Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'alimento fresco e congelato può harbor SARS-CoV-2 per almeno il 21 giorno

In alcune parti del mondo, i nuovi scoppi del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo stanno presentando dopo le settimane o i mesi di nessun casi affatto. Alcune istanze sono l'avvenimento recente dei casi locali nel Vietnam, la Nuova Zelanda e Pechino. Uno studio recente pubblicato sul bioRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare nell'agosto 2020 suggerisce che la contaminazione portata dagli alimenti possa essere alla base di questi scoppi e che questa via della trasmissione non dovrebbe essere trascurata per contenere la pandemia.

Semina degli scoppi di COVID-19 da alimento fresco e congelato contaminato. Credito di immagine: TRMK/Shutterstock

Xinfadi, Pechino

Quasi due mesi di avere nuovi casi zero, un cluster dei pazienti infettati SARS-CoV-2 è stato individuato nel servizio della vendita all'ingrosso di Xinfadi a Pechino. Ciò è stata attribuita ufficialmente ad alimento contaminato incluso dall'esterno della regione. A seguito di questo, le misure sono state stabilite per impedire altri scoppi in Cina. Il mondo at large, tuttavia, rimane ignaro di un tal rischio e principalmente è trascurato così.

Ragioni per gli scoppi freschi

I nuovi scoppi possono accadere dovuto SARS-CoV-2 asintomatico non riconosciuto, con la trasmissione continua della comunità. Un altro meccanismo potrebbe essere viaggiatori che portano nel virus, che poi salta dal host al nuovo host. Ciò significherebbe che o un viaggiatore infettato asintomatico è stato esaminato come falso negativo o che un viaggiatore infettato confermato ha infranto le norme di quarantena. Ciò ha potuto piombo alla trasmissione occulta SARS-CoV-2.

Tuttavia, i ricercatori calcolano che questo è uno scenario improbabile, dato che le probabilità del virus che passa attraverso 20 generazioni inosservate sono soltanto una in mille, anche se il numero della riproduzione è 1 e con una catena di trasmissione continua e una tariffa di rilevazione di una in venti infezioni. In una tale situazione, la trasmissione occulta sembra improbabile da essere la causa degli scoppi recenti.

Cluster di infezione collegati alle derrate alimentari

Una terza possibilità è che le derrate alimentari contaminate trasportate fra le regioni stanno portando il virus SARS-CoV-2. Ciò è credibile poichè molti cluster di infezione SARS-CoV-2 si sono presentati negli impianti di lavorazione dei frutti di mare e della carne dappertutto. Gli esempi includono ancora una fabbrica di trattamento del pollame nel Regno Unito, un'installazione produttiva del pasto preparato nel Regno Unito, conservifici dello sgombro nel Portogallo ed il Ghana e macelli in Australia ed in Germania. Infatti, nell'ultimo caso, più di 1.500 lavoratori erano positivo provato per SARS-CoV-2 in un grande macello in Gutersloh, Germania. Questo cluster delle infezioni piombo all'entrata in vigore del lockdown in due distretti che alloggiano sopra 600,000 persone.

Quindi, la domanda dell'origine delle recrudescenze sembra girare intorno agli impianti di lavorazione dell'alimento in cui l'alimento contaminato è incluso, trasferenti l'infezione agli abitanti locali e seminanti le nuove catene della diffusione virale. Il virus SARS-CoV-2 è stato trovato sui lavoratori al servizio di Xinfadi e sui taglieri in cui il salmone incluso dall'esterno è stato affettato.

I funzionari hanno risposto catturando milioni di tamponi dai lavoratori del mercato, dalla gente che restano vicino al servizio e da altre componenti della catena di fornitura dell'alimento di Pechino. Ciò piombo alla rilevazione di 335 casi delle infezioni SARS-CoV-2. Il gamberetto dall'Ecuador egualmente è stato individuato per essere positivo per il virus.

Successivamente, il salmone da Europa è stato vietato come pure in seguito da tutta la funzione in cui gli scoppi SARS-CoV-2 sono stati conosciuti per accadere. Ciò ha incluso gli Stati Uniti, la Germania ed il Brasile. Il gamberetto ecuadoriano egualmente è stato sospeso.

Verifica del virus contagioso in congelato

Molti scienziati hanno dubitato apertamente questa via della trasmissione, dagli studi più iniziali non hanno riferito SARS-CoV-2 rilevabile su rame, su cartone e su acciaio inossidabile/su superfici di plastica, ad una temperatura di 21-23°C, una volta provati dopo 4 ore, 24 ore ed i 3 giorni. Gli autori dello studio corrente, quindi, hanno esaminato quanto tempo il virus potrebbe sopravvivere a su carne e sul salmone congelati o refrigerati durante 3 settimane. Ciò li ha permessi di verificare il potenziale a scoppi freschi seminati da alimento incluso che contenente il virus possibile.

Quantificazione del virus contagioso oltre 21 giorno. I titoli virali sono stati determinati limitando la diluizione. I titoli sono espressi come deviazione standard media log10 TCID50/mL del ±. SARS-CoV-2 è stato memorizzato da solo o in presenza del pesce, del pollo o del maiale ed è stato provato nell
Quantificazione del virus contagioso oltre 21 giorno. I titoli virali sono stati determinati limitando la diluizione. I titoli sono espressi come deviazione standard media log10 TCID50/mL del ±. SARS-CoV-2 è stato memorizzato da solo o in presenza del pesce, del pollo o del maiale ed è stato provato nell'ambito della refrigerazione (4°C); e congelato (- 20°C e -80°C).

Hanno provato 500 cubi mm3 del salmone, del pollo e del maiale comprato dai supermercati a Singapore, a cui il virus si è aggiunto ad una dose di un μl 200 di 3 x 106 TCID50/ml. Questi sono stati memorizzati a 4˚C, - 20˚C e - 80˚C. Poi hanno provato a più successivamente a virus il 1, 2, 5, 7, 14 e 21 giorno. Hanno trovato che il titolo virale è rimanere allo stesso livello a tutte e tre le temperature e tutti i campioni sono rimanere contagiosi.

Conformemente al pensiero generale all'oggi, l'organizzazione mondiale della sanità consiglia che la diffusione imballare-associata COVID-19 dell'alimento o portata dagli alimenti è improbabile. I ricercatori dicono, “mentre non un itinerario importante di infezione, il potenziale per movimento dei punti contaminati ad una regione senza COVID-19 ed iniziano uno scoppio è un'ipotesi importante.„ Ciò lo rende imperativo valutare il rischio di tale infezione alimentare chesopravvive all'implicato trattato di conservazione e del trasporto nel commercio di inclusione.

Commercio della carne e COVID-19

Il tasso alto di infezione fra i lavoratori di impianto di lavorazione della carne e del macello, come provati dal numero aumentato dei cluster di infezione, può indicare i fattori di rischio come i posti di lavoro ammucchiati, gli alti livelli acustici che rendono le grida necessarie e la mancanza di ventilazione adeguata. La carne è trattata manualmente, mentre le righe automatizzate trattano tipicamente il salmone. Nelle situazioni dove il salmone egualmente è trattato manualmente, il rischio di contaminazione sorge.

Tali lavoratori possono anche continuare a lavorare dopo l'infezione poiché vengono tipicamente dagli strati economici bassi, essi sono all'elevato rischio sia di cattura del virus che di passarlo sopra nelle loro case ammucchiate. Egualmente viaggiano da trasporto pubblico, che è ammucchiato tipicamente.

Il fatto che la maggior parte delle superfici in tali impianti sono probabili essere acciaio inossidabile, le basse temperature e mancanza di luce solare, che contiene le razze ultraviolette, favorisce una vita più lunga per il virus. Quindi, ambientale e persona scompone tutti in fattori predispongono a contaminazione del pesce e della carne durante la manipolazione della carne cruda ed avanzano il trattamento.

