Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La telemedicina può superare bene la pandemia COVID-19, ma le barriere serie ancora devono essere indirizzate

La pandemia Covid-19 ha determinato l'innovazione rapida nella sanità mentale ed il movimento verso telemedicina è probabile qui restare almeno ad un certo grado, ma la nuova ricerca piombo da UCL e dall'College Londra di re avverte che le barriere serie ancora devono essere superate.

In una nuova indagine in una rassegna BRITANNICA ed internazionale di prova da 29 paesi, rapporto sul personale mentale di sanità come la pandemia ed il lockdown sono stati nocivi ad alcuni servizi medico-sanitari di salute mentale d'accesso della gente.

I due nuovi studi sono pubblicati in psichiatria sociale ed epidemiologia psichiatrica e piombo dall' unità di ricerca guidata da KCl di politica sanitaria di salute mentale di NIHR e di UCL- (MHPRU). Uno è un'indagine di 2.180 professionisti di salute mentale nel Regno Unito e l'altro è un riassunto dei rapporti da 872 documenti ed articoli attraverso sei continenti.

L'esame internazionale ha identificato i rapporti multipli quei i sintomi esacerbati pandemia per la gente con gli stati di salute mentale.

Molta gente aveva aumentato l'ansia dovuto le preoccupazioni circa ottenere isolamento e solitudine infettati, mentre altre hanno lottato con la perdita di routine, o sociali. I numerosi studi hanno suscitato inquietudini che le forze maggiori e le diseguaglianze sociali possono continuare a peggiorare.

La gente che lavora nelle impostazioni mentali di sanità attraverso il Regno Unito e globalmente ha riferito l'innovazione rapida nei loro luoghi di lavoro, compreso l'approvazione rapida di telemedicina, dopo gli anni di progresso lento.

La maggior parte della gente abbiamo esaminato l'approvazione parziale di sostegno di lavoro a distanza, ma avverte che la telemedicina non funziona per ognuno e ci sono sfide ancora importanti da indirizzare per sono vero efficaci. Le voci del digitalmente escluso sono particolarmente in pericolo dell'udito.„

Sonia Johnson, autore di studio ed il professor corrispondenti, Direttore, MHPRU

Internazionalmente, i professionisti di salute mentale prevedono un'esigenza aumentata dei servizi mentre la pandemia si trascina, che potrebbe essere accoppiata con la capacità diminuita, con gli interessi particolari per le impostazioni di cura residenziale e del ricoverato.

Molte preoccupazioni espresse che le strategie facenti fronte che hanno aiutato la gente attraverso il lockdown non possono essere lungo termine sostenibile.

I ricercatori scrivono che mentre ci non sono dati molto ufficiali disponibili ancora, il personale mentale di sanità dai numerosi paesi riferiti ha ridotto i rinvii e le visite ai servizi medico-sanitari di salute mentale nelle fasi iniziali stesse della pandemia.

Le spiegazioni potenziali comprendono i timori dell'infezione, delle credenze che la guida non sarebbe disponibile, o delle preoccupazioni circa essere un fardello.

L'indagine internazionale egualmente ha identificato le preoccupazioni etiche di ricorso circa il mantenimento gli standard professionali e dei diritti dell'uomo in un ambiente in rapida evoluzione.

Alcune sorgenti hanno suscitato inquietudini che accedono a alla sanità fisica sono diventato ingiuste per la gente con gli stati di salute mentale, dovuto marchio di infamia e polizze in alcuni paesi per tenerle nelle unità psichiatriche piuttosto che i policlinichi.

Altri hanno suscitato inquietudini che la sanità mentale potrebbe avere meno etico diventato dovuto alcuni nuovi restrizioni e regolamenti.

Nell'indagine BRITANNICA, gli autori notano che una sfida chiave continua a riuscire a combinare il controllo di infezione con un buon ambiente terapeutico.

Inquietudini suscitate numerosi dichiaranti circa le difficoltà con controllo di infezione compreso le piante problematiche dell'ufficio e del reparto, una mancanza di dispositivi di protezione individuale (PPE) o di impianti per il suo uso adeguato ed alcuni utenti di servizio che lo trovano difficile capire ed aderire a controllo sociale.

Il cristiano Dalton-Locke (psichiatria) di UCL, co-primo autore del documento Regno Unito-messo a fuoco, ha detto: “Abbiamo trovato quello requisiti di controllo di infezione con il mantenimento delle relazioni terapeutiche con i pazienti che possono essere afflitti, sospettoso saldanti, o la lotta per comprendere la situazione, rimaniamo una priorità importante e, come abbiamo veduto con i rapporti delle morti Covid-19 fra la gente conforme alla Legge di salute mentale, il prezzo di errore è potenzialmente molto elevato.„

Il co-direttore di MHPRU, il professor Alan Simpson (istituto dell'College Londra di re di psichiatria, psicologia & neuroscienza, facoltà di Florence Nightingale di professione d'infermiera, ostetricia e cura palliativa e fiducia del sud delle fondamenta di Maudsley e di Londra NHS) e l'autore senior su entrambi i documenti, hanno detto:

Abbiamo trovato che nel Regno Unito ed in altri paesi, i fornitori di cure mediche mentali hanno dimostrato la considerevoli agilità e flessibilità nel rispondere alla pandemia, ma il personale rimane interessato per il futuro.

Per quanto riguarda telemedicina, le nostre sorgenti hanno avvertito chiaro che le barriere tecnologiche, sociali e procedurali sostanziali rimangono e che il suo uso dovrebbe rimanere selettivo, complementando piuttosto che sostituendo contatto personale.

Il Dott. Luke Sheridan Rains (psichiatria) di UCL, co-primo autore del documento internazionale, ha detto: “Il personale mentale di sanità in molti paesi si preoccupa circa un'onda in ritardo potenziale della domanda aumentata, mettente lo sforzo sui servizi delle risorse limitate.

La durata lunga potenziale della pandemia suggerisce che quello evitare una crisi nella sanità mentale dovrebbe essere una priorità globale.„

Source:
Journal reference:

Rains, L. S., et al. (2020) Early impacts of the COVID-19 pandemic on mental health care and on people with mental health conditions: framework synthesis of international experiences and responses. Social Psychiatry and Psychiatric Epidemiology. doi.org/10.1007/s00127-020-01924-7.