Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I a lungo trasportatori del ` COVID-19' avvertono gli effetti sulla salute prolungati

La pandemia di malattia di coronavirus (COVID-19) è attivamente spargersi, aggiungente più infezioni ai 29,27 milione casi attraverso il globo. Sebbene una maggioranza di questa gente sperimenti soltanto delicato moderare i sintomi, c'è un gruppo di superstiti COVID-19 che non hanno recuperato mai. Una funzionalità di notizie su nature.com discute la loro situazione difficile.

“A lungo trasportatori„ o “a lungo-termers chiamati,„ qualche gente riferisce i sintomi prolungati della malattia per i mesi. Questa gente avverte i sintomi che variano dalla fatica e dalla debolezza ai dolori toracici e dalla difficoltà che respira.

Credito di immagine: Halfpoint/Shutterstock
Credito di immagine: Halfpoint/Shutterstock

Sintomi persistenti

Un gruppo degli scienziati all'università della California del Sud in Los Angeles (UCLA) ha cominciato a tenere la carreggiata i pazienti COVID-19 a gennaio facendo uso dello scansione (CT) di tomografia computerizzata per esaminare i loro polmoni. Hanno seguito 33 pazienti per un mese.

I risultati della loro opera, che ancora non è stata pubblicata, indicano che più di un terzo dei pazienti hanno avuti morte del tessuto che è comparso come cicatrici in loro polmoni. I ricercatori pianificazione seguire questi pazienti per anni per determinare gli effetti duraturi di COVID-19 sull'organismo.

Secondo Ali Gholamrezanezhad, un radiologo e una parte clinici del gruppo, la maggior parte dei casi sono delicati moderare e non finiscono l'ammissione all'ospedale. Stima che la tariffa di danno ai polmoni a medio termine sia circa meno di 10 per cento. Tuttavia, poiché ci sono 29 milione di persone che sono stati infettati con il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, anche una percentuale bassa può implicare che migliaia di gente avvertano i problemi sanitari duraturi e persistenti.

Con molta gente che ha sintomi prolungati, molti medici sono interessati che il numero si svilupperà come i casi si sollevano. La malattia è novella e nessuno ha tutta l'idea dei sui effetti a lungo termine sull'organismo. Medici si preoccupano che il danno dell'organo possa essere permanente o possa indugiare per i mesi, o persino anni. Sono egualmente incerte se il danno è probabilmente dovuto i trattamenti intensivi quale intubazione, o causato dal virus stesso. Tuttavia, mentre la pandemia si evolve, molti nuovi studi indicano che il virus attacca molti organi, non appena i polmoni.

Danno ai polmoni

Uno degli organi più commoventi nell'organismo è i polmoni poiché COVID-19 è pricipalmente una malattia respiratoria. Nei mesi primissimi della pandemia, molti paesi riempiti per contenere la diffusione del virus, applicante i lockdowns. Il fuoco degli ospedali ed i clinici erano di fare fronte ai casi d'ascesa, mentre la ricerca è stata messa a fuoco sull'individuazione la sorgente e del trattamento per l'infezione.

Recentemente, in mezzo dell'aumento improvviso delle conseguenze di salubrità della malattia, medici ora stanno cercando le risposte su perché molti pazienti completamente non recuperano dalla malattia.

In un altro studio dall'Austria, i ricercatori hanno scoperto che il danno ai polmoni ha diminuito col passare del tempo. Circa 88 per cento dei partecipanti di studio hanno avuti danno ai polmoni visibile sei settimane dopo lo scarico dall'ospedale. Entro 12 settimane, il numero è caduto a 56 per cento.

Nella ricerca corrente del UCLA, il gruppo piombo da Gholamrezanezhad ha analizzato le immagini del polmone dalla scansione di CT di più di 900 pazienti dagli studi pubblicati. Hanno trovato che la parte più commovente dei polmoni è i lobi più bassi. Le immagini di scansione di CT sono state imballate con le toppe biancastre ed opache che implicano l'infiammazione, rendente la dura affinchè la gente respirino durante l'esercizio continuo. Il gruppo ha detto che il danno è sembrato migliorare dopo due settimane.

Più ulteriormente, il gruppo ha notato che alcuni sintomi potrebbero catturare più lungamente per abbassarsi.

Un altro studio di 152 pazienti di post-scarico pubblicati nella sorgente della pubblicazione preliminare, medRxiv* ha indicato che fra la gente che è stata ospedalizzato dovuto COVID-19, più di 70 per cento dei pazienti riferisce la dispnea e 13,5 per cento dell'ossigeno stato necessario a casa dopo un mese di scarico.

Nel frattempo, il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti (CDC) dice che COVID-19 può provocare la malattia prolungata, anche fra i giovani senza stati di salute di fondo. In uno studio citato dal CDC, un'indagine degli adulti sintomatici che erano stati diagnosticati con COVID-19 ha indicato che 35 per cento non avevano ritornato ai loro stati di salute normali quando sono stati intervistati due - tre settimane dopo la diagnosi. Fra i giovani adulti senza la malattia medica di fondo, una in cinque completamente non aveva recuperato.

“Questi risultati hanno implicazioni importanti per la comprensione degli effetti completi di COVID-19, anche in persone con la malattia più delicata del paziente esterno,„ l'agenzia di salubrità ha detto.

Sources:
Angela Betsaida B. Laguipo

Written by

Angela Betsaida B. Laguipo

Angela is a nurse by profession and a writer by heart. She graduated with honors (Cum Laude) for her Bachelor of Nursing degree at the University of Baguio, Philippines. She is currently completing her Master's Degree where she specialized in Maternal and Child Nursing and worked as a clinical instructor and educator in the School of Nursing at the University of Baguio.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Laguipo, Angela. (2020, September 15). I a lungo trasportatori del ` COVID-19' avvertono gli effetti sulla salute prolungati. News-Medical. Retrieved on September 23, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200915/COVID-19-e28098long-haulerse28099-experience-lingering-health-effects.aspx.

  • MLA

    Laguipo, Angela. "I a lungo trasportatori del ` COVID-19' avvertono gli effetti sulla salute prolungati". News-Medical. 23 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200915/COVID-19-e28098long-haulerse28099-experience-lingering-health-effects.aspx>.

  • Chicago

    Laguipo, Angela. "I a lungo trasportatori del ` COVID-19' avvertono gli effetti sulla salute prolungati". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200915/COVID-19-e28098long-haulerse28099-experience-lingering-health-effects.aspx. (accessed September 23, 2021).

  • Harvard

    Laguipo, Angela. 2020. I a lungo trasportatori del ` COVID-19' avvertono gli effetti sulla salute prolungati. News-Medical, viewed 23 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20200915/COVID-19-e28098long-haulerse28099-experience-lingering-health-effects.aspx.