Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova tecnica di scansione di CT può diminuire l'esposizione a radiazioni

Una tecnica di scansione di CT che divide un raggio di raggi x completo in beamlets sottili può consegnare la stessa qualità dell'immagine ad una dose di radiazioni molto diminuita, secondo un nuovo studio di UCL.

La tecnica, dimostrata su un piccolo campione in un micro scanner di CT, potrebbe potenzialmente adattarsi per gli scanner medici ed usato per diminuire la quantità di milioni di persone di radiazione sono esposti ad ogni anno.

Una scansione automatizzata (CT) di tomografia è un modulo dei raggi x che creano le visualizzazioni a sezione trasversale molto accurate dell'interno dell'organismo. È usata per guidare i trattamenti e diagnosticare i cancri ed altre malattie.

Gli studi passati hanno suggerito che scansioni di CT potesse causare un piccolo aumento nel rischio di cancro per tutta la vita perché le loro lunghezze d'onda ad alta energia possono danneggiare il DNA. Sebbene le celle riparino questo danno, a volte queste riparazioni sono imperfette, piombo alle mutazioni del DNA durante gli anni più tardi.

Nel nuovo studio, pubblicato nell'esame fisico applicato, i ricercatori hanno collocato una maschera con le fessure minuscole sopra un raggio di raggi x, tagliato sul raggio nei beamlets. Poi hanno mosso il campione che è imaged in un moto cicloidale che ha assicurato che l'intero oggetto fosse irradiato rapidamente - cioè, nessuna parte di è stata mancata.

I ricercatori hanno confrontato la nuova tecnica ai metodi di scansione convenzionali di CT, dove un campione gira come un faro abbagliante è diretto sopra verso, trovandolo consegnato la stessa qualità dell'immagine ad una dose notevolmente diminuita.

Il Dott. Charlotte Hagen (fisica medica di UCL & assistenza tecnica biomedica), primo autore del documento e un membro del UCL ha avanzato il gruppo di imaging a raggi X, ha detto: “Potere diminuire la dose di una scansione di CT è uno scopo a lungo cercato. La nostra tecnica apre le nuove possibilità per ricerca medica e crediamo che possa essere regolato per uso in scanner medici, contribuente a diminuire una sorgente chiave di radiazione per la gente in molti paesi.„

In NHS, circa cinque milione scansioni di CT sono eseguite ogni anno; negli Stati Uniti, il numero annuale delle scansioni di CT è più di 80 milioni. Lo scansione di CT è pensato per rappresentare un quarto dell'esposizione totale degli Americani a radiazione.

Le scansioni convenzionali di CT comprendono un raggio di raggi x che è girato intorno al paziente. Il nuovo metodo “cicloidale„ combina questa rotazione con un simultaneo indietro e un movimento in avanti.

L'uso dei beamlets permette ad una risoluzione di immagine più marcata, come la parte dello scanner “lettura„ che le informazioni dai raggi x possono individuare dove le informazioni stanno venendo da più precisamente.

Questo nuovo metodo fissa due problemi. Può essere usato per diminuire la dose, ma se spiegato alla stessa dose che può aumentare la risoluzione dell'immagine.

Ciò significa che la nitidezza dell'immagine può essere facilmente regolato facendo uso delle maschere con le aperture diaframma differente di taglia, permettendo la maggior flessibilità e liberando la risoluzione dai vincoli del hardware dello scanner.„

Il professor Sandro Olivo, autore senior del documento, della fisica medica di UCL & dell'assistenza tecnica biomedica