Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Anche le commozioni cerebrali delicate causano i danni severi e duraturi nel cervello

Anche le commozioni cerebrali delicate causano i danni severi e duraturi nella capacità del cervello di pulirsi delle tossine e questa può seminarla per il morbo di Alzheimer, demenza ed altri problemi neurodegenerative, la nuova ricerca dall'università di scuola di medicina della Virginia rivela.

La scoperta offre le comprensioni importanti nel trauma cranico traumatico (TBI), un termine capito male che si è trasformato in in un interesse pubblico importante, specialmente negli sport e per i militari.

I risultati contribuiscono a spiegare perché TBI è così nocivo e perché può avere tali effetti a lungo termine. La ricerca egualmente suggerisce che i pazienti sicuri siano più successivamente al maggior rischio di declino nella funzione del cervello nella vita ed apre la strada per i nuovi e migliori trattamenti.

Ciò fornisce alcuna di migliore prova eppure quello se non avete recuperato da un trauma cranico ed ottenete ancora il colpo nella testa, state andando avere conseguenze ancor più severe. Ciò rinforza l'idea che dovete dare alla gente un'opportunità di guarire. E se non fate, state mettendo ad un elevato rischio molto per le conseguenze a lungo termine che non potreste vedere durante un anno ma potreste vedere in una coppia di decadi.„

John Lukens, PhD, dipartimento di neuroscienza, centro per immunologia del cervello e Glia, università di sistema di salubrità della Virginia

Nuova comprensione di TBI

La ricerca di Lukens identifica una conseguenza precedentemente sconosciuta di TBI che può avere effetti duraturi. Quando il cervello gonfia, stampa contro il cranio; sono bloccati nel fratempo i vasi linfatici minuscoli che puliscono il cervello.

Questa pressione sulle imbarcazioni, sui ricercatori di UVA trovati, sulle cause serie e sul danno duraturo della capacità del cervello di purgarsi delle tossine. Lavorando con i mouse del laboratorio, uno di migliori modelli di TBI disponibile, gli scienziati ha trovato che il danno potrebbe durare almeno due settimane - un molto tempo per i mouse - e possibilmente molto lungamente.

Questi vasi linfatici sono stati identificati da Jonathan Kipnis, PhD ed i suoi collaboratori a UVA nel 2015. Sino a quel momento, i manuali medici hanno insistito che le imbarcazioni non esistessero e che il cervello era “privilegiato immune,„ significando che non ha interagito con il sistema immunitario.

La scoperta di Kipnis ha cambiato tutto che e lui da allora avesse determinato i ruoli importanti del gioco delle imbarcazioni sia in Alzheimer che nel declino conoscitivo che viene con l'età.

Ora emergono come giocatore importante in TBI. “Sappiamo che il trauma cranico traumatico porta un rischio aumentato per un mazzo di emissioni a lungo termine come demenza, il morbo di Alzheimer e CTE [encefalopatia traumatica cronica] e questo realmente è stato reso a pubblico extra a causa del NFL,„ ha detto il ricercatore Ashley C. Bolte, uno studente di MD/PhD.

“Poi c'è egualmente ansia, la depressione, suicidio. Le ragioni per le quali TBI provoca il rischio aumentato per questo completamente non è conosciuta e noi pensano che i nostri risultati potrebbero fornire un meccanismo quanto a perché.„

La gente più al rischio

La ricerca suggerisce quella gente che hanno problemi preesistenti con il loro grenaggio del cervello, o dalle commozioni cerebrali priori o naturalmente, è probabile soffrire le conseguenze molto più severe da TBI. In mouse, questo piombo a più infiammazione del cervello e risultati peggiori, compreso danno di memoria.

“Se fate ottenere un nodo preesistente nelle condutture e voi il colpo nella testa, quindi tutto è catturato ad un di più alto livello - gli impatti sulla memoria, il neuroinflammation,„ Lukens ha detto. “Ci sono molte implicazioni a.„

La tecnologia dell'immagine emergente può finalmente permettere affinchè medici identifichi la gente che soffrirà le più grandi conseguenze di TBI.

Più buone notizie: Lukens egualmente crede che medici possano l'un giorno potere ringiovanire i vasi linfatici alterati con le droghe per migliorare i risultati dei pazienti e possibilmente per evitare le conseguenze a lungo termine. (Questo anche può risultare utile nella battaglia contro il declino conoscitivo che si presenta naturalmente con l'età.)

Inoltre, Lukens ha detto, finalmente può essere possibile che medici valutino il grenaggio del cervello dopo che lesione per determinare quando per i pazienti è il più sicuro ritornare ad atto.

“Ora, realmente non conosciamo che cosa dire questi capretti che vogliono ottenere ci ritiriamo sul campo, o persino sui membri dei militari,„ Lukens ha detto. “Sarebbe importante avere prove empiriche da dire che potete continuare mai o non ripetere mai quelle cose.„

Source:
Journal reference:

Bolte, A. C., et al. (2020) Meningeal lymphatic dysfunction exacerbates traumatic brain injury pathogenesis. Nature Communications. doi.org/10.1038/s41467-020-18113-4.