relativa all'uso di ossido di azoto in una vasta gamma di indicazioni mediche per vicino due decadi ed insieme sta sviluppando alla la terapeutica basata a ossido nitrica per COVID-19.

Source:
Journal reference:

Adusumilli, N.C., et al. (2020) Harnessing nitric oxide for preventing, limiting and treating the severe pulmonary consequences of COVID-19. Nitric Oxide. doi.org/10.1016/j.niox.2020.07.003.