Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli adulti di colore sono più probabili preoccuparsi per il pagamento il trattamento COVID-19

La persona di colore è molto più probabile preoccuparsi per la loro capacità di pagare la sanità se diagnosticato con COVID-19 che le loro controparti bianche, secondo una nuova indagine da salubrità ad ovest senza scopo di lucro e da Gallup.

Da un margine di quasi due - uno (58% contro 32%), gli adulti di colore riferiscono che sono “estremamente interessati„ o “interessati„ circa il costo potenziale di cura. Quella preoccupazione è tre volte più su fra più a basso reddito contro le famiglie più con reddito elevato (60% contro 20%).

I dati vengono dalla salubrità/dallo studio ad ovest sanità di Gallup Stati Uniti, un'indagine in corso circa le esperienze degli Americani con e gli atteggiamenti circa il sistema sanitario. Gli ultimi risultati sono basati su un campione nazionalmente rappresentativo di 1.017 adulti degli Stati Uniti intervistati fra l'8 giugno ed il 30 giugno.

Ulteriormente, l'indagine trova una tendenza di disturbo quando si tratta di insicurezza del farmaco. In generale, 24% degli adulti degli Stati Uniti dicono che mancavano della moneta per pagare almeno una hanno prescritto la medicina nei 12 mesi scorsi, un aumento da 19% all'inizio del 2019.

Fra gli Americani di colore, il carico sta sviluppandosi più rapidamente. L'insicurezza del farmaco ha saltato 10 punti percentuali, 21% - 31%, rispetto ad un aumento a tre punti statisticamente irrilevante fra gli Americani bianchi (17% - 20%).

Stiamo vedendo un significativo e stiamo aumentando il disaccordo razziale e socioeconomico quando si tratta dei punti di vista degli Americani sul costo della sanità e sul suo impatto sulle loro vite quotidiane. Quando abbiamo cominciato votare all'inizio del 2019, vicino a 1 in 5 Americani non potevano pagare il farmaco prescritto negli ultimi 12 mesi.

Oggi è 1 in 4 e le disparità fra la corsa ed il reddito stanno sviluppando e continueranno a svilupparsi senza più atto dai fornitori e dai responsabili della politica.„

Sferza di Tim, ufficiale principale di strategia, istituto ad ovest di salubrità

“L'aumento statisticamente significativo in Americani che avvertono l'insicurezza del farmaco è da sè uno spostamento notevole,„ ha detto Dan Witters, ricercatore senior di Gallup. “L'aumento di 10 punti percentuali fra gli Americani di colore fra 2019 all'inizio del ed oggi servisce da prova ben fondata che la situazione sta peggiorando più acutamente per coloro che è già la maggior parte al rischio.„

Lavoratori di colore due volte probabilmente al rapporto che resta nel processo indesiderato

In mezzo di vasta preoccupazione circa il pagamento il costo di COVID-19 o di altre spese mediche, i vantaggi di assicurazione sanitaria sono più importante probabile che mai ai lavoratori degli Stati Uniti. La salubrità/Gallup ad ovest esamina i ritrovamenti che 12% dei lavoratori stanno restando in un processo che vogliono andare perché sono impaurite dei vantaggi perdenti di sanità, un sentimento che è circa due volte probabile essere tenuto dai lavoratori di colore contro i lavoratori bianchi (17% contro 9%).

Alti aiuti pubblici per il negoziato di governo e per il divieto dei fundraising dal pharma

Gli Americani fanno un passo attraverso le righe razziali nel loro contributo in modo schiacciante per respingere i fundraising dalle ditte farmaceutiche e ad intervento del governo nei limiti dei prezzi della regolazione per la ricerca sostenuta dal governo e un vaccino di COVID.

Quasi 9 in 10 adulti degli Stati Uniti (89%) pensano il governo federale dovrebbe potere negoziare il costo di un vaccino COVID-19 mentre soltanto 10% dicono che le compagnie farmaceutiche stessa dovrebbero fissare il prezzo. Similmente, 86% degli adulti degli Stati Uniti dicono che ci dovrebbero essere limiti sul prezzo delle droghe che ricerca finanziata dal governo contribuita per svilupparsi. Per quanto riguarda l'influenza delle ditte farmaceutiche sul processo politico, 78% degli adulti degli Stati Uniti dicono che le campagne politiche non dovrebbero essere ammesse di accettare le donazioni dalle ditte farmaceutiche durante la pandemia di coronavirus.