Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli svizzeri studiano le manifestazioni come il momento critico è nel rispondere a COVID-19

Un nuovo studio pubblicato sul medRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare nel luglio 2020 rivela la natura cruciale di tempo come fattore nel gestire il tasso di mortalità nella pandemia corrente COVID-19. I precedenti al documento sono lo scoppio svizzero, in cui circa 30,000 persone sono stati infettati con il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo ed oltre 1.800 sono morto da febbraio all'inizio del maggio 2020. Lo studio suggerisce che l'introduzione rapida delle NPI nel marzo 2020 abbia impedito migliaia di morti in relazione con il virus in Svizzera.

Studio: Il tempo è dell
Studio: Il tempo è dell'essenza: contenimento dell'epidemia SARS-CoV-2 in Svizzera da febbraio al maggio 2020. Credito di immagine: Roger Gantner/Shutterstock

Il corso dello scoppio in Svizzera

Il primo caso in questo paese è venuto da una regione che raggiunge una regione commovente di Italia, ma la malattia si diffonde rapido la piccola nazione. In risposta allo scoppio, una sequenza degli interventi non farmaceutici (NPIs) è stata introdotta rapido, compreso la chiusura delle scuole primarie, delle memorie vendenti le merci non indispensabili ed i ristoranti come pure limitanti la riunione oltre di cinque genti il 20 marzo 2020.

L'epidemia ha mostrato un declino dopo l'introduzione di queste misure a marzo. Dal 10 maggio 2020, le restrizioni sono state sollevate. Il documento dai ricercatori all'università di Berna è puntato su che mostra come il periodo dell'entrata in vigore delle NPI pregiudica il corso dell'epidemia e del suo risultato.

Numero modellistico di nuove infezioni, dei pazienti ospedalizzati, dell
Numero modellistico di nuove infezioni, dei pazienti ospedalizzati, dell'occupazione (ICU) dell'unità di cure intensive e delle morti durante l'epidemia SARS-CoV-2 in Svizzera. Le linee continue mostrano che la stima di massima verosimiglianza del modello e le aree protette corrispondono agli intervalli di previsione di 95%. Il modello misura ai dati indicati come cerchi bianchi. Il numero riferito delle infezioni (quadrati grigi) è indicato per il confronto. La linea tratteggiata verticale indica il rafforzamento del sociale che distanzia il 17 marzo 2020.

Effetti potenziali delle NPI più in anticipo o successive

I ricercatori hanno usato la modellistica per stimare l'effetto degli scenari differenti sull'epidemia svizzera. Vale a dire, se le NPI fossero state stabilite più presto una settimana o una settimana più successivamente, come l'incidenza di infezione, il numero delle casse ospedalizzate e la mortalità, sarebbero cambiato?

La ricerca è stata basata sui modelli basati sulla popolazione della trasmissione ed ha compreso l'introduzione graduale delle NPI. La ricerca più iniziale ha indicato che queste piombo ad una riduzione ripida di efficace numero della riproduzione (r)e in Svizzera.

Riduzione di efficace Re di numero della riproduzione durante l
Riduzione di efficace Re di numero della riproduzione durante l'epidemia SARS-CoV-2 in Svizzera. La linea continua mostra che la stima di massima verosimiglianza del modello e dell'area protetta corrisponde all'intervallo della compatibilità di 95%. Abbiamo supposto che l'introduzione sequenziale delle NPI ha provocato una riduzione sigmoidale del velocita di trasmissione durante intorno 2 settimane. La linea tratteggiata verticale indica il rafforzamento del sociale che distanzia il 17 marzo 2020.

Facendo uso dei dati pubblici sul numero quotidiano dei casi confermati, delle ospedalizzazioni, delle ammissioni (ICU) dell'unità di cure intensive e delle morti relative al virus, i ricercatori hanno trovato inizialmente quello, le infezioni sono andato su esponenzialmente.

I ricercatori egualmente hanno stimato che il numero totale delle infezioni fosse circa dieci volte il numero dei casi inizialmente diagnosticati e confermati. Più successivamente, le casse diagnosticate ammontavano a circa 20% del totale, ma per concludere, dopo tutto NPI esistevano, sono caduto ancora a circa 10% del totale. Il preventivo globale, quindi, ammontava a circa 264.000 casi.

