Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Segni di reclamo degli scienziati di durare immunità SARS-CoV-2

Nel corso degli ultimi mesi, la pandemia di coronavirus si è increspata universalmente, infettando più di 21,67 milione di persone. I dettagli comunque nuovi circa il coronavirus novello, ora chiamato il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, stanno emergendo lentamente, rapporti hanno indicato che qualche gente che è stata infettata nel passato ha contrattato ancora il virus.

Le questioni sono state sollevate di molti esperti in salubrità sopra se essendo infettando con SARS-CoV-2 porta l'immunità durevole. Ora, gli scienziati hanno scoperto i segni di forte ed immunità durevole nella gente che anche ha avuta una malattia delicata di COVID-19.

Gli studi, che ancora pari-non sono esaminati e non comparsi su medRxiv*, hanno rivelato che anticorpi e celle immuni che possono combattere fuori il virus sia presente nella gente che è stata infettata nel passato, evitante la possibilità di reinfezione.

Legando della proteina della punta di coronavirus (rossa) ad un ricevitore ACE2 (blu) su una cellula umana piombo all
Legando della proteina della punta di coronavirus (rossa) ad un ricevitore ACE2 (blu) su una cellula umana piombo all'infiltrazione del virus nella cella, come rappresentato nei precedenti. Credito dell'illustrazione: Juan Gaertner/Shutterstock

Che cosa è immunità?

L'immunità è la capacità del corpo umano di resistere ad un'infezione o ad una tossina particolare con l'uso degli anticorpi o dei globuli bianchi sensibilizzati. L'immunità adattabile accade dopo l'esposizione ad un antigene, quali un agente patogeno o una vaccinazione. È avviato e stimolato quando la risposta immunitaria innata è insufficiente per gestire l'infezione.

La risposta adattabile di immunità comprende le celle che producono gli anticorpi mirati a che possono legare al virus per ucciderlo. Da là, le celle immuni sviluppano una memoria dell'antigene specifico ed ogni volta che gli ri-incontri dell'organismo, possono efficacemente ucciderlo, di diminuzione del rischio di reinfezione.

Altre malattie, quale la varicella, parotite epidemica ed il morbillo, tra l'altro, avviano il sistema immunitario adattabile dell'organismo. Quindi, quando una persona contratta la seconda volta i virus per queste malattie intorno, l'organismo è più capace di sradicamento dell'infezione.

La memoria del sistema immunitario può ricordare efficientemente le infezioni ma può anche dimenticare altre. Per esempio, la gente che ha avuta morbillo dovrebbe avere tutta la vita immunità anche con appena un periodo. Tuttavia, alcune malattie possono ricorrere, compreso i raffreddori ed il virus respiratorio sinciziale, che i bambini contrattano molte volte anche nella stessa stagione invernale.

Corrente, il SARS-CoV-2 non è stato intorno abbastanza lungo affinchè gli scienziati determini se quanto tempo la sua immunità durare.

Immunità persistente

Nei nuovi studi, gli scienziati hanno indicato che l'infezione SARS-CoV-2 potrebbe fornire l'immunità duratura per coloro che già è stato infettato. Il primo studio, nominato, “la prova per le risposte mucose e sistematiche continue dell'anticorpo agli antigeni SARS-CoV-2 in pazienti COVID-19,„ ha indicato che le risposte dell'anticorpo anti-SARS-CoV-2 sono state individuate nel sangue e nella saliva di coloro che è stato infettato con il virus, confrontati a quelli nel gruppo di controllo.

Per arrivare ai loro risultati, il gruppo di ricerca canadese sviluppato enzima-ha collegato le analisi dell'immunosorbente per individuare la presenza di immunoglobulina A (IgA) e gli anticorpi dell'immunoglobulina (IgB) B al SARS-CoV-2 chiodano la proteina ed il suo dominio dell'ricevitore-associazione (RBD) nel sangue e nella saliva dei pazienti acuti e convalescenti che sono stati diagnosticati con COVID-19.

Il gruppo egualmente ha trovato che gli anticorpi sono stati trovati con i livelli di punta di IgG raggiunti dall'inizio di post-sintomo dei 16 - 30 giorni. Più ulteriormente, gli anticorpi di IgA hanno degenerato rapido, ma gli anticorpi di IgG hanno persistito e rimanere inizio stabile di post-sintomo dei fino a 115 giorni sia nei campioni della saliva che di sangue.

“Le risposte di IgG, d'importanza in saliva ed il siero sono stati correlati, suggerenti che gli anticorpi nella saliva potessero servire da misura sostitutiva di immunità sistematica,„ il gruppo riferito.

“I nostri risultati che la risposta di IgG agli antigeni SARS-CoV-2 è stabile oltre 3 mesi sono coerenti con altri due studi che hanno notato similarmente la durevolezza nella risposta di IgG al trimero della punta,„ hanno aggiunto.

Il gruppo ha concluso che lo studio fornisce la prova che quella risposta di IgG al coronavirus novello persiste nella saliva e nel sangue.

