Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I pazienti di osteoartrite possono trarre giovamento da un programma qualificato e conservatore di terapia

Uno studio norvegese ora ha indicato quanto pazienti con l'osteoartrite (OA) possono trarre giovamento da un programma qualificato e conservatore di terapia.

È saggio considerare tutte le opzioni non chirurgiche del trattamento prima del ricorso ad un innesto artificiale della giunzione di ginocchio o del cinorrodo.„

Il professor Iain B. McInnes, università di Glasgow, Scozia, Presidente di EULAR

Eppure in molti casi, medici ed i pazienti non riescono ad esaurire l'intervallo completo delle opzioni conservatrici di terapia.

La progettazione di studio, una cosiddetta prova cluster-ripartita le probabilità su (CRT), ha compreso un programma sviluppato in base alle raccomandazioni internazionali del trattamento per l'osteoartrite del ginocchio e del cinorrodo (OA). Ha compreso un programma di formazione di tre ore iniziale del paziente, tra l'altro. Ciò è stata seguita da 8-12 settimane degli esercizi determinato adattati sorvegliati dai fisioterapisti. Il programma è stato facilitato dai medici di famiglia, dai medici di pronto intervento e dai fisioterapisti, che egualmente hanno ricevuto l'addestramento priore. Complessivamente 393 pazienti hanno partecipato allo studio; 284 sono stati inclusi nel programma speciale di osteoartrite e 109 (gruppo di controllo) hanno continuato la loro cura usuale.

I partecipanti avevano almeno 45 anni e presentato con i sintomi clinici di OA quali mobilità o dolore diminuita. Sono stati riesaminati 12 mesi dopo l'inizio del programma. I parametri di studio inclusi ma non sono stati limitati con attenzione a qualità dell'assistenza, alla soddisfazione, all'attività fisica ed ai rinvii alla fisioterapia o ai chirurghi ortopedici. I ricercatori anche registrati se l'ambulatorio della sostituzione della giunzione è stato eseguito.

92 per cento dei pazienti hanno partecipato al programma di formazione del paziente e 64 per cento hanno completato un periodo minimo di partecipazione almeno di otto settimane dell'esercizio. Dodici mesi più successivamente, il gruppo di intervento ha riferito significativamente un più di alta qualità di cura (un punteggio di 58, contro 41 per il gruppo di controllo). I partecipanti di studio egualmente hanno riferito con attenzione la soddisfazione significativamente più alta (rapporto 7,8 (OR) di probabilità; Ci 3,55, 17,27 di 95%). Una proporzione significativamente più grande (O: 4,0; Ci 1,27, 12,63 di 95%) egualmente hanno incontrato le raccomandazioni per attività fisica confrontata al gruppo di controllo. Una più piccola proporzione era chirurghi ortopedici riferiti a (O 0,5; Ci 0,29, 1,00) e una proporzione ancora più piccola (4%) di 95% hanno ricevuto l'ambulatorio unito della sostituzione durante il periodo di osservazione, confrontato al gruppo di controllo (11%, O 0,3; Ci 0,14, 0,74 di 95%).

“L'entrata in vigore di un modello strutturato per cura di OA piombo ad una qualità dell'assistenza migliore, il più alta soddisfazione paziente ed ha aumentato l'attività fisica, malgrado OA,„ ha indicato il co-author dello studio Tuva Moseng, l'ospedale di Diakonhjemmet, Oslo, Norvegia. C'è egualmente una certa prova per suggerire che un programma strutturato di OA compreso formazione e l'esercizio di paziente possa ritardare o persino diminuire l'esigenza di chirurgia dopo 12 mesi.

Il professor John Isaacs dall'università di Newcastle, dal Regno Unito e dalla presidenza del comitato per l'elaborazione dei programmi scientifico di EULAR 2020 riassunto: “Ancora una volta, vediamo appena come la terapia coerente e conservatrice importante ed efficace è per i nostri pazienti di OA.„ Ha sollecitato che “la cura conservatrice basata sulle raccomandazioni internazionali per il trattamento di OA dovrebbe trasformarsi nello standard per tutti i pazienti.„

Source:
Journal reference:

Nina Osteras, Tuva Moseng et al (2020) Higher quality of care and less surgery after implementing osteoarthritis guidelines in primary care- long-term results from a cluster randomized controlled trial. DOI: 10.1136/annrheumdis-2020-eular.3575