Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il coronavirus di manifestazioni di studio prospera in aria asciutta con bassa umidità

Le infezioni virali come influenza o influenza sono stagionali ed il raffreddore è più probabile nell'inverno. Ora, gli scienziati si domandano se il coronavirus novello si sparge più facilmente nelle circostanze climatiche specifiche.

Un nuovo studio dai ricercatori dall'università di Sydney e dal banco dell'università di Fudan della salute pubblica a Shanghai suggerisce che la bassa umidità aumenti il rischio di diffusione del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo.

Fattori climatici della diffusione COVID-19

La diffusione globale di SARS-CoV-2, il virus che causa la malattia di coronavirus (COVID-19), è stata legata ai fattori climatici, che hanno una base biologica. Generalmente, la diffusione di SARS-CoV-2 fra la gente è tramite le goccioline e gli aerosol respiratori e possibilmente gli itinerari fecale-orali.

Più ulteriormente, gli studi precedenti hanno indicato che la temperatura e l'umidità relativa possono pregiudicare la diffusione di SARS-CoV-2 con la sopravvivenza del virus, in cui prosperano più lungamente nelle temperature più insufficienti e la durata i soggiorni respiratori contagiosi della materia sospesi nell'aria. Nell'umidità più bassa, più soggiorni del materiale del virus hanno sospeso per più lungamente.

Coronaviruses può sopravvivere a per i lungi periodi sulle superfici e nell'aria. Quando una persona infettata starnutisce, tosse, o colloqui, possono produrre le goccioline e gli aerosol respiratori contagiosi. Poiché le goccioline sono più grandi, sbarcano più rapidamente sulle superfici.

D'altra parte, poiché gli aerosol sono più piccoli e più leggeri, passano nell'aria per i lungi periodi, che spiega perché la trasmissione di SARS-CoV-2 è più probabile quando l'aria è più asciutta e l'umidità è più bassa.

Studio: L
Studio: L'umidità è un fattore climatico coerente che contribuisce alla trasmissione SARS-CoV-2. Credito di immagine: Elizaveta Galitckaia/Shutterstock

Cui lo studio è circa

I ricercatori hanno mirato a determinare come la temperatura pregiudica la trasmissione SARS-CoV-2, specificamente esaminando l'umidità.

Lo studio, che è stato pubblicato nelle malattie oltre confine ed emergenti del giornale, il gruppo ha trovato che il numero dei casi localmente acquistati di SARS-CoV-2 a Sydney è aumentato mentre l'aria si è trasformata in in essiccatore ed il livello di umidità è caduto.

Per arrivare ai risultati di studio, il gruppo ha riflesso i numeri quotidiani dei casi riferiti SARS-CoV-2 da salubrità (NSW) del New South Wales. Il gruppo egualmente ha notato che poiché i casi sono stati riferiti dal codice postale, era più facile da identificare la sorgente di ciascuno, permettendo che il gruppo compili i numeri quotidiani dei casi da febbraio a maggio, abbinante li alle stazioni della registrazione del tempo più vicine.

Da là, i ricercatori hanno scaricato i dati meteorologici ed hanno utilizzato il metodo di analisi di serie cronologica per aggettare i casi basati su tempo registrato priore i fino a 14 giorni.

Il gruppo ha trovato che hanno avuto bisogno soltanto dell'umidità relativa di predire i casi di SARS-CoV-2, che è una misura del vapore acqueo nell'aria. Quando c'è umidità più bassa, l'aria è più asciutta. Hanno scoperto che per ogni 1 per cento di diminuzione nell'umidità relativa, c'erano i 7 - 8 per cento di aumento nei casi.

Il lockdown fra il periodo di studio era un contributore sostanziale nel contenere la pandemia nell'area. Eppure, i ricercatori hanno trovato lo stesso collegamento fra aria asciutta ed i casi, indipendentemente da fatto che un lockdown era in vigore.

Tuttavia, il gruppo non ha veduto alcun collegamento fra i casi SARS-CoV-2 e pioggia, la temperatura, o velocità del vento.

“È importante da evidenziare che i casi SARS-CoV-2 utilizzati in questo studio si sono presentati principalmente durante la stagione di autunno nell'emisfero australe. Al contrario, la maggior parte dei casi SARS-CoV-2 nell'emisfero nord sono stati riferiti durante l'inverno e le stagioni primaverili,„ i ricercatori aggiunti.

Aggiungendo ai risultati precedenti

Gli studi precedenti egualmente hanno legato l'umidità e la trasmissione SARS-CoV-2. Per esempio, il gruppo di ricerca ha citato gli studi intrapresi in Cina, in cui hanno trovato che sia l'aria più asciutta che le temperature più insufficienti sono state associate con più casi SARS-CoV-2.

A maggio, il gruppo di ricerca ha intrapreso gli studi a Sydney, mettente a fuoco sulle fasi iniziali dello scoppio. Tuttavia, nello studio, il gruppo non ha analizzato i risultati da area.

“Il fatto potevamo identificare l'umidità relativa come fattore importante sia nell'inverno cinese che l'estate australiana, facendo uso degli stessi metodi della ricerca, ci ha dato la fiducia che questo è un fenomeno reale. Il nostro ultimo studio rinforza questa ipotesi ancora ulteriore,„ reparto di Michael, presidenza della salute pubblica e della sicurezza alimentare veterinarie, università di Sydney e co-author di studio, spiegati.

“Naturalmente, la ricerca del laboratorio su SARS-CoV-2, il coronavirus che causa COVID-19, è ancora nella sua infanzia. Ma c'è stato la ricerca sui coronaviruses strettamente connessi, compreso quelle che causano la sindrome respiratoria acuta improvvisa (SARS) e Medio Oriente sindrome respiratoria (MERS),„ che lui ha aggiunto.

Source:
Journal reference:
Angela Betsaida B. Laguipo

Written by

Angela Betsaida B. Laguipo

Angela is a nurse by profession and a writer by heart. She graduated with honors (Cum Laude) for her Bachelor of Nursing degree at the University of Baguio, Philippines. She is currently completing her Master's Degree where she specialized in Maternal and Child Nursing and worked as a clinical instructor and educator in the School of Nursing at the University of Baguio.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Laguipo, Angela. (2020, August 18). Il coronavirus di manifestazioni di studio prospera in aria asciutta con bassa umidità. News-Medical. Retrieved on November 27, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200818/Study-shows-coronavirus-thrives-in-dry-air-with-low-humidity.aspx.

  • MLA

    Laguipo, Angela. "Il coronavirus di manifestazioni di studio prospera in aria asciutta con bassa umidità". News-Medical. 27 November 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200818/Study-shows-coronavirus-thrives-in-dry-air-with-low-humidity.aspx>.

  • Chicago

    Laguipo, Angela. "Il coronavirus di manifestazioni di studio prospera in aria asciutta con bassa umidità". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200818/Study-shows-coronavirus-thrives-in-dry-air-with-low-humidity.aspx. (accessed November 27, 2020).

  • Harvard

    Laguipo, Angela. 2020. Il coronavirus di manifestazioni di studio prospera in aria asciutta con bassa umidità. News-Medical, viewed 27 November 2020, https://www.news-medical.net/news/20200818/Study-shows-coronavirus-thrives-in-dry-air-with-low-humidity.aspx.