Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il regime di combinazione migliora la sopravvivenza globale in pazienti sicuri con AML

Un regime di combinazione di venetoclax e del azacitidine era sopravvivenza globale sicura e migliore (OS) sopra il azacitidine da solo in pazienti sicuri con la leucemia mieloide acuta (AML), secondo la prova di fase III VIALE-A piombo dal centro del Cancro di Anderson di MD dell'università del Texas.

I risultati sono stati presentati nel congresso annuale di venticinquesima associazione europea (EHA) virtuale dell'ematologia e sono stati pubblicati oggi in New England Journal di medicina.

L'aggiunta di venetoclax, un inibitore del BCL-2, al azacitidine ha provocato un OS mediano di 14,7 mesi confrontati a 9,6 mesi in pazienti che ricevono il azacitidine da solo. Ulteriormente, 66,4% dei pazienti che ricevono la terapia di combinazione hanno raggiunto la remissione completa, mentre il azacitidine da solo ha raggiunto una tariffa completa della remissione 28,3%.

Le risposte al trattamento erano sia rapida che bene durevole: 43% dei pazienti nel gruppo di terapia di combinazione ha esibito una risposta al trattamento durante il primo ciclo e la durata mediana osservata della remissione era di 17,5 mesi.

La cura del sottogruppo di pazienti di AML senza efficaci opzioni terapeutiche sebbene ci non sia ancora un regime terapeutico standard affidabile per AML, molti pazienti riceve la chemioterapia e/o un trapianto della cellula staminale. Tuttavia, non tutti i pazienti sono ammissibili per queste terapie.

Una grande parte di pazienti con AML, compreso quelli più vecchio di 75 o coloro che ha comorbidities medici, non può tollerare le strategie attuali del trattamento ed i pazienti con AML che sono spesso ineleggibili per le prognosi intensive del povero di esperienza della chemioterapia. Abbiamo lanciato la prova di VIALE-A per valutare se potremmo usare sicuro una terapia di combinazione per curare questa popolazione paziente critica.„

Courtney D. DiNardo, M.D., principale inquirente e professore associato della leucemia

In questa prova dell'multi-istituzione, 431 paziente è stato ripartito con scelta casuale in un rapporto di 2:1 per ricevere la combinazione di venetoclax e azacitidine o azacitidine più placebo. L'obiettivo principale era di valutare se la combinazione ha migliorato l'OS confrontato al azacitidine, con gli scopi supplementari per esaminare la sicurezza della terapia di combinazione.

Le manifestazioni che del trattamento di combinazione la sicurezza positiva risulta questi risultati dimostrano che la combinazione di venetoclax e di azacitidine ha esclusivamente un profilo di sicurezza simile a quello di entrambe le droghe. Gli eventi avversi più comuni sia nei gruppi del placebo che sperimentali del trattamento erano ematologici e gastrointestinali. Valuta generalmente degli eventi avversi erano coerente fra i due gruppi del trattamento, sebbene un'più alta frequenza della neutropenia (42% contro 29%) e della neutropenia febbrile (42% vs.19%) sia stata osservata con la terapia di combinazione comparted al azacitidine ed al placebo.

“Gli eventi avversi primari veduti con il azacitidine e il venetoclax sono collegati con i cytopenias aumentati, compreso neutropenia e le infezioni in relazione con la neutropenia,„ ha detto DiNardo. “Le linee guida della gestione delle chiavi comprendono il dosaggio delle interruzioni fra i cicli per tenere conto il ripristino di conteggio nella regolazione di un midollo senza leucemia e l'uso del fattore distimolazione del granulocita come aggiunta migliorare il conteggio del neutrofilo una volta che un paziente è nella remissione.„

La nuova ricerca fornisce le opzioni per i pazienti che questa ricerca è probabile pratica-cambiare per il trattamento di alcuni gruppi di pazienti con AML. La ricerca supplementare è necessaria valutare come le nuove terapie, compreso questa terapia di combinazione, possono migliorare i risultati per tutti i pazienti con AML.

“Mentre questa combinazione rappresenta un avanzamento chiave nella terapia di AML, migliorando sia remissione che i tassi di sopravvivenza in pazienti recentemente diagnosticati con AML, molti purtroppo ancora ricadranno,„ ha detto DiNardo. “I nostri punti seguenti comprendono una valutazione del azacitidine e del venetoclax come spina dorsale a cui la terapeutica novella supplementare sta valutanda in popolazioni particolarmente ad alto rischio.„

Questa prova (NCT02993523) è stata supportata da Abbvie e da Genentech. Una lista completa dei co-author e delle loro comunicazioni è inclusa nel documento.

Source:
Journal reference:

DiNardo, C.D., et al. (2020) Azacitidine and Venetoclax in Previously Untreated Acute Myeloid Leukemia. New England Journal of Medicine. doi.org/10.1056/NEJMoa2012971.