Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

il Iota-carrageenano da alga rossa inibisce SARS-CoV-2 negli stati del laboratorio

In un documento recente del bioRxiv*, un gruppo di ricerca dalla società biofarmaceutica di Marinomed Biotech in Austria ha indicato che un iota-carrageenano solfonato del polisaccaride ha la tendenza ad impedire l'entrata delle cellule del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo usando un'analisi in vitro di neutralizzazione.

Con milioni di persone influenzate dalla pandemia di malattia di coronavirus (COVID-19), causata da SARS-CoV-2, la pressione enorme è stata esercitata sulla comunità di ricerca globale trovare un'efficace droga o vaccino. Finora, questi sforzi sono stati evasivi, anche se parecchi candidati di promessa sono affiorato recentemente.

il Iota-carrageenano è un polisaccaride solfonato trovato in determinate specie di alga rossa (crispus del Chondrus) con attività antivirale già affermata contro i virus respiratori, che soprattutto è stata dimostrata nelle colture cellulari e nei modelli dell'animale.

Studio: L
Studio: L'analisi in vitro di neutralizzazione SARS-CoV-2 rivela l'inibizione di entrata del virus dal iota-carrageenano. Chondrus Crispus. Credito di immagine: Fernando Sanchez Cortes/Shutterstock

In breve, questo polimero sembra attaccare direttamente ai virus, ostacolanti a sua volta il collegamento virale alle cellule ospiti. Di conseguenza, uno spray nasale che contiene le varie concentrazioni di iota-carrageenano è stato sviluppato e già è stato registrato come apparecchio medico, con i rhinoviruses che sono un obiettivo principale.

La sorveglianza clinica disponibile del post-servizio e di dati ha indicato che il iota-carrageenano ben-è tollerato, con un numero piuttosto basso degli eventi avversi riferiti. Può questa essere un'altra luce di speranza contro COVID-19?

Con l'uso di un sistema lentiviral specifico, i ricercatori austriaci dal Marinomed Biotech in Korneuburg hanno verificato la capacità del iota-carrageenano e di altri polisaccaridi solfonati di impedire il collegamento virale e l'entrata successiva delle cellule.

Efficacia di valutazione di neutralizzazione dei polimeri solfonati

In questo studio, i ricercatori hanno utilizzato una punta SARS-CoV-2 lentivirus pseudotyped per verificare l'efficacia di neutralizzazione di un intervallo dei polimeri solfonati - iota-carrageenano, kappa-carrageenano, lambda-carrageenano e fucoidans.

Il lentivirus pseudotyped punta suddetta SARS-CoV-2 era sviluppato di recente per lo studio sull'entrata punta-mediata delle cellule usando l'attività del reporter di luciferase. Più specificamente, il collegamento di SARS-CoV-2 al recettore cellulare usando la proteina della punta può essere misurato via attività del reporter di luciferase, direttamente correlante con il risparmio di temi di trasduzione.

E poiché la spina dorsale di questo virus è compresa un lentivirus di replica, non c'è realmente rischio di infezione per il personale addetto alla ricerca. Di conseguenza, gli esperimenti possono essere eseguiti in un ambiente molto meno rigoroso del Livello 2 di sicurezza biologica.

Iota-carrageenano come “l'uomo partita„

I ricercatori hanno indicato che il iota-carrageenano ha la tendenza ad impedire l'entrata delle cellule del lentivirus pseudotyped punta SARS-CoV-2 in un modo dipendente dalla dose. Inoltre, anche le concentrazioni basse di iota-carrageenano erano capaci di neutralizzazione delle particelle virali.

Quando il iota-carrageenano è stato confrontato ad altri polimeri solfonati dalle specie differenti, era chiaro che il iota-carrageenano ha efficacia superiore. Le particelle di lentivirus pseudotyped punta SARS-CoV-2 sono state neutralizzate efficientemente con un valore inibitorio mezzo massimo di concentrazione di 2,6 microgram/ml del iota-carrageenano.

I ricercatori egualmente suppongono che l'inibizione osservata con il kappa-carrageenano e il lambda-carrageenano sia pricipalmente dovuto la presenza di iota-carrageenano in questi prodotti pure. Quindi, la più ricerca con il iota-carrageenano, ma le kappe anche migliore-raffinate ed i polimeri di lambda, è autorizzata per permettere le conclusioni ferme sul loro effetto di didascalia virale determinato.

Eliminazione del divario

I dati precedenti del laboratorio sul iota-carrageenano contro i vari rhinoviruses e i coronaviruses hanno dimostrato i simili valori inibitori mezzo massimi di concentrazione e tradotti prontamente in efficacia clinica quando uno spray nasale ha diminuito con successo la durata e la severità del raffreddore.

“Di conseguenza, i nostri dati suggeriscono che il trattamento con il iota-carrageenano profilattico o dal punto di vista terapeutico possono essere similmente efficaci in esseri umani che soffrono da COVID-19„, sottolineano gli autori di studio in loro documento del bioRxiv.

Questi risultati sono egualmente pertinenti riguardo allo sviluppo di un vaccino contro SARS-CoV-2 ed allo sviluppo degli anticorpi di neutralizzazione duraturi poiché il loro potenziale protettivo sarà chiave per con successo affrontare questa pandemia.

E se un altro virus respiratorio novello emerge in futuro, il iota-carrageenano può servire da iniziale, il trattamento non specifico che eliminerà il divario fra l'identificazione di un agente causativo ed il riuscito sviluppo dei antivirals specifici o dei vaccini.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2020, July 29). il Iota-carrageenano da alga rossa inibisce SARS-CoV-2 negli stati del laboratorio. News-Medical. Retrieved on December 09, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200729/Iota-carrageenan-from-red-seaweed-inhibits-SARS-CoV-2-in-laboratory-conditions.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "il Iota-carrageenano da alga rossa inibisce SARS-CoV-2 negli stati del laboratorio". News-Medical. 09 December 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200729/Iota-carrageenan-from-red-seaweed-inhibits-SARS-CoV-2-in-laboratory-conditions.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "il Iota-carrageenano da alga rossa inibisce SARS-CoV-2 negli stati del laboratorio". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200729/Iota-carrageenan-from-red-seaweed-inhibits-SARS-CoV-2-in-laboratory-conditions.aspx. (accessed December 09, 2021).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2020. il Iota-carrageenano da alga rossa inibisce SARS-CoV-2 negli stati del laboratorio. News-Medical, viewed 09 December 2021, https://www.news-medical.net/news/20200729/Iota-carrageenan-from-red-seaweed-inhibits-SARS-CoV-2-in-laboratory-conditions.aspx.