Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Adulti autistici più probabilmente per avere stati di salute fisici cronici

Le persone autistiche sono più probabili avere stati di salute fisici cronici, specialmente cuore, polmone e circostanze diabetiche, secondo un nuovo studio dai ricercatori all'università di Cambridge. I risultati sono pubblicati oggi nell'autismo del giornale.

La ricerca più iniziale ha indicato che quella gente autistica in media muore più giovane di altri e che questa può essere, in parte, dovuto gli stati di salute fisici cronici. Gli studi precedenti egualmente hanno indicato che la gente autistica è all'elevato rischio di vari stati di salute, ma non conosciamo che cosa sta determinando questi rischi aumentati. Quindi, la migliore comprensione della salubrità fisica degli adulti autistici può aiutarci a migliorare sia la loro qualità che la lunghezza di vita.

1.156 persone autistiche e 1.212 persone non autistiche hanno partecipato in indagine anonima e online sviluppata dal gruppo circa le loro scelte di stile di vita ed anamnesi personale e della famiglia quotidiana di abitudini. I risultati indicano che le persone autistiche sono, in media, 1,5 - 4,3 volte probabili avere un'ampia varietà di stati di salute, compreso ipotensione, le aritmia, l'asma e i prediabetes.

Questo nuovo studio è egualmente il primo per esaminare l'influenza di fumo, di uso dell'alcool e di BMI. Sorprendente, i risultati indicano che questi fattori di stile di vita (quali aumento il rischio di problemi sanitari fisici cronici nella popolazione in genere) non rappresentano il rischio intensificato di cuore, di polmone e di circostanze diabetiche vedute fra gli adulti autistici.

Lo studio egualmente ha esplorato le esperienze nei dichiaranti femminili e degli adulti più anziani, entrambi i quali rimangono gruppi understudied. I risultati hanno rivelato che le femmine autistiche, ancor più che i maschi autistici, sono più probabili riferire i rischi aumentati di stati di salute fisici. Inoltre, i tipi di stati del rischio dipendono dal sesso biologico della persona. Per esempio, le femmine autistiche sono 4,3 volte più probabili da avere prediabetes che le femmine non autistiche; tuttavia, i maschi autistici e non autistici sono ugualmente probabili avere prediabetes. Questi risultati indicano che “un'una dimensione misura tutto l'„ approccio alla sanità della gente autistica non può essere efficace.

Il lavoriere di Elizabeth, lo studente di PhD che piombo lo studio, ha detto: “Questo è un primo punto nella migliore comprensione perché le persone autistiche sono così tanto più probabili avere problemi sanitari fisici cronici. Mentre fumiamo, l'alcool e BMI può svolgere un ruolo, ora dobbiamo mettere a fuoco su cui l'altri biologico (per esempio genetico, ormonale, ecc), ambientale, stile di vita (per esempio dieta, esercizio, sonno, ecc) o i fattori in relazione con la sanità stanno contribuendo a queste disparità di salubrità.„

Questo nuovo studio evidenzia i rischi sanitari fisici alle persone autistiche ed ha implicazioni importanti per la loro sanità. La comprensione delle ragioni per le quali queste disparità esistono permetterà che noi miglioriamo le persone autistiche di sostegno e miglioriamo la qualità e la lunghezza delle loro vite.„

Il professor Simon Barone-Cohen, Direttore del centro di ricerca di autismo a Cambridge

Source:
Journal reference:

Weir, E., et al. (2020) Increased prevalence of non-communicable physical health conditions among autistic adults. Autism. doi.org/10.1177/1362361320953652.