Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli stati immuni della madre incinta si sono collegati ai problemi comportamentistici e emozionali in bambini con autismo

I bambini con autismo nato dalle madri che hanno avute circostanze immuni durante la loro gravidanza sono più probabili avere problemi comportamentistici ed emozionali, uno studio di salubrità di Uc Davis ha trovato. Lo studio ha esaminato la cronologia immune materna come preannunciatore dei sintomi in bambini con autismo.

Abbiamo verificato la capacità di cronologia immune materna di predire i sintomi di ASD ed il ruolo possibile quel il sesso dei giochi della prole.„

Paul Ashwood, professore di microbiologia e dell'immunologia e docente al Uc Davis SI OCCUPA dell'istituto

Il 14 agosto pubblicato in psichiatria di traduzione, lo studio ha trovato che il sesso della prole può anche interagire con le circostanze immuni materne ai risultati di influenza, specialmente in termini di cognizione di un bambino.

Stati e autismo materni di immunità

Le circostanze immuni materne sono causate da una disfunzione del sistema immunitario della madre. Comprendono le allergie, l'asma, le malattie autoimmuni, le sindromi autoinflammatory e le sindromi immunologiche di carenza. Gli studi precedenti hanno indicato che le circostanze immuni materne sono più prevalenti in madri dei bambini con disordine di spettro di autismo (ASD).

I ricercatori hanno iscritto 363 madri ed i loro bambini (252 maschi e 111 femmina) dal progetto Phenome di autismo (APP) e le ragazze con la rappresentazione di autismo di Neurodevelopment (GUADAGNO) studiano all'istituto di MENTE di Uc Davis. L'età media dei bambini era di tre anni.

I ricercatori hanno misurato la severità dell'autismo dei bambini ed hanno valutato un insieme dei problemi comportamentistici ed emozionali quali aggressione ed ansia. Egualmente hanno misurato lo sviluppo ed il funzionamento conoscitivo dei bambini.

Lo studio ha trovato che intorno 27% delle madri ha avuto circostanze immuni durante la loro gravidanza. Di queste madri, 64% ha riferito una cronologia di asma, lo stato immune più comune. Altre frequenti circostanze hanno compreso le tiroiditi di Hhashimoto (ipotiroidismo), il morbo di Raynaud (malattia di circolazione sanguigna), l'alopecia (perdita di capelli), la psoriasi (malattia della pelle) e l'artrite reumatoide (infiammazione unita del tessuto).

Lo studio egualmente ha trovato che le circostanze immuni materne sono associate con i problemi comportamentistici ed emozionali aumentati ma il funzionamento conoscitivo non diminuito nei bambini con autismo.

Il sesso della prole interagisce con l'influenza delle circostanze immuni materne sui sintomi di autismo?

Secondo il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), ASD è quattro volte più comune fra i ragazzi che fra le ragazze.

“Il nostro studio esplorato se il sesso della prole interagisce con la presenza di circostanze immuni materne per influenzare i risultati comportamentistici in bambini con autismo,„ ha detto Ashwood. “Le circostanze immuni materne possono essere un fattore ambientale che contribuisce all'più alta prevalenza maschio veduta in ASD.„

Lo studio ha trovato che una cronologia delle circostanze immuni materne era più comune in bambini maschii con ASD (31%) confrontato alla femmina (18%). Specificamente, l'asma era due volte comune in madri dei bambini maschii con ASD che in madri dei bambini femminili con ASD.

Lo studio egualmente ha indicato che nei casi di ASD dove le circostanze immuni materne sono prole attuale e femminile sia meno probabile essere suscettibile dei risultati conoscitivi avversi in risposta ad infiammazione materna che la prole maschio.

“Questi sesso d'individuazione critico della prole di collegamenti e termini immuni materni ad autismo,„ ha detto Ashwood. “Fornisce più prova che la prole maschio è all'elevato rischio dei risultati avversi dovuto l'attivazione materna di immunità confrontata alla prole femminile.„

Gli studi futuri includerebbero l'identificazione il tipo, la severità e della sincronizzazione gestazionale di circostanze immuni e poi l'esame dei risultati della prole col passare del tempo.

Source:
Journal reference:

Patel, S., et al. (2020) Maternal immune conditions are increased in males with autism spectrum disorders and are associated with behavioural and emotional but not cognitive co-morbidity. Translational Psychiatry. doi.org/10.1038/s41398-020-00976-2.