Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Metodo innovatore di tomografia ottica olografica per rappresentazione la cornea umana

Se gli occhi sono lo specchio dell'anima, quindi grazie alle cornee traslucide, possiamo esaminare in profondità quell'anima. E grazie al lavoro degli scienziati dal PASSO DI DANZA di IPC possiamo esaminare le profondità della cornea stessa. E quello senza toccarlo! Tutti i grazie all'introduzione di un metodo innovatore di tomografia ottica olografica.

La nostra idea era di rovinare il raggio laser coerente che illumina la cornea, in modo da potremmo estendere significativamente il tempo di esposizione senza mettere in pericolo la retina delicata. Allo stesso tempo, permette noi manteniamo un valore alto di potenza leggera, che permette che noi vediamo anche un a diffusione retrograda leggero molto debole dalla cornea.„

Il professor Maciej Wojtkowski

Ulteriormente, la natura volumetrica dei dati raccolti ha tenuto conto “la spianatura„ ottica della curvatura della cornea ed ottenere le immagini particolarmente marcate di tutti i sui livelli attraverso l'intera sezione. Ciò non è un compito facile, perché la trasparenza della cornea, sebbene concedi guardare dentro l'occhio, non facilita l'esame della cornea stesso.

Vecchi metodi il contatto richiesto l'anestesia dello strumento di misura con l'occhio e del bulbo oculare era così obbligatorio e la misura stessa - duratura. Tuttavia, anche quei più nuovi, facendo uso di OTTOBRE (tomografia ottica di coerenza), presentano le limitazioni dovute non digiunare abbastanza raccolta di immagine, che quando esamina un occhio non anestetizzato, rende all'immagine ottenuta confuso dovuto micro-movimento del bulbo oculare.

L'innovazione è venuto con le macchine fotografiche ultrarapide che registrano decine di migliaia di fotogrammi al secondo, che hanno permesso di registrare le immagini alla velocità del lampo. Il problema ad OTTOBRE standard era la risoluzione ed i artefatti derivando dal fatto che la cornea è curva e scandente lo, il raggio laser è sistemato leggermente diversamente in ogni divisorio. Ciò è dove gli scienziati dal PASSO DI DANZA di IPC entrano. Il loro metodo, conosciuto come tomografia olografica di OTTOBRE, li permette di catturare la cornea in una frazione di secondo e di registrare la sua intera profondità in una risoluzione estremamente alta e senza precedenti. Il paziente nemmeno avrà tempo di lampeggiare e la sua cornea è già imaged, con l'accuratezza così alta che anche gli unicellulari possono essere osservati. E se lei o lui anche lampeggia (bene, diciamo i movimenti l'occhio), il computer compenserà questo movimento, ancora dante un'immagine marcata.

- Inoltre la nostra nuova unità non ha parti mobili e grazie alla modulazione di fase del raggio laser che possiamo usare più potenza senza nuocere ai tessuti più profondi dell'occhio,„ spiega il professor Wojtkowski.

Il metodo messo a punto dagli scienziati dal centro internazionale per la ricerca di traduzione dell'occhio al PASSO DI DANZA di IPC ha una probabilità rivoluzionare la diagnosi delle malattie dell'occhio, non solo cornee, danti a medici uno strumento per esaminare rapidamente ed indolore i pazienti. Grazie al fatto che egualmente rende visibile che cosa è invisibile in una lampada a fessura comune ed è ugualmente non invadente, pazienti guadagneranno il conforto e gli oftalmologi otterranno incomparabile più informazioni.

Source:
Journal reference:

Auksorius, E., et al. (2020) In vivo imaging of the human cornea with high-speed and high-resolution Fourier-domain full-field optical coherence tomography. Biomedical Optics Express. doi.org/10.1364/BOE.393801.