Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Punte di Telehealth fino a cura paziente di offerta mentre minimizzando esposizione COVID-19

Salutato affinchè la sua capacità cancelli la distanza fra i fornitori di cure mediche in città ed i pazienti nelle zone rurali, il telehealth ha permesso ironicamente all'assistenza medica continuare in un periodo in cui tutti dobbiamo tenere la nostra distanza.

Attraverso il paese, l'uso del telehealth ha chiodato mentre le visite pazienti virtuali di offerta dei fornitori per assicurare i bisogni medici sono incontrate mentre minimizzando l'esposizione COVID-19. Le agenzie regolarici hanno allentato alcune restrizioni su telehealth durante questa crisi e sempre più i debitori hanno cominciato a rimborsare per mentre per qualunque altro servizio medico.

L'università di Carolina del Sud medica, uno di soltanto due centri di eccellenza di Telehealth in tutta la nazione, ha montato rapidamente una risposta quattro-munita di punte alla pandemia COVID-19 che ha assicurato sia la continuità di cura per i pazienti con COVID-19 sospettato o confermato che l'ambulatorio continuato, anche citata come paziente esterno, cura per tutti i altri pazienti. Il gruppo degli esperti in bioinformatica e nel telehealth che piombo lo sforzo ha documentato il loro approccio ed il suo successo in un articolo recente nel giornale dell'associazione medica americana dell'informatica.

Nella fase iniziale, la salubrità di MUSC e le guide del telehealth hanno veduto l'esigenza di una risposta coordinata alla pandemia.

La stessa realizzazione stava venendo alla prima linea delle menti della direzione, io stesso incluso, nel telehealth che questo stava andando essere un grande problema. Abbiamo avuto bisogno di nel nostro proprio modo creare un certo genere di risposta a cui abbiamo creduto per essere un problema sanitario di salute pubblica abbastanza significativo. La progettazione ha cominciato prima che anche avessimo prove nello stato.„

Dee Ford, M.D., Direttore del centro di eccellenza di MUSC Telehealth e autore principale sull'articolo

Molto rapidamente, la salubrità di MUSC poteva stare sulla selezione virtuale dei pazienti con COVID-19 sospettato e delle aree campione mobili attraverso lo stato, un programma remoto di di casa video per i pazienti con COVID-19 meno severo e un programma del telesitter per i pazienti ospedalizzati che hanno permesso ai fornitori di riflettere e comunicare con i pazienti via un video audiovisivo, l'esposizione di minimizzazione di sanità e dispositivi di protezione individuale di conservazione.

Poteva da agire in tal modo in parte perché lungamente stava sviluppando la sua capacità di bioinformatica e del telehealth. Con il finanziamento generoso dallo stato, il centro sanitario di MUSC per Telehealth, in coordinazione con la Carolina del Sud Telehealth Alliance, sta ampliando i sui servizi del telehealth in tutto anche le regioni più a distanza dello stato.

“Lo stato della Carolina del Sud ha fatto un investimento in MUSC gli anni fa per sviluppare i programmi del telehealth, che poi piombo ad un alto stato di competenza e della prontezza per imperniare quando COVID-19 è arrivato,„ ha detto Patrick J. Cawley, M.D., CEO di salubrità di MUSC. “Il centro sanitario di MUSC per Telehealth deve congratularsi affinchè questa capacità piombo durante questa crisi.„

Dal 2012, quando la salubrità di MUSC ha adottato l'EPICA, una cartella medica elettronica, l'impresa di MUSC ha continuato a reclutare i ricercatori di bioinformatica, pricipalmente alloggiati nelle soluzioni biomediche del centro (BMIC) e di informazioni dell'informatica, per personalizzare l'EPICA ai bisogni del sistema di salubrità e per imparare come migliorare la cura analizzando i SUOI dati.

Gli strumenti attuali del telehealth proverebbero inestimabile all'iniziativa, ma hanno dovuto essere reimagined ed integrati radicalmente allo scopo di rispondere a COVID-19. Rend contoere che il disgaggio dello sforzo avrebbe richiesto le opzioni di facile impiego, le guide del telehealth egualmente onboarded alcuni nuovi strumenti, quale la piattaforma facile da usare doxy.me di telemedicina, creata dal ricercatore Brandon di BMIC gallese, Ph.D.

