Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori ricevono il finanziamento per sviluppare un modello per la consegna della cura palliativa nelle case di cura

I ricercatori dall'istituto di Regenstrief, dalla scuola di medicina di Indiana University e dall'università del Maryland stanno lavorando per sviluppare un modello per la consegna della cura palliativa alla gente che vive nelle case di cura per migliorare la loro qualità di vita. Mentre l'accesso a cura palliativa si è trasformato nel livello di cura nella regolazione dell'ospedale, non è ordinariamente disponibile nelle case di cura.

La cura palliativa è messa a fuoco sulla fornitura della comodità ed il sollievo dai sintomi e dallo sforzo della malattia e, se desiderato, può essere fornito con il trattamento curativo. Lo scopo è di migliorare la qualità di vita per sia il paziente che la famiglia.

Quasi ogni residente della casa di cura potrebbe trarre giovamento da cura palliativa, ma la qualità e la quantità di cura varia ampiamente. Ci sono corrente pochi esempi per guidare le case di cura nell'applicare la cura palliativa.

I ricercatori hanno stato sovvenzionato dagli istituti nazionali dell'istituto nazionale della salubrità su invecchiamento per costituire un fondo per un modello per la consegna della cura palliativa ai pazienti con il morbo di Alzheimer. La concessione si pensa che ammonti a quasi $3,5 milioni in cinque anni.

La prova, UPLIFT-AD (che utilizza le guide palliative negli impianti per trasformare cura per il morbo di Alzheimer), è un test clinico destinato per migliorare la qualità dell'assistenza ed il supporto. Il progetto svilupperà la capacità per cura palliativa all'interno degli impianti e fornirà il supporto esterno per quella cura. Il gruppo di ricerca partner con otto case di cura in Indiana ed otto in Maryland per valutare l'impatto di UPLIFT-AD.

C'è il vasto riconoscimento che la cura palliativa è necessaria nelle case di cura, ma non c'è programma di strada affinchè come lo fornisca buono. Speriamo che questa prova fornisca non solo un riuscito intervento, ma anche un modello replicabile per applicare questo tipo di cura.„

Kathleen Unroe, M.D., MHA, co-dirigenti di progetto, ricercatore di Regenstrief e professore associato della scuola di medicina di IU di medicina

Il gruppo di ricerca identificherà due campioni per piombo l'intervento all'interno di ogni casa di cura. Inoltre, la formazione circa i fondamenti di cura palliativa sarà data a tutto il personale. L'istruzione comprende gli interventi di base per i sintomi comuni, quali dispnea e dolore, di modo che tutto il personale può fornire un certo livello di cura palliativa.

I consulenti esterni lavoreranno con i campioni per identificare i residenti che hanno bisogno del supporto più palliativo di cura. In Indiana, il gruppo partnering con il gruppo palliativo di cura di salubrità di Eskenazi. In Maryland, i ricercatori stanno lavorando con Gilchrist, un fornitore locale dei servizi palliativi di cura. Gli esperti da questi partner a livello comunitario metteranno a fuoco sui residenti della casa di cura con le circostanze medicamente complesse e difficile--gestiranno i sintomi. I gruppi consultantesi si incontreranno settimanalmente per sviluppare le pianificazioni di cura per fornire il sollievo ai residenti.

“Questi residenti e le loro famiglie meritano la comodità, la dignità e servizi complementari che la cura palliativa assicura,„ ha detto i co-dirigenti di studio, John Cagle, il PhD, un professore associato dal banco dell'università del Maryland di lavoro sociale. “La cura palliativa è già un livello di cura in molte altre impostazioni, compreso gli ospedali ed i centri di trattamento del cancro. Questo studio fornirà la prova e colmerà dentro le lacune per aiutare le case di cura per consegnare questa cura importante ai loro residenti.„

“L'esigenza dei programmi palliativi di cura è particolarmente urgente alla luce della pandemia COVID-19, quando molti pazienti sono separati dalle loro famiglie e possono soffrire da più sintomi,„ ha detto il Dott. Unroe.

Lo studio piombo da un gruppo pluridisciplinare. Il Dott. Unroe è un geriatra che pratica nella regolazione della casa di cura. Il Dott. Cagle ha lavorato estesamente come assistente sociale del centro ospedaliero. I ricercatori stanno lavorando con i gruppi palliativi di cura e di Gilchrist di salubrità di Eskenazi per le consultazioni.

Il gruppo egualmente è preparato regolare la consegna dell'intervento per aderire alle restrizioni COVID-19 che possono esistere in tutto lo studio.