Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La ricerca rende un salto di andata nella comprensione come l'interfaccia guarisce

La gente che subisce le ustioni severe o le estese lesioni dell'interfaccia è lasciata spesso per vivere con lo sfregio, lo sfregio e l'interfaccia estremi che ritiene cronicamente stretta e che prude. Quello è perché i trattamenti curativi dell'organismo si sono evoluti per mettere a fuoco sull'impedire l'infezione rapidamente chiudendosi sulle ferite, piuttosto che rigenerando o riparando il tessuto normale dell'interfaccia.

La nuova ricerca piombo dal Dott. Jeff Biernaskie, PhD, ha reso un salto emozionante di andata nella comprensione come l'interfaccia guarisce, in grado di piombo per drogare i trattamenti per migliorare notevolmente la guarigione della ferita. Lo studio, pubblicato nella cellula staminale delle cellule del giornale scientifico, era guidato co dal candidato del Dott. Sepideh Abbasi, di PhD, di Sarthak Sinha, di MD/PhD e dal Dott. Elodie Labit, il PhD, collega postdottorale.

Abbiamo identificato una popolazione specifica delle celle del progenitore che risiedono all'interno del derma, il tessuto connettivo profondo dell'interfaccia. Le celle del progenitore, sono uniche in quanto possono subire la divisione cellulare e generare molte nuove celle a mantenga o ripari i tessuti. A seguito della lesione, questi progenitori cutanei sono attivati, proliferano e poi migrano nella ferita in cui generano quasi tutto nuovo tessuto che riempirà la ferita, sia cicatrice che tessuto rigenerato.„

Il Dott. Jeff Biernaskie, professore di biologia di cellula staminale nell'università di facoltà di Calgary di medicina veterinaria (UCVM) ed i pompieri di Calgary brucia la presidenza della società del trattamento nella guarigione di rigenerazione e della ferita dell'interfaccia

Lo studio intensivo di Biernaskie, cinque anni nella fabbricazione, offre la conoscenza nuova su perché le celle cutanee sicure possono rigenerare la nuova interfaccia, piuttosto che guastando il tessuto della cicatrice. Facendo uso delle tecniche di avanguardia di genomica per profilare migliaia di diverse celle ai tempi differenti dopo la lesione, il gruppo di ricerca ha confrontato la cicatrice-formazione contro le zone a ricupero all'interno delle ferite dell'interfaccia.

“Notevolmente, abbiamo trovato che sebbene queste celle venissero dalla stessa origine cellulare, i microenvironments differenti all'interno della ferita attivano gli insiemi dei geni interamente differenti. Significando, i segnali trovati all'interno “delle zone a ricupero„ della ferita promuovono la riattivazione dei geni che sono impegnati tipicamente durante lo sviluppo dell'interfaccia. Considerando che, nella cicatrice-formazione suddivide in zone questi programmi pro-a ricupero sono assente o soppresso e cicatrice-formandosi i programmi dominano.„

Sta lavorando con questi risultati, i ricercatori poi lo hanno mostrato che possibile da modificare i programmi genetici che governano la rigenerazione dell'interfaccia.

“Che cosa abbiamo indicato è che potete alterare l'ambiente della ferita con le droghe, o modificano la genetica di queste celle del progenitore direttamente ed entrambi sono sufficienti per cambiare il loro comportamento durante la guarigione della ferita. E quello può avere effetti realmente abbastanza impressionanti sulla guarigione del quello comprende la rigenerazione di nuovi follicoli piliferi, ghiandole e grasso all'interno dell'interfaccia ferita,„ dice Biernaskie.

Questa ricerca offre le comprensioni critiche nei segnali molecolari che la formazione della cicatrice dell'unità durante la guarigione e della ferita identifica una serie di segnali genetici che possono sormontare la fibrosi e promuovere la rigenerazione vera di interfaccia adulta.

“Questa prova del principio è realmente importante, perché suggerisce che le celle ferita-rispondenti adulte in effetti harbor una capacità a ricupero latente, appena semplicemente necessità di essere smascherato,„ dice Biernaskie. “Ora, attivamente stiamo cercando le vie supplementari che possono essere implicate. La nostra speranza è di sviluppare un cocktail delle droghe che potremmo amministrare sicuro in esseri umani ed in animali interamente per impedire i programmi genetici che iniziano la formazione della cicatrice per notevolmente migliorare la qualità di guarigione dell'interfaccia.„

Source:
Journal reference:

Abbasi, S., et al. (2020) Distinct Regulatory Programs Control the Latent Regenerative Potential of Dermal Fibroblasts during Wound Healing. Cell Stem Cell. doi.org/10.1016/j.stem.2020.07.008.