“Abbiamo avuti una mentalità campo di battaglia tipa che abbiamo dovuto tutta la riunione formare una nuova struttura,„ abbiamo detto James McElligott, M.D., Direttore medico esecutivo del centro sanitario di MUSC per Telehealth.

Mentre hanno funzionato per sviluppare una risposta unificata e per adattare gli strumenti attuali in modo da essere COVID-19 pertinenti, le guide del telehealth hanno avute l'appoggio totale della direzione dell'ospedale, i loro colleghi in bioinformatica ed istituto di ricerca clinico & di traduzione della Carolina del Sud, che hanno fornito il supporto tecnico e logistico.

“Nessuno ha detto mai no, anche se quello funzionamento significato per diritto cinque mesi e nelle ore tarde della notte e di telefonare a bioinformatica e di dire, “faccia questo lavoro come questo o cambilo gradiscono questo, “„ ha detto re di Kathryn del co-author dell'articolo, M.D., co-direttore del centro di eccellenza di MUSC Telehealth. “Nessuno ha detto mai che no perché penso noi ha saputo appena che ha dovuto accadere.„

L'addetto all'informazione principale della ricerca di salubrità di MUSC e Direttore Leslie Lenert, M.D. di BMIC, che è autore senior dell'articolo, è fieri del suo gruppo di bioinformatica, che ha messo la ricerca da parte per un certo tempo contribuire a soddisfare questa esigenza clinica urgente.

“Abbiamo catturato la capacità della ricerca abbiamo avuti per supporto e miglioramento EPICI ed abbiamo detto loro che per fermarci e li abbiamo messi su questo a tempo pieno. Ecco perché potevamo rispondere che così velocemente,„ ha detto Lenert. “Così abbiamo catturato la nostra migliore gente e le abbiamo messe immediatamente su questo problema. Noi protetti il loro tempo e noi abbiamo detto loro di ottenere qualcosa fatto. Abbiamo cominciato presto, abbiamo commesso assolutamente ed abbiamo lavorato con i nostri clinici per risolvere i problemi pratici che hanno avuti.„

Con la guida di BMIC ed il supporto di SCTR, gli strumenti attuali sono stati migliorati rapidamente per assicurare la continuità di cura per i pazienti con COVID-19 sospettato o confermato e cura ambulatoria continuata per tutti i altri pazienti.

Cura urgente virtuale

La tecnologia urgente virtuale di cura, destinata per fornire ai pazienti un modo conveniente essere veduto per le malattie secondarie, ha dovuto adattarsi in una piattaforma per la schermatura dei pazienti con COVID-19 sospettato e la programmazione delle nomine per loro alle aree campione mobili in tutto lo stato.

Precedentemente, i pazienti che riferiscono i sintomi seri, quale dispnea, sarebbero stati dati dei calci a da quel sistema; quindi, Edward O'Bryan, M.D., Direttore di telemedicina per il pronto soccorso e il diretto--consumatore e telehealth istituzionale a MUSC, con altre guide del telehealth, ha dovuto lavorare rapido con il venditore urgente virtuale di cura per adattare la tecnologia allo schermo per i sintomi COVID-19. Allo stesso tempo, hanno dovuto cominciare a fornire su per rispondere all'esigenza preveduta, aumentante il numero dei fornitori dedicati a cura urgente virtuale da più poco di dieci a più di cento.

O'Bryan stima che più di 150.000 pazienti ora siano stati schermati per COVID-19 con il programma urgente virtuale modificato di cura.

“Eravamo la prima gente in Carolina del Sud per offrire le selezioni virtuali libere di cura COVID,„ ha detto O'Bryan. “Sono realmente fiero che potevamo laminarlo fuori così rapidamente e che tanti Carolinians del sud lo hanno approfittato.„

I ricercatori di BMIC hanno sviluppato un algoritmo di intelligenza artificiale che potrebbe analizzare i dati di sintomo forniti dai pazienti durante le selezioni urgenti virtuali di cura e danno la priorità a quelli molto probabilmente per avere COVID-19 per provare. L'algoritmo ha provato critico quando verificare la capacità è stato sfidato e dovrebbe continuare a svolgere un ruolo chiave con l'entrata in vigore nazionale “della prova in lotti.„

Essenzialmente, i campioni dai pazienti probabilmente ad a basso rischio di avere COVID-19 hanno potuto essere provati nelle serie di cinque per estendere la capacità di prova. Se la prova ritorna quantità negativa, tutti e cinque i pazienti sono presunti per avere un risultato negativo. Le guide di algoritmo identificano i pazienti a basso rischio appropriati per tale prova in lotti mentre riservano la prova determinata ai pazienti più ad alto rischio.

