Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il vaccino mRNA basato sperimentale COVID-19 suscita le risposte immunitarie protettive in animali

RNA messaggero che sperimentale (mRNA) il vaccino basato contro il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo suscita le risposte immunitarie protettive in mouse ed in primati non umani, ricercatori riferiscono il 23 luglio nella cella del giornale. Due iniezioni del vaccino erano sufficienti per indurre l'immunità robusta, completamente impedente l'infezione SARS-CoV-2 in mouse.

La protezione robusta osservata negli studi presenti e le chiare componenti immuni della protezione pavimentano il percorso in avanti per sviluppo del vaccino futuro COVID-19 in esseri umani.„

Cheng-Feng Qin, autore senior di studio, istituto di Pechino di microbiologia ed epidemiologia

i vaccini mRNA basati sono opzioni attraenti per la protezione contro SARS-CoV-2 perché possono essere progettati rapido e fabbricati ad una larga scala nelle settimane. Inoltre, gli studi preclinici hanno dimostrato che i vaccini mRNA basati inducono le risposte immunitarie potenti e largamente protettive contro i vari agenti patogeni con un profilo di sicurezza accettabile.

Nello studio delle cellule, Qin ed i suoi colleghi hanno sviluppato un mRNA consistente vaccino che codifica il dominio dell'ricevitore-associazione (RBD) della proteina della punta (s), che è situata sulla superficie di SARS-CoV-2. Il vaccino, nominato ARCoV, è incapsulato in nanoparticelle del lipido, che migliora la consegna nei tessuti.

L'ottimizzazione del RBD piuttosto che l'intera proteina di S può rappresentare un'opzione più sicura, potenzialmente avviante la produzione di meno anticorpi di neutralizzazione. Questi anticorpi potrebbero migliorare l'entrata virale nelle celle e la replicazione virale con un trattamento ha chiamato il potenziamento dipendente dall'anticorpo dell'infezione, che precedentemente è stata riferita per il virus relativo SAR-CoV--l'agente causativo dello scoppio di SAR nel 2002 al 2003.

I ricercatori hanno iniettato ARCoV nel tessuto del muscolo di 16 mouse e se un ripetitore sparasse più successivamente due settimane. Il vaccino ha suscitato la produzione degli alti livelli degli anticorpi di neutralizzazione, che proteggono le cellule ospiti impedendo al virus di interagire con loro. Questi anticorpi erano la protezione vasta inter-reattiva e d'offerta contro tre sforzi differenti di SARS-CoV-2. Inoltre, il vaccino ha aumentato il numero delle celle di T nella milza.

I mouse che hanno ricevuto due dosi di ARCoV e sono stati esposti a SARS-CoV-2 i 35 giorni successivamente non hanno mostrato segni di RNA virale nei polmoni o la trachea e nessun danno ai polmoni o infiammazione. I risultati da 20 scimmie di cynomolgus hanno indicato che due dosi di ARCoV hanno indotto una risposta a cellula T virus-specifica e la produzione degli anticorpi di neutralizzazione ai livelli che lontano superano quelli veduti nella maggior parte dei pazienti recuperati COVID-19. Inoltre, nessuno degli animali vaccinati hanno avvertito gli effetti contrari.

Per valutare la stabilità termica di ARCoV, i ricercatori hanno memorizzato il vaccino alle varie temperature per gli un, quattro, o sette giorni, iniettati nei mouse e visualizzati la sua distribuzione del tessuto. I risultati hanno indicato che il vaccino efficacemente è stato consegnato ai tessuti, raggiungenti lo stessi ad alto livello dell'espressione dopo la memorizzazione alla temperatura ambiente per una settimana, senza alcuni segni di attività in diminuzione. “Un vaccino pronto per l'uso e termostabile come ARCoV è altamente desiderabile da eliminare l'esigenza del trasporto della catena del freddo,„ Qin dice.

I ricercatori corrente stanno valutando la stabilità a lungo termine di ARCoV. “Inoltre, la durata dell'anticorpo di neutralizzazione indotta da ARCoV è ancora di essere, poichè l'esperienza da altri coronaviruses umani ha indicato la possibilità di reinfezione dovuto calare della risposta dell'anticorpo,„ Qin determinato dice. “Gli studi futuri sono necessari valutare la risposta immunitaria a lungo termine nei modelli animali e l'efficacia di ARCoV in esseri umani.„

Source:
Journal reference:

Zhang, N., et al. (2020) A thermostable mRNA vaccine against COVID-19. Cell. doi.org/10.1016/j.cell.2020.07.024.