Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il metabolismo di manipolazione della cellula tumorale può contribuire a combattere DIPGs ed altri tumori cerebrali

Ogni anno, 150 - 300 bambini negli Stati Uniti sono diagnosticati con i tumori aggressivi e letali (DIPGs) intrinsechi diffusi dei gliomi di pontine, che si sviluppano profondi dentro il cervello, per cui non ci sono maturazioni. In uno studio costituito un fondo per dagli istituti della sanità nazionali, i ricercatori hanno indicato che le droghe sperimentali hanno progettato per abbassare la produzione naturale dell'organismo di alfa-chetoglutarato estesa le durate dei mouse che harboring i tumori di DIPG rallentando la crescita delle cellule tumorali.

Interessante, egualmente hanno trovato che quello artificialmente sollevare i livelli del alfa-chetoglutarato con i geni DIPG-causanti può rallentare la crescita di altri tumori cerebrali. I risultati, pubblicati in cellula tumorale, fa parte di uno studio nazionale che ha esplorato il ruolo ciclico che il metabolismo della cellula tumorale può svolgere nei geni di regolamentazione di tumore cerebrale.

Piombo da Sriram senior Venneti autore, M.D., il Ph.D. e un gruppo dei ricercatori alla facoltà di medicina a Ann Arbor, i tumori studiati dei ricercatori soprattutto H3K27M, DIPGs dell'università del Michigan si sono collegati alle mutazioni in un gene, chiamato istone che 3. istoni sono celle delle proteine cromosomi della bobina intorno. Ciò aiuta le celle a riempire i lunghi cromosomi nei nuclei minuscoli ed a gestire l'attività di gene. Alcuni geni che sono sepolti nelle bobine non possono essere letti e così sono spenti.

Le celle inscatolano “epigenetico„ regolano accodare usando un trattamento conosciuto come metilazione chimicamente per etichettare gli istoni. Per anni gli scienziati hanno saputo che i geni del cancro alterano spesso il metabolismo dei tumori. In questo studio, i ricercatori non solo hanno trovato che questo può essere vero per i pazienti con i tumori di H3K27M ma anche che queste alterazioni nel metabolismo possono fa parte di un ciclo di feedback che comprende il alfa-chetoglutarato (α-CHILOGRAMMO), che epigenetico tiene questi ed altri tumori cerebrali in uno stato cancerogeno.

Le scansioni di cervello dei pazienti di H3K27M hanno indicato che hanno avute livelli elevati di determinati metaboliti del precursore - vale a dire glucosio e glutamina - che i pazienti con i tumori cerebrali profondi che non portano le mutazioni di H3K27M. Poi con una serie di esperimenti dettagliati sui mouse e sulle celle nelle capsule di Petri, i ricercatori hanno trovato che le mutazioni di H3K27M hanno incitato le cellule tumorali a produrre gli alti livelli di α-CHILOGRAMMO e questa, a sua volta, ha stimolato la più crescita.

Ulteriori risultati hanno indicato che questo è accaduto perché α-CHILOGRAMMO ha impedito la metilazione degli istoni e così epigenetico ha tenuto i geni che sono vitali per le cellule tumorali esposte e l'attivo. Per esempio, abbassare i livelli α-CHILOGRAMMO con le droghe sperimentali ha aumentato la metilazione dell'istone, la crescita rallentata della cellula tumorale ed i mouse aiutati che harboring i tumori di DIPG vivono più lungamente. Al contrario, hanno veduto sorprendente di fronte ai risultati nei tumori della qualità inferiore connessi con le mutazioni nei geni della deidrogenasi del isocitrate (IDH1), che producono naturalmente i livelli più bassi di α-CHILOGRAMMO.

Presentando i geni di H3K237M nei tumori IDH1 ha rallentato la crescita sollevando i livelli del alfa-chetoglutarato che, a loro volta, hanno aumentato la metilazione ed hanno girato i geni fuori Cancro-sostenenti. I ricercatori hanno concluso quello che capiscono i dettagli complessi dietro questi cicli di feedback possono aiutare i ricercatori ad inventare i modi efficaci di trattare DIPG ed altri tumori cerebrali.

Source:
Journal reference:

Chung, C., et al. (2020) Integrated Metabolic and Epigenomic Reprogramming by H3K27M Mutations in Diffuse Intrinsic Pontine Glioma. Cancer Cell. doi.org/10.1016/j.ccell.2020.07.008.