Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Livelli elevati del cadmio trovati per essere quattro volte in raccoglitrici residue

Le raccoglitrici residue esposte alle latte eliminate di elettronica, dell'alluminio e del metallo hanno fino a quattro livelli elevati di volte del cadmio di metalli pesanti tossico nel loro sangue che il più ampia popolazione, uno studio ha trovato.

I ricercatori nel Brasile hanno trovato che i salvatori ed i lavoratori a riciclare gli impianti - conosciuti come le raccoglitrici residue - che precedentemente hanno lavorato in un'altra occupazione hanno avuti più bassi livelli del cadmio, suggerenti che la lunghezza dei livelli di concentrazione del metallo pesante e dell'esposizione fosse collegata.

Gli scienziati hanno paragonato i livelli di cadmio, di mercurio e di cavo nel sangue di 226 lavoratori da quattro cooperative materiali di riciclaggio a riciclare gli impianti di ordinamento nell'area metropolitana di São Paulo, a 653 persone che non lavorano nell'industria.

Queste cooperative sono considerate agenti della gestione dei rifiuti e sono contratte dai comuni o società per ordinare la plastica, vetro, documento ed alluminio o altre latte del metallo. I siti d'ordinamento di riciclaggio egualmente contengono i rifiuti elettronici, i ricercatori dicono.

Lo studio ha trovato 0,47 microgrammi di cadmio per litro di sangue fra i riciclatori, rispetto a 0,12 microgrammi tra altri lavoratori. I livelli elevati del cavo erano circa 10 microgrammi fra i lavoratori residui.

Uno studio del fondo dei bambini di nazioni unite (UNICEF) ha trovato che i bambini delle raccoglitrici residue egualmente sono esposti ai metalli pesanti, quale cavo.

I genitori di cui i processi comprendono riciclare le batterie possono portare la casa contaminata della polvere sui loro vestiti, capelli, mani e scarpe. Uno in tre bambini - circa 800 milioni mondiali - abbia alti livelli di cavo nel loro sangue, UNICEF dice.

Il cadmio, il piombo ed il mercurio sono altamente tossici e cancerogeni. Gli alti livelli di cadmio e di piombo possono avere impatti neurologici, digestivi e cardiovascolari, mentre il mercurio è associato con la tossicità sistematica nei reni e nel sistema nervoso centrale.

Maria de Fátima Moreira, dal centro per lo studio sulla salute sul lavoro e sull'ecologia umana al banco nazionale del Brasile della salute pubblica, dice a SciDev.Net che lo studio evidenzia i pericoli a cui le raccoglitrici residue sono esposte. Ma, avverte che i risultati non possono riflettere le circostanze delle raccoglitrici residue attraverso il tutto del Brasile, o di quelli in altri paesi in via di sviluppo.

Ci sono grandi differenze fra i gruppi di raccoglitrici residue interne e di Brasile esterno, particolarmente fra coloro che lavora nelle cooperative ed in quelle nel riciclaggio delle industrie. Per un confronto ideale, entrambe le popolazioni dovrebbero essere simili come possibile nei termini e nei trattamenti socioeconomici di lavoro.„

Maria de Fátima Moreira, centro per lo studio sulla salute sul lavoro e l'ecologia umana, il banco nazionale del Brasile della salute pubblica

Variabili

Toxicologist Eduardo De Capitani, dall'università di Campinas, dice che i ricercatori devono considerare i fattori oltre l'occupazione che potrebbe pregiudicare le concentrazioni di metalli pesanti nel sangue.

“Una valutazione non può essere realizzata considerare soltanto l'attività,„ dice De Capitani, che non è stato non coinvolgere nello studio, pubblicato nei rapporti nella salute pubblica (Cadernos de Saúde Pública).

“I livelli di metalli trovati nel sangue dei riciclatori mostrano l'esistenza di un'esposizione incontrollata. Ma, gli effetti sono imprevedibili.

Moreira acconsente. “Nell'esposizione cronica, i metalli si accumulano col passare del tempo ed i loro effetti nocivi saranno veduti soltanto dopo molti anni,„ dice SciDev.Net. Moreira dice che la migliore misura dell'esposizione a cadmio ed a mercurio è urina, come “l'urina è più rappresentativa di che cosa accade in questo assorbimento„.

Secondo Alliance globale delle raccoglitrici residue, ci sono più di due milione tali lavoratori in America Latina, con 600.000 nel Brasile da solo. In Cina, ci sono quasi 2,5 milioni ed in India, fino a quattro milione di persone sono stimati per lavorare nel settore della raccolta dei rifiuti.

De Capitani crede che i risultati dello studio possano essere applicabili in altri contesti, se ci sono simili fattori, quali consumo alimentare e tipi di sprechi. “Non c'è punto nel paragonare São Paulo alle piccole città a poca immondizia dello stesso tipo,„ dice.

Source: