Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: Il regolamento di salute pubblica per affrontare le diete non sane si oppone a coerente da industria alimentare

Un nuovo studio fuori questa settimana durante la settimana globale per atto sui punti culminanti non comunicativi (NCDs) di malattie che il regolamento globale di salute pubblica ha inteso affrontare le diete non sane, un fattore di rischio chiave per NCDs, sta opponendosi a coerente dall'alimento e beve l'ingresso.

NCDs, quale la malattia di cuore, cancro ed il diabete, rappresenta più di 70% per la morte e l'inabilità globali ma l'errore ad atto coordinato e mirato a del mezzo piombo ad un problema crescente - provato con la crisi corrente dell'obesità che affronta gran parte del mondo.

La nuova ricerca, dagli analisti di criterio di integrità al bagno in collaborazione con i ricercatori dalle università di Edimburgo e di São Paulo e l'associazione di nutrizione di salute pubblica del mondo, hanno esaminato tutte le risposte di industria alimentare alle consultazioni tenute dall'organizzazione mondiale della sanità (WHO) su polizza di NCD e dal controllo fra settembre 2015 e settembre 2018.

Valutando le risposte attraverso cinque consultazioni separate funzionano dal WHO durante questo periodo, il lavoro indica che, malgrado una retorica di contributo alla salute pubblica, i gruppi industriali dell'alimento si oppongono coerente agli efficaci regolamenti quali le tasse e le limitazioni della commercializzazione e avvocato per gli approcci più deboli di associazione e dell'atto volontario invece.

Inciti la prova stabilita anche sfidata di salute pubblica dei gruppi circa affrontare NCDs. Per esempio, il Consiglio internazionale delle associazioni delle bevande che rappresenta l'industria delle bibite ha messo in discussione il collegamento affermato fra le bevande zucchero-zuccherate ed il suggerimento dell'obesità:

“Il peso globale della prova scientifica sullo zucchero e/o le bevande zucchero-zuccherate indicano che non hanno un effetto unico sul peso corporeo oltre il loro contributo per ammontare all'assunzione di caloria.„

Inoltre, il gruppo dell'ingresso ha sostenuto inesatto che l'agenzia principale della salute pubblica del mondo non era in una posizione da consigliare sulle tasse di salubrità:

“Offrire tale consiglio di polizza in un campo - economia e politica finanziaria - lontano dal WHO è competenza non è a parer nostro una linea di condotta prudente.„

Infatti, discuta i ricercatori, il WHO include fra il suo personale molti economisti e la banca mondiale egualmente promuove l'uso delle tasse di salubrità.

I ricercatori suggeriscono che gli argomenti usati siano simili a quelli spiegati dall'industria del tabacco quando il WHO ha cominciato prendere i più forti provvedimenti regolamentare le sigarette nel primi anni '2000. Questi hanno incluso sostenere che il regolamento non avrebbe funzionato o non era necessario e mettere in discussione la scienza e provare le polizze di fondo quale tasse zucchero-zuccherate della bevanda.

Riconoscendo che il buona salute è essenziale allo sviluppo, gli scopi di sviluppo sostenibile del punto di riferimento dell'ONU (SDGs) comprendono un obiettivo per promuovere la salubrità e ridurre da ora al 2030 la mortalità prematura da NCDs di un terzo (SDG 3). La pandemia COVID-19, che pregiudica la gente che vive più severamente con NCDs, ha indicato quanto importante questa è.

Tuttavia, i ricercatori evidenziano una tensione possibile fra questo scopo, per migliorare la salubrità ed un altro, SDG 17, che promuove i partenariati pubblico-privati. Documentano come i gruppi industriali dell'alimento usano gli ultimi per promuovere la partecipazione dell'industria a decisione politica, che per molti è veduta insidiare i tentativi di migliorare la salubrità. Una serie di gruppi hanno usato SDG 17 per opporrsi ad uno strumento sviluppato dal WHO per aiutare gli stati membri per proteggere i programmi di nutrizione dai conflitti di interessi, sostenenti che tali limitazioni dell'impegno con l'industria alimentare non sarebbero state coerenti allo scopo di associazione promosso dallo scopo.

L'autore principale, Kathrin Lauber dal gruppo di ricerca di controllo del tabacco all'università di bagno spiega: “Che cosa accade al WHO e che cosa non accade, è importante a tutti noi. Le linee guida dell'agenzia possono fornire ai paesi un mandato per introdurre le protezioni cruciali di salute pubblica, che è perché vediamo l'alimento e beviamo i gruppi dell'ingresso che spingono per tenere le raccomandazioni di polizza deboli. Inoltre, posizionando collaborazione con il settore commerciale come rischi di standard che impediscono non solo il lavoro del WHO come l'agenzia di salubrità del tasto dell'ONU, ma anche quello dei paesi attraverso il funzionamento del mondo per diminuire il carico di NCDs.„

Mentre uno dei molti avvocati della società civile che hanno impegnato instancabile in questi la stesse nutrizione e malattia noncommunicable (NCD) ha collegato le consultazioni ed i trattamenti del WHO fra 2015-2018 e che hanno testimoniato l'impegno dell'industria in alcuni di questi trattamenti ed hanno riferito i negoziati ed i risultati, questa analisi è estremamente benvenuta e chiarente. L'analisi dei ricercatori si illumina ma uno di molti modi in cui tale ricerca non sana delle industrie dei prodotti per diluire gli sforzi globali insidiare di criterio di integrità per assicurare tutta la gente ha accesso alle diete sane e nutrienti. Se dobbiamo realizzare obiettivi e la salubrità di scopo di nutrizione, di NCD e di sviluppo sostenibile per tutti, queste industrie non possono essere permesse diluire la politica sanitaria di salute pubblica.„

Gestore di Lucy Westerman, di polizza e di campagne, NCD Alliance

Source:
Journal reference:

Lauber, K., et al. (2020) Non-communicable disease governance in the era of the sustainable development goals: a qualitative analysis of food industry framing in WHO consultations. Globalization and Health. doi.org/10.1186/s12992-020-00611-1.