Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Vivendo alle più alte altitudini si è collegato con le maggiori tariffe dell'arresto

Risiedendo all'più alta altitudine è associato con le maggiori tariffe dell'arresto, anche per i bambini che vivono “negli ambienti della ideale-casa„ secondo un nuovo studio dai ricercatori all'istituto di ricerca di politica alimentare ed (IFPRI) all'università internazionali di Addis Ababa. Lo studio fornisce la nuova comprensione nella relazione fra altitudine e la denutrizione e gli sforzi supplementari stati necessari per assicurare gli interventi di polizza sono adeguati a giustamente i contesti di elevata altitudine.

Più di 800 milione di persone vivono a 1.500 metri sopra il livello del mare o più alto, con due terzi di loro in Africa Subsahariana ed all'Asia. Il host di queste due regioni più dei bambini arrestati in modo da del mondo è importante da capire il ruolo giochi di quell'altitudine nella crescita. Se i bambini che vivono all'altitudine sono, in media, arrestati dei loro pari al livello del mare, quindi uno sforzo più significativo per indirizzare l'arresto di elevata altitudine è necessario.„

Kalle Hirvonen, ricercatore di IFPRI e co-author senior dello studio

Lo studio, “valutazione della crescita lineare alle più alte altitudini,„ co-ha creato da Hirvonen ed il professore associato Kaleab Baye dell'università di Addis Ababa, è stato pubblicato nel giornale di American Medical Association (JAMA), la pediatria. Lo studio ha analizzato i dati dell'altezza-per-età di più di 950.000 bambini da 59 paesi. I dati sono stati compilati con la ricerca d'avanzamento sul progetto dell'agricoltura e di nutrizione (arena) costituito un fondo per da Bill & dalle fondamenta di Melinda Gates.

I bambini sono stati classificati come essendo vivendo in un ambiente della ideale-casa se nascessero alle madri molto colte, ha avuto la buona copertura di servizio sanitario ed alte condizioni di vita. Tenere la carreggiata globale dei tassi di accrescimento conta sul presupposto che i bambini che vivono in tali ambienti hanno lo stesso potenziale di crescita, indipendentemente da trucco o da posizione geografica genetico.

“I dati hanno indicato chiaramente che quelli che risiedono negli ambienti della ideale-casa si sono sviluppati alla stessa tariffa del bambino mediano nello standard della crescita sviluppato dall'organizzazione mondiale della sanità (WHO), ma soltanto fino a circa 500 metri sopra il livello del mare (masl). Dopo masl 500, l'altezza-per-età media del bambino ha deviato significativamente dalla curva di accrescimento del bambino mediano nella popolazione di riferimento„, ha detto Hirvonen. La ricerca avanza indica che questi deficit stimati della crescita sono improbabili da essere dovuto i fattori di rischio comuni quali la dieta difficile e la malattia.

Lo studio suggerisce che gli effetti dell'altitudine siano stati più pronunciati durante il periodo perinatale cioè, il tempo che porta a e subito dopo, della nascita. “Le gravidanze alle elevate altitudini sono caratterizzate da ipossia cronica, o da un'offerta insufficiente di ossigeno, che è associato coerente con un elevato rischio della restrizione fetale della crescita. La crescita limitata nell'utero è a sua volta un fattore di rischio principale per la crescita lineare che esita„ ha detto Hirvonen.

C'è una certa prova per suggerire che risiedere all'elevata altitudine sopra le generazioni multiple possa piombo ad un certo adattamento genetico, ma questi risultati non hanno tenuto per le donne con soltanto alcune generazioni di ascendenza ad alta altitudine. “Le donne dell'ascendenza ad alta altitudine potevano parzialmente fare fronte alle circostanze hypoxic attraverso il flusso sanguigno aumentato dell'arteria uterina durante la gravidanza, ma può catturare più di un secolo prima che tali adattamenti siano sviluppati„, ha detto Baye.

Hirvonen e Baye concludono che gli standard della crescita del WHO per i bambini non dovrebbero essere regolato perché la crescita che esita alle elevate altitudini è improbabile da essere il risultato degli adattamenti fisiologici. Invece, richiedono maggior orientamento di sanità e dell'attenzione per le gravidanze di gestione nelle impostazioni ad alta altitudine.

“Un primo punto è di disfare la relazione complessa che collega l'altitudine, l'ipossia e la crescita fetale per identificare gli efficaci interventi. Non riuscire ad indirizzare i deficit altitudine-mediati della crescita può venire a mancare urgentemente una percentuale significativa di popolazione mondiale dalla riunione degli scopi di sviluppo sostenibile e gli obiettivi di nutrizione dell'Assemblea di salubrità di mondo„ hanno detto Baye.

Source:
Journal reference:

Baye, K & Hirvonen, K (2020) Evaluation of Linear Growth at Higher Altitudes. JAMA Pediatrics. doi.org/10.1001/jamapediatrics.2020.2386.