Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I criteri di estia, punteggio dello sPESI possono essere usati per selezionare i pazienti di embolia polmonare per cura di paziente esterno

I pazienti con l'embolia polmonare acuta possono essere selezionati per la gestione domestica facendo uso del punteggio dello sPESI o dei criteri di estia, secondo i risultati della prova di HOME-PE presentata oggi in una sessione del hot line al congresso 2020 di ESC.

Il metodo pragmatico di estia era almeno sicuro quanto il punteggio dello sPESI per triaging i pazienti haemodynamically stabili di embolia polmonare per cura di paziente esterno.„

Pierre-Marie Roy, ricercatore principale ed il professor, ospedale universitario di irrita

L'embolia polmonare acuta è la presentazione più severa di tromboembolismo venoso (VTE). L'incidenza è circa 60 - 70 per 100,000 persone, ma aumenta con l'età, di malati di cancro, durante il più bedrest prolungato o dopo chirurgia.

Si presenta quando un coagulo di sangue, solitamente in filoni dei cosciotti, dei viaggi alla destra del cuore e dei blocchi le arterie polmonari. I sintomi più frequenti sono la dispnea e dolore toracico acuti. In casi gravi, i pazienti possono sviluppare il giusto infarto acuto con scossa e, a volte, morte improvvisa.

Oltre ai pazienti haemodynamically instabili che richiedono la gestione specifica, il trattamento pricipalmente è basato su anticoagulazione per evitare la ricorrenza dell'embolia polmonare e per permettere la fibrinolisi naturale. Tuttavia, l'anticoagulazione aumenta il rischio di spurgo.

Storicamente, l'ospedalizzazione era giustificato dovuto i rischi di ricorrenza e di spurgo. Nell'ultima decade, parecchi studi hanno dimostrato la possibilità del trattamento domestico per i pazienti haemodynamically stabili selezionati. Ma la controversia persiste circa le strategie di rinvio ed i criteri ottimali di eleggibilità per cura di paziente esterno.

Le linee guida europee raccomandano il punteggio di indice analitico della severità di embolia (PESI) polmonare o il punteggio semplificato di PESI (sPESI) per valutare il rischio di mortalità di tutto causa.

I pazienti con un punteggio dello sPESI di 0 possono essere curati a casa, assicurando che adeguato continui e terapia dell'anticoagulante può essere fornito. Le linee guida americane non richiedono un punteggio predefinito e consigliano facendo uso dei criteri pragmatici come quelli nello studio di estia.

La prova di HOME-PE esaminata se una strategia basata sui criteri di estia era almeno sicura come strategia basata sul punteggio dello sPESI per selezionare i pazienti per il trattamento domestico. Inoltre, ha valutato se il metodo di estia era più efficiente confrontato al punteggio dello sPESI - cioè se piombo a più pazienti che sono selezionati per il trattamento domestico.

Ciò era ripartita le probabilità su, prova di non inferiorità del aperto contrassegno che confronta le due strategie triaging. È stata condotta in 26 ospedali in Francia, nel Belgio, nei Paesi Bassi ed in Svizzera, che avevano installato, prima dell'inizio di studio, un gruppo di trombosi per cura di paziente esterno dei pazienti con l'embolia polmonare acuta.

Nel 2017 al 2019, 1.974 pazienti con pressione sanguigna normale che presenta al pronto soccorso con l'embolia polmonare acuta erano inclusi. I pazienti ripartiti con scelta casuale al gruppo dello sPESI erano ammissibili per cura di paziente esterno se il punteggio fosse 0; altrimenti sono stati ospedalizzati.

I pazienti ripartiti con scelta casuale al gruppo di estia erano ammissibili per cura di paziente esterno se tutti e 11 i criterio fosse negativo; altrimenti sono stati ospedalizzati. In entrambi i gruppi, il medico responsabile potrebbe oltrepassare la decisione su posizione del trattamento per le ragioni mediche o sociali.

Il risultato primario era un composito di VTE ricorrente, di spurgo principale e della morte di tutto causa nei 30 giorni. La strategia di estia era non inferiore alla strategia dello sPESI: il risultato primario si è presentato in 3,8% del gruppo di estia e in 3,6% del gruppo dello sPESI (p=0.005).

Una maggior percentuale di pazienti era ammissibile per cure domiciliari facendo uso di sPESI (48,4%) confrontato ad estia (39,4%). Tuttavia, il medico incaricato del paziente ha oltrepassato più spesso lo sPESI dell'estia.

Di conseguenza, una simile percentuale di pazienti è stata scaricata in 24 ore per il trattamento domestico: 38,4% nel gruppo di estia e 36,6% nel gruppo dello sPESI (p=0.42). Tutti i pazienti gestiti a casa hanno avuti un a tariffa ridotta delle complicazioni.

Il professor Roy ha detto: “Questi risultati supportano la gestione del paziente esterno dei pazienti acuti di embolia polmonare che usando il metodo di estia o il punteggio dello sPESI con l'opzione affinchè i medici ignorino la decisione.„

“In ospedali organizzati per la gestione del paziente esterno, entrambe le strategie triaging permettono a più di un terzo dei pazienti di embolia polmonare di essere gestite a casa con un a tariffa ridotta delle complicazioni.„

Source:
Journal reference:

Konstantinides, S.V., et al. 2020 ESC Guidelines for the diagnosis and management of acute pulmonary embolism developed in collaboration with the European Respiratory Society (ERS). European Heart Journal. doi.org/10.1093/eurheartj/ehz405.