Facendo uso delle simulazioni di introduzione più in anticipo delle NPI, il modello ha mostrato che quella circa 2.000 morti avrebbero accaduto se le NPI continuassero a pregiudicare dopo il 10 maggio il numero delle morti negativamente. Se fossero state applicate più presto una settimana, il modello conclude rispettivamente che il numero di punta delle ospedalizzazioni sarebbe stato molto più basso, a ~ 440, come sarebbero state l'occupazione e la mortalità del picco ICU, a ~88 e a 400.

Se le NPI fossero state presentate più successivamente una settimana, questi numeri sarebbero salito sostanzialmente, con un numero di punta dell'ospedalizzazione di circa 10.200, un'occupazione di punta di ICU di 1.900 e la mortalità oltre di 8.000, rispettivamente.

Tripli di tempo di raddoppiamento con le NPI

Lo studio corrente ha indicato rispettivamente che l'efficace numero della riproduzionee (r) è caduto all'inizio da circa 2,6 a 0,64, che corrisponde ad un tempo di raddoppiamento dei circa 3 giorni e dei 9 giorni all'inizio dell'epidemia e della fase del post-lockdown. Ciò sottolinea l'urgenza delle NPI in anticipo nel contenere la diffusione del virus.

I ricercatori commentano, “una settimana di aumento esponenziale nelle nuove infezioni durante la diffusione iniziale di epidemia hanno richiesto 3,1 settimane del lockdown del `' per ridurre il numero delle infezioni allo stesso livello.„

Implicazioni dello studio

Ciò è il primo studio per analizzare gli effetti possibili degli scenari controfattuali riguardo alle alterazioni nella sincronizzazione delle entrate in vigore della NPI. I risultati sono supportati parzialmente dalla mortalità più bassa in Austria, che ha riferito i sui casi primissimi contemporaneamente alla Svizzera e che era egualmente la vittima della diffusione dalla vicinanza della Lombardia, in Italia. Tuttavia, l'introduzione in anticipo e rigorosa delle NPI entro una settimana del primo caso piombo ad un numero diminuito delle morti.

Inoltre, i ricercatori precisano che la tariffa di occupazione dell'alto picco ICU di quasi 2.000 che potrebbero potenzialmente derivare dalla mora di una singola settimana in NPI probabilmente avrebbe sopraffatto il sistema sanitario nazionale, poiché l'efficace capacità di ICUs in Svizzera era nell'aprile 2020 soltanto circa 1.275.

In breve, lo studio conclude, “il nostro studio illustra che il tempo è dell'essenza quando si tratta della risposta di scoppio. Abbiamo indicato che mentre una tempestiva realizzazione delle NPI in Svizzera avrebbe provocato i numeri considerevolmente più bassi delle casse ospedalizzate e delle morti, le misure che sono state approntate con successo impedite un carico molto più alto della morbosità e della mortalità di SARS-CoV-2-related.„

Da una settimana del virus che esponenziale la diffusione richiede tre settimane del lockdown per portare ancora il numero dei casi quotidiani di nuovo al livello originale, ritardi non solo le spinte il numero delle morti ma prolunga il periodo di lockdown. Un'imposizione più iniziale delle NPI rigorose, quindi, diminuirebbe il carico sociale ed economico di queste misure. Secondariamente, ci sono differenze significative nel numero delle infezioni nei cantoni differenti e questo può indicare che i nuovi scoppi locali probabilmente stanno andando essere limitati per separare le regioni.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2020, July 27). Gli svizzeri studiano le manifestazioni come il momento critico è nel rispondere a COVID-19. News-Medical. Retrieved on November 23, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200727/Swiss-study-shows-how-critical-time-is-in-responding-to-COVID-19.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Gli svizzeri studiano le manifestazioni come il momento critico è nel rispondere a COVID-19". News-Medical. 23 November 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200727/Swiss-study-shows-how-critical-time-is-in-responding-to-COVID-19.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Gli svizzeri studiano le manifestazioni come il momento critico è nel rispondere a COVID-19". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200727/Swiss-study-shows-how-critical-time-is-in-responding-to-COVID-19.aspx. (accessed November 23, 2020).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2020. Gli svizzeri studiano le manifestazioni come il momento critico è nel rispondere a COVID-19. News-Medical, viewed 23 November 2020, https://www.news-medical.net/news/20200727/Swiss-study-shows-how-critical-time-is-in-responding-to-COVID-19.aspx.