“Che cosa potevamo fare è fare un sistema molto funzionale, che, sull'esterno, potrebbe sembrare semplice - compilate un questionario su una piattaforma del telehealth, va dentro e tutto accade dietro le scene,„ ha detto McElligott. “Ma tutto il quello ha dovuto essere protetto per il paziente ed essere collegato dentro con la cartella sanitaria ed il laboratorio. Abbiamo dovuto conoscere che cosa fare per convincere le aree campione per installare con le tende e poi per utilizzare le piattaforme per guidare la gente là. C'è appena un gran quantità di roba che ha dovuto sembrare potere fare questo: non un paziente per volta, ma migliaia per volta. Non potremmo farlo senza il gruppo di bioinformatica che fa un passo in e che contribuisce a connettere tutti i punti e poi che porta le nuove idee alla tabella circa come riflettere i pazienti.„

Video paziente remoto

Nel secondo forcone dell'approccio quattro-munito di punte, i pazienti che hanno verificato il positivo poi sono stati invitati a iscriversi ad un programma di controllo paziente (RPM) remoto. Quel programma, che era stato usato per tenere la carreggiata i dati sui pazienti con la malattia cronica, è stato trasformato nell'mezzi virtuali di video e di consegna della cura acuta ai pazienti con COVID-19 meno severi che stavano recuperando a casa. Gli infermieri di RPM hanno contattato i pazienti dal telefono o dal testo per chiedere se desiderassero iscriversi al programma.

I pazienti iscritti sono stati chiesti di rispondere giornalmente alle domande online di indagine circa i sintomi che stavano sperimentando e fornire la temperatura ed i valori di saturazione dell'ossigeno. I ricercatori di BMIC hanno creato “un avviso di best practice,„ che ha notificato all'infermiere del RPM di un paziente se il suo stato comincia a deteriorarsi. L'infermiere potrebbe poi chiamare il paziente, avvisare il fornitore del pronto intervento del paziente o sistemare per una video consultazione con un medico a salubrità di MUSC. I pazienti che hanno sviluppato la malattia più severa potrebbero essere ospedalizzati.

Da ora alla fine d'agosto 735 i pazienti erano stati curati con il programma di RPM. Di quei pazienti, 20% sono stati considerati ad alto rischio e rischio medio di 32%. Alcuni di questi pazienti hanno vissuto da solo o nelle zone rurali ed il contatto e le chiamate quotidiani con gli infermieri di RPM erano un emozionale come pure un medico, cavo di sicurezza.

“L'infermiere del cavo finisce essere una connessione a cura per un numero abbastanza rispettabile della gente che altrimenti equo è isolata,„ ha detto Ford. “Possono vivere nelle zone rurali. Possono essere solo anziano ed in tensione. Egualmente sono supposti essere nella quarantena, in modo da non sono supposti essere in giro ed avere gente intorno loro. Così, finisce essere un genere importante di strumento di supporto emozionale per le gente con i casi di COVID-19 che sono su quarantena domestica.„

Programma di Telesitter

Il terzo forcone dell'approccio, un programma del telesitter, è inteso per i pazienti ospedalizzati con la malattia più severa. Un carretto audiovisivo, precedentemente utilizzato per riflettere i pazienti per tenerli dalla caduta, si è adattato in modo che i badante potessero riflettere ed interagire con i pazienti con COVID-19 senza dovere indossare ogni volta e doff l'attrezzo protettivo personale, allo stesso tempo limitando l'esposizione del lavoratore di sanità.

“Che è stato un più satisfier reale per i gruppi clinici. Possono avere che il genere di facilità della comunicazione senza dovere entrare ogni volta in stanza del paziente,„ ha detto Ford.

Cura di paziente esterno di Reimagining

Oltre ad assicurare un continuum regolare di cura per i pazienti con COVID-19, il gruppo di telehealth e gli esperti in bioinformatica egualmente hanno voluto fornire un modo affinchè i fornitori continuino a curare tutti i loro pazienti, non appena quelli con COVID-19. Durante il lockdown, le visite di paziente esterno sono state annullate il più in persona, lascianti molti pazienti senza assistenza medica necessaria. Le guide al centro per Telehealth hanno cominciato rapidamente a preparare alla transizione la maggior parte delle visite di paziente esterno alle visite del telehealth - un compito pantagruelico.

“Il disgaggio della risposta era… era qualcosa la I non ha pensato mai che vedessi,„ ha detto McElligott.

Il co-author Jillian Harvey dell'articolo, il Ph.D., il professore associato che nel dipartimento della direzione di sanità e la gestione a MUSC, acconsente.

“Telehealth è stato veduto sempre come la soluzione di promessa per accesso al sistema sanitario, ma la sua utilizzazione non ha preso rapidamente come abbiamo preveduto,„ Harvey spiegato. “Ora, a causa di COVID, c'è stato arrampicarsi enorme del telehealth attraverso il paese, specialmente a marzo, gli aprile e maggio.„

Durante quel calendario, le visite del telehealth sono salito da meno di 5% a più di 70% di tutte le visite a salubrità di MUSC. Fra marzo e luglio, quasi 30.000 pazienti esterni hanno incontrato i loro medici via assicurano il video sistema di teleconferenze. Per fare che accadono così rapidamente, il centro per Telehealth, che precedentemente era stato messo a fuoco principalmente sulla fornitura dei servizi esternamente ai pazienti nelle regioni isolate dello stato, ha dovuto integrarsi improvvisamente più profondamente in pratica clinica a salubrità di MUSC.

“Abbiamo dovuto ripiegare la progettazione di tutto del sistema di salubrità in un microcosmo,„ ha detto McElligott.

Tipicamente, ha spiegato, il centro per Telehealth avrebbe lisciato fuori funziona i trattamenti ed i flussi per una tal iniziativa, ma dovuto l'emergenza di salute pubblica, non c'era tempo.

“Così, abbiamo installato una struttura organizzativa per provare ad ottenere questo video le tecnologie fatte e variabili a quelle più facili da usare, costruito un mazzo di lamiere sottili del suggerimento circa come farlo e lo abbiamo laminato appena fuori e lasci tutti innovano.„

Ed innovano hanno fatto. I medici in ogni specialità hanno catturato quelle lamiere sottili del suggerimento e capita per se stessi come superare ogni ostacolo in modo che potessero cominciare a vedere i pazienti virtualmente.

“Così, gli eroi veri in tutto di questo sono i fornitori di prima linea che hanno catturato le informazioni e capito come farla stesse perché hanno saputo che abbiano dovuto o i pazienti non stavano andando essere veduti,„ ha detto McElligott.

Il modo in avanti

dovuto la pandemia, molti altri fornitori, i debitori ed i pazienti hanno diventare cosciente di cui il telehealth può offrire. Quanto profondamente rimarrà integrato nei sistemi di salubrità dipenderà, in parte, sopra se i debitori continuano a rimborsare per le visite del telehealth ad una simile tariffa per quanto riguarda in persona si preoccupano, come ora stanno facendo durante l'emergenza di salute pubblica.

“Questa conversione ambulatoria di cura ha richiesto una ricostruzione dell'infrastruttura ma è probabilmente l'iniziativa con l'impatto più durevole,„ ha detto re. “Ora che i fornitori ed i pazienti conoscono che telehealth può fare, non penso che lo diano mai su.„

“C'è ritornare non reale a mancanza di uso del telehealth,„ ha detto McElligott. “Che probabilmente per sempre è stato cambiato.„

Effettivamente, McElligott crede che la pandemia abbia contribuito a trasformare come fornitori e la sanità pubblica di visualizzazione.

“Il nostro sistema sanitario molto è stato messo a fuoco sempre su una visualizzazione fornitore-centrica della sanità. Cioè voi poichè un paziente viene al fornitore e quello sono come lavoriamo,„ McElligott spiegato. “Appena facendo uso delle tecnologie di distanza inizia ad invertire quello. Questa pandemia terribile ha forzato un conto e una realizzazione che, in termini di scopi a lungo termine del miglioramento della salubrità, è realmente più importante soddisfare le esigenze dei pazienti a dove sono.„

Source:
Journal reference:

Ford, D., et al. (2020) Leveraging Health System Telehealth and Informatics Infrastructure to Create a Continuum of Services for COVID-19 Screening, Testing, and Treatment. Journal of the American Medical Informatics Association. doi.org/10.1093/jamia/ocaa157.