Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio valuta l'impatto di odierne diete di moda più popolari su salubrità cardiovascolare

In un esame degli studi scientifici attuali sulle diete di digiuno ketogenic ed intermittenti d'avanguardia, i ricercatori a salubrità ebrea nazionale hanno concluso che queste diete sembrano aiutare la gente a perdere il peso a breve termine e la prova modesta suggerisce che possano contribuire a salubrità cardiovascolare. Tuttavia, queste diete egualmente permettono il consumo di alimenti che sono conosciuti per aumentare il rischio cardiovascolare e sono improbabili da essere efficaci ad impedire la malattia di cuore quanto le linee guida nutrizionali affermate corrente raccomandate dagli esperti in salubrità.

Con le diete come il cheto ed il digiuno intermittente, il sociale ed i media popolari è stato sommerso dai reclami, dalle promesse e dagli avvisi che sono nel migliore dei casi non verificati e nel peggiore dei casi nocivo alla vostra salute. Le diete raccomandate dagli esperti in salubrità, quali le diete del Mediterraneo e impiante impianto, sono state studiate estesamente per la sicurezza e l'efficacia e sono state dimostrate conclusivamente per migliorare la salubrità cardiovascolare.„

Andrew Freeman, MD, Direttore della prevenzione e del benessere cardiovascolari a salubrità ebrea nazionale e co-author dello studio

Il cheto è un approccio dietetico che invia l'organismo nella chetosi, uno stato metabolico del carboidrato molto basso in cui ha diminuito l'accesso a glucosio ed invece principalmente è rifornito da grasso. Mentre lo studio limitato sulla dieta del cheto mostra che coloro che la segue inizialmente perda il peso, tende a non essere sostenibile secondo i dati di 12 mesi. È egualmente poco chiaro se la perdita di peso è causata dalla chetosi o semplicemente dalla restrizione di caloria.

I ricercatori egualmente hanno preoccupazioni circa il tipo e la quantità di grasso consumati da quelli che seguono una dieta del cheto. Mentre gli studi esistenti hanno gestito rigorosamente il tipo di grasso e partecipanti degli alimenti hanno consumato, molti che provino il cheto consumano le quantità elevate di grasso saturato non sano, che è associato con un rischio aumentato di malattia di cuore ed i livelli ad alta percentuale di lipidi nel sangue. C'è egualmente prova che mangiare una dieta del cheto per un periodo esteso può piombo all'irrigidimento delle arterie e parecchi studi hanno trovato che coloro che mangia una dieta del cheto hanno un maggior rischio di morte.

Il cheto, tuttavia, mostra la promessa come trattamento potenziale per il diabete, con gli studi mostrare il glucosio migliore livella come pure abbassa il glucosio a digiuno ed i livelli dell'insulina in mouse hanno alimentato una dieta del cheto. Ulteriore ricerca è necessaria confermare questi vantaggi e valutare il rischio prima che il cheto sia raccomandato clinicamente.

I ricercatori sono egualmente ottimisti circa le indennità-malattia potenziali di digiuno intermittente, ma sono interessati circa i trabocchetti possibili. Ci sono una vasta gamma di pratiche che sono chiamate “digiuno intermittente„, con alcuno che digiuna senza alimento un l'intero giorno ed altri pasti di limitazione a determinate ore del giorno. Gli esperti egualmente si preoccupano che la fame indotta digiunando induca molta gente per mangiare troppo quando è tempo per i pasti, o per operare le scelte non sane che hanno effetti contrari sulla loro salubrità cardiovascolare.

Una maggioranza della prova corrente per quanto riguarda i vantaggi potenziali di digiuno intermittente prossimi dagli studi sugli animali, che hanno indicato la longevità aumentata, perdita di peso, ha fatto diminuire la pressione sanguigna, la tolleranza migliore del glucosio ed i livelli di lipidi gestiti.

“I rischi potenziali di digiuno intermittente quello richiedono ulteriore studio comprendono gli effetti di inedia e come può urtare la funzione dell'organo,„ il Dott. Freeman ha detto. “Per i diabetici è particolarmente importante parlare con il loro medico prima della prova del digiuno intermittente per discutere come gestire la loro malattia ed il rischio di ipoglicemia che può venire con il salto dei pasti regolari.„

Mentre c'è prova modesta per quanto riguarda gli effetti favorevoli di entrambi gli approcci dietetici, nè il cheto nè il digiuno intermittente è raccomandato per il trattamento o la prevenzione di tutto il termine fino a grande, gli studi a lungo termine inscatolano più definitivo esamineranno il loro impatto. Invece, gli esperti raccomandano le diete che sono state studiate estesamente e scientifico si sono rivelate impedire o persino invertire le emissioni cardiovascolari, che comprendono la dieta mediterranea, una dieta impianta impianto dell'intero alimento e gli istituti nazionali degli approcci dietetici della salubrità per fermare l'ipertensione (UN POCO). Tutti i questi dividono le fondamenta comuni che includono le frutta, le verdure, i legumi, le noci e gli interi granuli.

Source:
Journal reference:

D'Souza, M.S., et al. (2020) From Fad to Fact: Evaluating the Impact of Emerging Diets on the Prevention of Cardiovascular Disease. American Journal of Medicine. doi.org/10.1016/j.amjmed.2020.05.017.