Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il vasto intervallo di terapeutica sta valutando per la malattia del Parkinson

Un esame dei test clinici corrente registrati degli agenti che mirano alla malattia del Parkinson (PD) rivela che c'è una vasta conduttura sia delle terapie sintomatiche che potenzialmente dimodificazioni corrente che sono valutate.

I ricercatori riferiscono che la prospettiva per i pazienti è incoraggiante, dato la vasta gamma di terapeutica che è provata clinicamente. Sottolineano l'importanza di aggancio della comunità del Parkinson nella ricerca. La loro analisi e risultati sono pubblicati nel giornale della malattia del Parkinson.

Il palladio è uno stato neurodegenerative per cui non c'è corrente maturazione. L'incidenza di palladio sta aumentando, con il numero dei casi preveduti per raddoppiarsi da ora al 2040 universalmente.

La maggior parte dei trattamenti farmacologici correnti per palladio era approvata per uso clinico nella seconda metà del secolo scorso e forniscono soltanto il sollievo sintomatico.

I derivati di queste terapie continuano ad essere esplorati nei test clinici, insieme alle terapie potenzialmente dimodificazione che possono rallentare, fermare, o invertire la circostanza.

Con la scoperta dei primi fattori di rischio genetici per palladio alla fine di questo secolo, i ricercatori hanno cominciato a sviluppare una migliore comprensione delle vie biologiche possibili che possono essere governare/che influenza il neurodegeneration progressivo connesso con palladio.„

Simon Stott, PhD, autore senior, vice direttore di ricerca, la fiducia del Parkinson della maturazione

“Queste scoperte piombo ad un numero crescente dei test clinici che mirano a un numero aumentante di meccanismi potenzialmente malattia-pertinenti di atto. È importante affinchè la ricerca e le comunità di Parkinson resti all'altezza l'esteso, paesaggio cangiante per evidenziare le tendenze e gestire meglio le aspettative.„

Questa analisi fornisce la prima vasta generalità dei test clinici corrente registrati degli agenti che mirano al palladio. Dimostra che c'è corrente una somma enorme di ricerca clinica che è condotta sugli agenti terapeutici per palladio che sta esplorando una vasta gamma di agenti che hanno meccanismi differenti di atto e degli obiettivi terapeutici.

“La prospettiva è incoraggiante per il campo di test clinico, dato il vasto intervallo di terapeutica che è valutata clinicamente,„ Richard commentato Wyse, il MD, Direttore di ricerca e sviluppo, la fiducia del Parkinson della maturazione, Londra, Regno Unito.

“Lo sviluppo dei biomarcatori e di nuovi approcci di Parkinson a progettazione di prova, con i livelli aumentanti di dati aperti/di scienza e di pubblicazione aperte dei risultati per tutte le prove contribuirà ad accelerare il progresso nel portare i trattamenti di nuovo Parkinson in avanti.„

I ricercatori hanno effettuato un esame dei test clinici delle terapie farmacologiche per palladio facendo uso dei dati di prova ottenuti dal database internazionale di ClinicalTrials.gov ed hanno eseguito un'analisi di ripartizione degli studi che erano il 21 gennaio 2020 attivi.

Hanno identificato 145 registrati ed i test clinici in corso per terapeutica che mira al palladio, di cui 51 (35%) sono fase 1, 66 (46%) sono fase 2 e 28 (19%) sono fase 3. Ci sono 57 prove (39%) che mettono a fuoco sulle terapie di modificazione di malattia a lungo termine, con le 88 terapie studianti rimanenti di prove (61%) per sollievo sintomatico a breve termine e quotidiano. Complessivamente 50 prove (di 34%) stanno verificando le terapie repurposed.

Gli avvocati della ricerca di Parkinson erano la forza motrice dietro questo studio.

Come il patito di Susan del co-author, il partner della cura di un Parkinson, ricerca l'avvocato e l'editore di http://www.PDTrialTracker.info, celebre,

“La comunità paziente porta una combinazione dell'esperienza viva nella malattia, in una sensazione di urgenza ed in una schiera degli ambiti di provenienza di carriera e degli insiemi di abilità che possono tutti contribuire immenso al trattamento della ricerca. Eventualmente, avere una più chiara visualizzazione della conduttura di prova permetterà alla maggior consapevolezza intorno alle opportunità per il ricercatore/la collaborazione paziente.„

Co-author Kevin McFarthing, PhD, un avvocato paziente ed esperto in management dell'innovazione che mantiene la lista di speranza (https://bit.ly/ParkinsonsHopeList) e contribuisce al giornale della sezione di punti culminanti di test clinici della malattia del Parkinson, aggiunto, “come i pazienti e personale che dispensa le cure, abbiamo un interesse acquisito nel successo dei test clinici e speriamo che una maggior consapevolezza della conduttura aumenti le probabilità di più terapie che raggiungono i pazienti nell'immediato futuro.

Il numero dei test clinici in corso è incoraggiante per la comunità del Parkinson, particolarmente la proporzione elevata delle iniziative repurposed che aumentano le probabilità di nuova terapia che diventa più rapidamente disponibile. La larghezza degli obiettivi per sia le terapie sintomatiche che dimodificazioni mostra il valore della ricerca primaria in molti anni.

Gary Rafaloff, PhD, un avvocato paziente e co-author di questo studio, è stata compresa nella ricerca di Parkinson dalla sua diagnosi otto anni fa, inizialmente come volontario di prova e più recentemente come membro di un gruppo di studio della ricerca.

“La mia speranza è che questo esame della ricerca lo renderà più facile per coloro che conduce la ricerca, coloro che costituisce un fondo per la ricerca e per di più, coloro che si offre volontariamente per partecipare alla ricerca, per collaborare più efficientemente con lo scopo finale di scoperta delle terapie più efficaci e possibilmente una maturazione, per la malattia,„ ha detto.

“Per la comunità paziente del Parkinson è importante non solo per la comunità di ricerca essere informato di questo paesaggio di test clinico, ma anche da cui il gruppo di volontari coraggiosi da partecipare alle prove è riunito.

È estremamente importante affinchè il paziente e la comunità di personale che dispensa le cure sia di più impegnato con la ricerca, fornente le comprensioni apprezzate come gli aspetti differenti del trattamento di test clinico potrebbero potenzialmente essere migliorati,„ nel Dott. conclusivo Stott.

Source:
Journal reference:

Kevin, M., et al. (2020) Parkinson’s Disease Drug Therapies in the Clinical Trial Pipeline: 2020. Journal of Parkinson's Disease. doi.org/10.3233/JPD-202128.