Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli esperti utilizzano gli strumenti di analisi genomica per creare il trattamento personale per i malati di cancro del rene

Gli esperti alla città di speranza e dell'istituto di ricerca di traduzione di genomica (TGen) stanno utilizzando uno degli strumenti di analisi genomica più completi del mondo per pianificare le pianificazioni personali del trattamento per i malati di cancro metastatici del rene.

Mentre gli medico-scienziati sono all'inizio di questo viaggio lungo, credono che siano sul percorso giusto. Recentemente hanno pubblicato uno studio nel giornale di immunoterapia di Cancro che suggerisce che le mutazioni nel gene di TERT predicesse che un paziente non può essere ricettivo agli inibitori immuni del controllo quali nivolumab o pembrolizumab.

“La speranza ha luogo all'un giorno identifica i pazienti che trarranno giovamento da immunoterapia e coloro che non non. Finalmente possiamo potere distinguere quale paziente è adatto meglio per altri trattamenti, come la terapia mirata a,„ ha detto l'amico di Sumanta, M.D., uno degli autori senior dello studio ed il co-direttore del programma del Cancro del rene alla città di speranza, di una ricerca indipendente di fama mondiale e del trattamento concentra per cancro, il diabete ed altre malattie pericolose. Gli esempi della terapia mirata a includono gli inibitori endoteliali vascolari della chinasi (VEGF) della tirosina di fattore di crescita come cabozantinib.

Quasi 74.000 nuovi casi del cancro del rene saranno diagnosticati questo anno e circa 14,800 persone moriranno dalla malattia, secondo l'associazione del cancro americana. Ironicamente, gli esperti sanno che i pazienti che hanno determinate mutazioni genetiche sono più suscettibili delle droghe specifiche, ma la maggior parte dei medici geneticamente non stanno ordinando i tumori di ogni malato di cancro del rene, Pal ha detto.

È un paradosso: Non utilizziamo la terapia mirata a in un modo mirato a. Alla città di speranza, abbiamo cominciato a fornire il genoma completo e il exome che ordinano per tutti i pazienti con il cancro della fase 4, indipendentemente dal loro sito del cancro.„

Amico di Sumanta, M.D., co-direttore, programma del Cancro del rene alla città di speranza

La città di speranza è sul passo da essere il solo centro principale del cancro negli Stati Uniti geneticamente per profilare i tumori di ogni singolo paziente, indipendentemente dal tipo del cancro. Lo scopo è di permettere ai pazienti di ricevere le efficaci terapie mirate a o di iscrivere prima possibile la gente ai test clinici innovatori in moda da poterle combattere essi la loro malattia.

Nello studio, l'amico ed i suoi colleghi hanno inviato i campioni del 91 tumore al laboratorio clinico di TGen, analisi dei dati dei pazienti di Ashion, di modo che gli esemplari hanno potuto essere ordinati dalla GEMMA extra uno strumento avanzato che caratterizza l'intero exome tumore-normale che ordina ed intero ordinamento del transcriptome del tumore. Queste sono delle le analisi livelle molecolare di interi DNA della proteina-codifica di ogni paziente e RNA.

“Lo scopo era di identificare le alterazioni genomiche che hanno correlato con la risposta di terapia,„ ha detto Sara Byron, Ph.D., assistente universitario nella divisione integrata di genomica del Cancro di TGen ed autore co-senior dello studio. “Abbiamo voluto usare questa “prova nell'ambiente„ per esplorare le funzionalità molecolari e genomiche potenziali connesse con la risposta.„ (L'analisi dei dati di Ashion recentemente ha annunciato che Assistenza sanitaria statale ha approvato la copertura il supplemento della GEMMA, potenzialmente consentente 44 milione nuovi accessi dei pazienti a questa prova, che mira a abbinare i pazienti con i migliori trattamenti disponibili per la loro malattia.)

I regimi terapeutici di trattamento del cancro del rene che comprendono la terapia mirata a o l'immunoterapia hanno germogliato dal 2015. Poiché i nuovi trattamenti hanno germogliato così rapido, gli scienziati ancora non hanno scoperto la strategia ideale per ordinare i regimi per i risultati ottimali. Inoltre, il modo corrente il rischio del trattamento che è valutato tende ad essere soggettivo con tendenziosità radicata, lo studio ha riferito. La città di speranza e TGen stanno funzionando per sviluppare ai i biomarcatori basati a laboratorio obiettivi per il cancro del rene.

Soltanto i pazienti di cui il delineamento genomica è stato eseguito prima di trattamento sistemico sono stati inclusi nello studio. I pazienti hanno ricevuto la terapia mirata a conosciuta come gli inibitori della chinasi della tirosina di VEGF (sunitinib, cabozantib, lenvatinib/everolimus) o l'immunoterapia (nivolumab, ipilimumab, pembrolizumab). Sono stati divisi in coloro che non ha ricevuto vantaggio clinico, significando che la loro malattia ha progredito, o coloro che ha ricevuto il vantaggio clinico, significante la malattia restretto o stabilizzato per più di sei mesi. Circa 19.396 geni e sequenze nucleiche sono stati analizzati per prendere in giro fuori una pianificazione terapeutica del trattamento che best suited ogni paziente basato sulle loro mutazioni specifiche del tumore. La più ricerca nelle più grandi dimensioni del campione è necessaria, ma gli scienziati sono disinseriti ad un buon inizio.

“Il cancro della fase 4 spesso è considerato incurabile, ma quello non deve sempre essere il caso,„ Pal ha detto. “Ordinando tutto il DNA di proteina-codifica, quello è ordinando l'intero exome, possiamo potere identificare i nuovi obiettivi terapeutici e quella è una prospettiva molto emozionante.„