I ricercatori spiegano che mentre macellare è tipicamente allo standard o alle temperature ambienti, la carne poi è tenuta ad una bassa temperatura sotto 12Co da tagliare e la carne è memorizzata a 3-7°C secondo i regolamenti dell'alimento.

Implicazioni

Lo studio indica che tutti i tipi di carni nell'uso di ogni giorno, vale a dire, il pollo, maiale e salmone, possono portare il virus contagioso in tutto il trasporto ed i periodi e gli stati di stoccaggio in questione nell'inclusione e nell'esportazione di questi alimenti. Considerevolmente, le temperature provate coprono quella della refrigerazione standard e di congelamento standard.  L'assenza di circostanze gradisce asciugarsi e variazione della temperatura, come regolamentato per tali alimenti da legge, sopravvivenza del virus di favori. Ed infatti, non sono riuscito ad individuare alcuna diminuzione nel titolo virale, significando una perdita di infettività.

Quindi, concludono, “crediamo che sia possibile che l'alimento incluso contaminato possa trasferire il virus ai lavoratori come pure all'ambiente. Un manipolatore di alimenti infettato ha il potenziale di trasformarsi in in un caso di indice analitico di nuovo scoppio.„

Dato il grande volume di settore alimentazione internazionale, è molto possibile che gli eventi rari della trasmissione possano accadere ed avviare gli scoppi dove la diffusione del virus era stata sradicata precedentemente. Per impedire tali scoppi, l'igiene alimentare deve cominciare alla fabbrica, compreso la pulizia ripetuta e meticolosa delle mani, superfici di lavoro ed altri superfici di contatto dell'alimento, materiali ed utensili.

Gli stati del lavoratore dovrebbero essere ispezionati. Il personale dovrebbe essere preparato ed incoraggiato ad assente stessi se sono malati e gli assegni dovrebbero essere effettuati. Tali foglie del lavoratore dovrebbero essere incentivate per promuovere la sicurezza del consumatore e del lavoratore. L'uso di dispositivi di protezione individuale dovrebbe essere ispezionato finché un'abitudine non esista, mentre il sociale che distanzia sempre dovrebbe essere insegnato a ed incoraggiato.

Nel servizio di inclusione, la pulizia delle mani, utensili e superfici dovrebbe essere effettuata regolarmente per impedire la contaminazione di altri alimenti. I consumatori dovrebbero essere insegnati a a lavarsi le loro mani dopo il contatto del qualsiasi alimento crudo ed a cucinare correttamente l'alimento per distruggere il virus.

Lo studio corrente ed altri rapporti della rilevazione del virus sul materiale da imballaggio congelato incluso del gamberetto e del pollo dovrebbero servire da avviso ad alimento regolatore e servizi sanitari di salute pubblica alle linee guida pertinenti dell'insieme in questa nuova situazione, dove le vecchie norme non possono essere utili da evitare “un rischio non tradizionale di sicurezza alimentare.'

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2020, August 19). L'alimento fresco e congelato può harbor SARS-CoV-2 per almeno il 21 giorno. News-Medical. Retrieved on November 25, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200819/Fresh-and-frozen-food-can-harbor-SARS-CoV-2-for-at-least-21-days.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "L'alimento fresco e congelato può harbor SARS-CoV-2 per almeno il 21 giorno". News-Medical. 25 November 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200819/Fresh-and-frozen-food-can-harbor-SARS-CoV-2-for-at-least-21-days.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "L'alimento fresco e congelato può harbor SARS-CoV-2 per almeno il 21 giorno". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200819/Fresh-and-frozen-food-can-harbor-SARS-CoV-2-for-at-least-21-days.aspx. (accessed November 25, 2020).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2020. L'alimento fresco e congelato può harbor SARS-CoV-2 per almeno il 21 giorno. News-Medical, viewed 25 November 2020, https://www.news-medical.net/news/20200819/Fresh-and-frozen-food-can-harbor-SARS-CoV-2-for-at-least-21-days.aspx.