Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: L'alto zucchero di sangue può avviare i risultati peggiori in pazienti COVID-19

Poichè COVID-19 continua a infuriarsi attraverso gli Stati Uniti, i ricercatori sono scavare più profonda in come il virus provoca la distruzione sull'organismo, particolarmente per quelle con una malattia cronica preesistente.

Ora, dopo le osservazioni preliminari di 200 pazienti COVID-19 con l'iperglicemia severa, un gruppo della medicina del Michigan sta facendo luce in un nuovo documento americano di associazione del diabete circa perché l'alto zucchero di sangue può avviare i risultati peggiori nella gente infettata con il virus.

Ed i ricercatori hanno sviluppato uno strumento di gestione dello zucchero di sangue che può potenzialmente diminuire il rischio di infezioni, di emissioni del rene e di soggiorni secondari di terapia intensiva nella gente con il diabete, i prediabetes o l'obesità che ottiene COVID-19.

“Ha basato sulle osservazioni preliminari dei nostri pazienti, quelli con una di queste circostanze preesistenti sono ad ad alto rischio per rendere dalla la disfunzione respiratoria indotta da virus molto peggiore, potenzialmente con conseguente morte,„ dice prima l'autore Roma Gianchandani, M.D., un professore di medicina interna nella divisione della medicina del Michigan di metabolismo, dell'endocrinologia e del diabete.

Ma perché?

Autore Ph.D. senior di Schiocco-Busui di Rodica M.D., il Larry. Professore di D Soderquist del diabete, professore di medicina interna e presidenza vice della ricerca clinica nel dipartimento di medicina interna, sospetti è la qualità inferiore, la natura infiammatoria del diabete e l'iperglicemia che promuovono l'impulso infiammatorio dei virus, con conseguente insulino-resistenza ed iperglicemia severa.

“Quando l'organismo si trasforma in questo infiammato, avvia una risposta immunitaria anormale che invece di appena attacco del virus, pregiudica il resto delle celle in buona salute e del tessuto dell'organismo, piombo al deterioramento rapido nella salubrità,„ dice.

Specificamente, questi pazienti sono ad un rischio aumentato per ventilazione meccanica, terapia della sostituzione del rene dovuto insufficienza renale e che richiede i farmaci conosciuti come i vasopressori per fermare pericolosamente l'ipotensione o gli steroidi combattere la sindrome di emergenza respiratoria acuta.

“Tutte queste complicazioni rendono la gestione dello zucchero di sangue più difficile, ma il nostro gruppo è convinto che questa gestione sia essenziale per impedire le complicazioni che piombo ai soggiorni prolungati del ricoverato, o morbosità,„ Gianchandani dice. “Uno studio recente già ha indicato che c'è una correlazione fra a zucchero di sangue ed ai i livelli più bassi controllati ben degli indicatori infiammatori.„

Il gruppo di ricerca ha sviluppato uno strumento per identificare e gestire l'alto zucchero di sangue in pazienti COVID-19, collocante li in determinate categorie di rischio che hanno esaminato la severità di iperglicemia, la presenza di obesità, il livello di insulino-resistenza, le dimensioni di disfunzione del rene e la prova dei cambiamenti della rapida in indicatori infiammatori.

Applicare un algoritmo

I management team di recente creazione di iperglicemia hanno precisato per trovare un modo riflettere il diabete dei pazienti senza dovere utilizzare più dispositivi di protezione individuale per visualizzare le stanze continuamente. Era egualmente importante diminuire l'esposizione del fornitore di cure mediche al virus il più possibile.

Sebbene in genere accurato, un video continuo del glucosio non sia come utile perché l'ipotensione e l'uso di un paziente dei farmaci di pressione sanguigna potrebbero elevare erroneamente le glicemie.

Il nuovo protocollo richiesto la consegna dell'insulina ogni sei ore ed allo stesso tempo un infermiere controllerebbero sul paziente. Alcuni pazienti che erano sui ventilatori o ricevere le dosi elevate di Colleen Fitzpatrick otterrebbe i loro livelli dello zucchero di sangue venoso arterioso o controllati, sostituenti l'esigenza dell'assegno dello zucchero di sangue del gruppo.

Per quelli con le più alte glicemie e l'iperglicemia severa, le infusioni dell'insulina erano un'opzione per i pazienti finché i loro livelli non cadessero fra un intervallo normale.

Il risultato di questi sforzi ha aiutato con successo più in basso le glicemie senza il contatto aumentante dell'infermiere o il carico globale sui gruppi di pronto intervento e sull'uso del PPE.

Migliorando lo zucchero di sangue gestisca era importante nella diminuzione della quantità di infezioni secondarie e le emissioni del rene questo gruppo dei pazienti sono suscettibili di. Ciò potrebbe contribuire a accorciare i soggiorni di ICU ed a diminuire la quantità di pazienti che hanno bisogno di un ventilatore.„

Roma Gianchandani, M.D, autore e professor di studio primo, dipartimento di medicina interna, divisione di metabolismo, endocrinologia e diabete, medicina del Michigan - università del Michigan

È importante notare questo algoritmo non è stato diventato come conseguenza di un test clinico, ma è basato solamente sulle osservazioni preliminari nei pazienti che il gruppo ha seguito. Un più grande, studio ripartito le probabilità su e gestito è necessario da determinare come questo algoritmo urta la mortalità, il tempo al ripristino, la lunghezza dei soggiorni di ICU e la tariffa delle complicazioni severe.

“Il nostro gruppo sta guardando in avanti ai punti seguenti nella conferma della nostra ipotesi,„ Gianchandani dice. “Nel frattempo, penso che queste osservazioni convalidino l'importanza della gestione dello zucchero di sangue in pazienti COVID-19 e possano servire da guida o inspirazione per altre istituzioni.„

Source:
Journal reference:

Gianchandani, R., et al. (2020) Managing Hyperglycemia in the COVID-19 Inflammatory Storm. Diabetes. doi.org/10.2337/dbi20-0022.