Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le cellule cerebrali fare cilecca possono creare inghiottire le difficoltà in bambini con i disordini neurodevelopmental

Le cellule cerebrali fare cilecca che gestiscono le parti fondamentali della bocca e della linguetta possono creare inghiottendo le difficoltà in bambini con i disordini neurodevelopmental, secondo i neuroscenziati con tecnologia della Virginia e l'università di George Washington.

Nella ricerca facendo uso di un modello del mouse di un disordine genetico di infanzia conosciuto come la sindrome di DiGeorge, gli scienziati hanno trovato che le cellule cerebrali chiamate motoneuroni che direttamente gestiscono i muscoli di linguetta stavano infornando spontaneamente, dalla sincronizzazione con i meccanismi che dovrebbero gestire la loro attività.

L'individuazione dei modi calmare i motoneuroni responsabili del muovere la linguetta potrebbe piombo alla funzione migliore molto in bambini piccoli che incontrano difficoltà inghiottire, mangiare, o fare i suoni, ma gli scienziati hanno detto che la più ricerca è necessaria prima di sviluppare le terapie.

Stiamo continuando a discutere la cassa che l'attività dei motoneuroni che ordinano il movimento delle parti fondamentali della bocca, la linguetta e la faringe sono interrotte dagli stessi meccanismi che causano i disordini neurodevelopmental genetici. Il nostro scopo è di imparare circa le cause di questi sintomi aiutare i bambini presto nella vita come possibile.„

Anthony-Samuel LaMantia, studia il co-author senior, il neurobiologo inerente allo sviluppo ed il professor, istituto di ricerca biomedico di Fralin, istituto universitario di tecnologia della Virginia di scienza

Lo studio è stato pubblicato in anticipo online in eNeuro, un giornale di aperto Access della società per la neuroscienza.

I problemi che ingeriscono, masticanti, o inghiottenti l'alimento si presentano in fino a 80 per cento dei bambini con i disordini inerenti allo sviluppo e possono piombo all'aspirazione dell'alimento, al soffocamento, o alle infezioni respiratorie pericolose.

Allattando, alimentando ed inghiottire le difficoltà -- conosciuto come disfagia pediatrica -- sia fra le complicazioni più serie e più frequenti in infanti. Sono comuni nella sindrome di DiGeorge, che è una malattia genetica causata quando una piccola parte del cromosoma 22 manca. La sindrome porta un ad alto rischio per disordine e la schizofrenia di spettro di autismo come pure cuore, fronte di taglio e malformazioni dell'arto.

Nello studio, nel professor Xin Wang e della ricerca del socio David co-senior Mendelowitz autore, nella presidenza vice e nel professore di farmacologia e della fisiologia, sia con le scienze della scuola di medicina che di salubrità dell'università di George Washington, ha rintracciato i motoneuroni nella sindrome di DiGeorge dei modelli del mouse dai loro muscoli dell'obiettivo, contrassegnati ogni classe di motoneurone e registrati i loro beni elettrici.

I motoneuroni responsabili del movimento di andata ed a rovescio della linguetta nei modelli di sindrome di DiGeorge spontaneamente infornati rispetto ai motoneuroni dei mouse normali e gli impulsi eccitanti non sono stati saldati dalle risposte inibitorie.

Di conseguenza, l'eccitabilità aumentata dei motoneuroni ha pregiudicato la compressione ed il movimento dei muscoli di linguetta, che avrebbero minacciato sia il risparmio di temi dell'ingestione di cibo che la sicurezza della galleria di ventilazione in infanti ed in bambini.

LaMantia, che è egualmente un professore nell'istituto universitario di tecnologia della Virginia di scienza, ha messo il lavoro recente nella prospettiva degli studi recenti supplementari dal suo laboratorio e di altri sulla base genetica e biologica di disfagia pediatrica:

“Questo studio aggiunge ad una quantità aumentante di prova riunita nel corso degli ultimi anni che le mutazioni genetiche connesse con i disordini neurodevelopmental possono effettivamente avere mentre loro “in primo luogo colpisca„ il nervo cranico sensitivo ed i circuiti del motore che facilitano allattare, alimentare ed inghiottire come uno dei primi comportamenti complessi che gli infanti realizzano.„

Source:
Journal reference:

Wang, X., et al. (2020)Disrupted Coordination of Hypoglossal Motor Control in a Mouse Model of Pediatric Dysphagia in DiGeorge/22q11.2 Deletion Syndrome. eNeuro. doi.org/10.1523/ENEURO.0520-19.2020.