“Poichè inizialmente le repliche SARS-CoV-2 oro- e nei tratti rinofaringei, in futuro saranno critiche da caratterizzare la natura e la cinetica degli anticorpi salivari all'post-infezione dei punti di tempo più iniziale in persone contatto-rintracciate per determinare se ci sono componenti della protezione che urtano la progressione virale di malattia COVID-19 e del punto vincente,„ il gruppo, che provenivano dall'università di Toronto nel Canada, celebre.

Immunità anche dopo COVID-19 delicato

Un altro studio pubblicato nel medRxiv*, un gruppo dei ricercatori ha rivelato che la memoria immune funzionale di SARS-CoV-2-specific persiste anche dopo sviluppare anche COVID-19 delicato.

Nello studio dai ricercatori all'università di Washington negli Stati Uniti, il gruppo ha eseguito una valutazione longitudinale della gente che ha recuperato dall'infezione delicata COVID-19 per determinare se sviluppano e sostengono l'immunità contro il virus.

I ricercatori hanno trovato che coloro che ha recuperato dall'infezione SARS-CoV-2 hanno sviluppato l'anticorpo specifico di IgG ed il plasma di neutralizzazione come pure memoria virus-specifica B e celle di T che hanno persistito e perfino sono aumentato di numero oltre tre mesi che seguono l'inizio dei sintomi.

“Ancora, i linfociti di memoria di SARS-CoV-2-specific hanno esibito le caratteristiche connesse con immunità antivirale potente: le celle di T di memoria hanno secernuto IFN-γ e si sono espante sopra l'ri-incontro dell'antigene, mentre i linfociti B di memoria hanno espresso i ricevitori capaci di neutralizzazione del virus una volta espressi come anticorpi,„ i ricercatori hanno scritto nel documento.

“Questi risultati dimostrano che COVID-19 delicato suscita i linfociti di memoria che persistono e video gli marchi di garanzia funzionali connessi con immunità protettiva antivirale,„ essi ha aggiunto.

Immunità protettiva possibile

Un terzo studio, che pari-non è stato esaminato e non comparso stato su medRxiv*, ha fornito la prova che fra la gente che ha sviluppato COVID-19 sintomatico, gli anticorpi RBD-mirati a possono indicare l'infezione precedente e recente. Inoltre, hanno trovato che gli anticorpi di IgG sono legati agli anticorpi di neutralizzazione e possibilmente sono collegati ad immunità protettiva.

Per arrivare ai risultati dello studio, il gruppo misura la cinetica delle risposte iniziali dell'anticorpo al RBD della proteina della punta di SARS-CoV-2 fra 259 genti infettate con i sintomi. Hanno confrontato i livelli dell'anticorpo a più di 1,500 persone di cui i campioni di sangue sono stati ottenuti prima dell'emergenza della pandemia di coronavirus.

Hanno trovato che fra i 14 e 28 giorni dall'inizio dei sintomi, le risposte a RBD erano tutte dell'anticorpo di IgG, di IgA, o di IgM accurate nella determinazione della gente recentemente infettata, con una specificità di 100 per cento e una sensibilità di 97 per cento, 91 per cento e 81 per cento, rispettivamente.

Gli anticorpi di IgM e di IgA sono durato messo, con la gente infettata aggettante diventare ancora sieronegativi entro i 51 e 47 giorni dopo l'inizio dei sintomi, rispettivamente. Tuttavia, gli anticorpi di IgG hanno persistito più lungamente entro i 75 giorni dell'inizio di post-sintomi.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

 

Journal references:
Angela Betsaida B. Laguipo

Written by

Angela Betsaida B. Laguipo

Angela is a nurse by profession and a writer by heart. She graduated with honors (Cum Laude) for her Bachelor of Nursing degree at the University of Baguio, Philippines. She is currently completing her Master's Degree where she specialized in Maternal and Child Nursing and worked as a clinical instructor and educator in the School of Nursing at the University of Baguio.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Laguipo, Angela. (2020, August 17). Segni di reclamo degli scienziati di durare immunità SARS-CoV-2. News-Medical. Retrieved on October 16, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200817/Scientists-claim-signs-of-lasting-SARS-CoV-2-immunity.aspx.

  • MLA

    Laguipo, Angela. "Segni di reclamo degli scienziati di durare immunità SARS-CoV-2". News-Medical. 16 October 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200817/Scientists-claim-signs-of-lasting-SARS-CoV-2-immunity.aspx>.

  • Chicago

    Laguipo, Angela. "Segni di reclamo degli scienziati di durare immunità SARS-CoV-2". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200817/Scientists-claim-signs-of-lasting-SARS-CoV-2-immunity.aspx. (accessed October 16, 2021).

  • Harvard

    Laguipo, Angela. 2020. Segni di reclamo degli scienziati di durare immunità SARS-CoV-2. News-Medical, viewed 16 October 2021, https://www.news-medical.net/news/20200817/Scientists-claim-signs-of-lasting-SARS-CoV-2-immunity.aspx.