Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati identificano il meccanismo dicoagulazione potenziale in COVID-19

Perché tanti pazienti COVID-19 ottengono i coaguli di sangue (trombosi) rimane incerto. Ma gli scienziati all'università di Upsala ed all'ospedale universitario ora hanno identificato un meccanismo che credono per essere implicati.

Una proteina di particolare avvia una parte del nostro sistema immunitario che può amplificare la tendenza del sangue a coagulare e formare i grumi. Lo studio ora è pubblicato nella trombosi e nell'emostasi.

Poiché la trombosi è risultato essere una complicazione comune in COVID-19 severo, la maggior parte della gente che riceve la cura di ospedale per la malattia li ottiene.

In un nuovo studio, i ricercatori all'università di Upsala hanno trovato che un meccanismo chiave di formazione del grumo in COVID-19 può essere attivazione di che cosa è conosciuto come il complemento, che fa parte del sistema immunitario che nasciamo con. Ciò può essere iniziata da determinate proteine, un esempio che è lectin dell'mannosio-associazione (MBL).

Sessantacinque pazienti che ricevono la terapia intensiva all'ospedale universitario di Upsala hanno fatti i loro livelli e l'attività di MBL misurare. In tutto coloro che ha sviluppato la trombosi durante la loro degenza in ospedale, l'attività ed i livelli di MBL sono stati trovati per essere elevati.

Gli scienziati ritengono che quando il complemento è attivato per mezzo di MBL, contribuisca ad un'attivazione massiccia del sistema di coagulazione del sangue pure. Questo cambiamento, veduto in molti pazienti COVID-19, provoca la trombosi.

Lo studio indica che il complemento non solo è incluso nelle nostre difese immunitarie, ma può anche servire ad amplificare la tendenza della coagulazione del sangue.

I nostri risultati sono particolarmente interessanti poiché pensiamo che MBL attivi la coagulazione del sangue in un modo che le droghe d'assottigliamento non possono impedire. Ciò potrebbe spiegare perché tanti pazienti soffrono dai grumi malgrado il trattamento.„

Oskar Eriksson, autore principale di studio e medico, ospedale universitario

Sia di Dott. Eriksson anche un ricercatore al dipartimento di immunologia, della genetica e della patologia, università di Upsala.

Gli scienziati ritengono che i loro risultati potrebbero finalmente piombo alle prove dell'attività di MBL in pazienti COVID-19 per identificare coloro che è ad ad alto rischio di ottenere la trombosi. MBL ha potuto anche essere un obiettivo possibile nello sviluppo futuro delle droghe per impedire la circostanza.

Fatti circa il complemento

La parte del nostro sistema immunitario innato, il complemento comprende circa 50 proteine che circolano nel sangue. Si è evoluta per riconoscere e rapidamente rende le sostanze inoffensive e straniere come i batteri ed i virus, o le cellule morte e danneggiate, nella circolazione sanguigna.

Il complemento ha così una funzione importante “di pulizia„. Ma quando l'attivazione è eccessivamente potente, per esempio nelle infezioni severe, il sistema può diventare iperattivo ed affrontare le proprie celle dell'organismo pure, che provoca il danno di tessuto.

Source:
Journal reference:

Eriksson, O., et al. (2020) Mannose-Binding Lectin is Associated with Thrombosis and Coagulopathy in Critically Ill COVID-19 Patients. Thrombosis and Haemostasis. doi.org/10.1055/s-0040-1715835.