Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori sono sovvenzionato di NIH per valutare l'impatto di COVID-19 sui pazienti della malattia di cuore

Uno studio della ricerca di Chicago dell'università dell'Illinois su come migliorare la cura per i pazienti della malattia di cuore che lottano con la mancanza di speranza è stato completato dagli istituti della sanità nazionali, o da NIH, per determinare se l'intervento di studio ha chiamato “il cuore su!„ limita l'impatto negativo del protezione-in-posto COVID-19 e del fisico medica che distanziano le misure sui risultati di salubrità.

Prima della pandemia COVID-19, 43 pazienti erano stati iscritti a UIC “cuore su!„ lo studio ha puntato su motivare i pazienti della malattia di cuore che soffrono dalla mancanza di speranza essere più fisicamente attivo.

Il supplemento della concessione permetterà che i ricercatori valutino l'impatto dello studio confrontando i pazienti iscritti prima che il protezione-in-posto COVID-19/fisico medica che distanzia le misure cominci con i pazienti iscritti dopo l'inizio della pandemia. Il supplemento tiene conto seguito con tutti i pazienti per un periodo più lungo -- un anno.

I fondi egualmente supporteranno l'aggiunta dei due questionari di COVID-19-related per i pazienti:

  • Studio Multi-Etnico del questionario di aterosclerosi COVID-19 per valutare i sintomi COVID-19, diagnosi, prova e distanziare sociale.                                                                                               
  • Disgaggio di impatto di Coronavirus per quantificare come COVID-19 ha cambiato la vita del partecipante via la routine; reddito/occupazione; accedi a ad alimento, l'assistenza medica, la sanità mentale, famiglia allargata; e sforzo/discordia.

Susan Dunn, professore associato di UIC di professione d'infermiera e del ricercatore principale dello studio, ha detto che continueranno a misurare le variabili chiave multiple -- la mancanza di speranza, la depressione, ideazione suicida, ansia, ha percepito il supporto, la motivazione, la qualità di vita, il benessere e l'attività fisica sociali -- quello può migliorare la comprensione di come “il cuore su!„ l'intervento può cambiare l'impatto del protezione-in-posto/fisico medica che distanzia le misure sui risultati di salubrità.

Dall'inizio della pandemia COVID-19, il progetto di ricerca transitioned alla consegna remota, in modo dai partecipanti non è esposto al virus.

La mancanza di speranza è una prospettiva negativa e un senso di essere indifeso verso il futuro. Può essere una risposta temporanea ad un evento o ad una prospettiva abituale. La mancanza di speranza è associata con il funzionamento in diminuzione di fisico medica e l'attività fisica più bassa in persone con la malattia di cuore.

I ricercatori stanno provando a capire i collegamenti fra mancanza di speranza e attività fisica come pure una serie di altri risultati mentali, sociali e comportamentistici di salubrità in pazienti con la malattia di cuore.

“Non siamo messi a fuoco sul virus stesso, ma sugli effetti del protezione-in-posto COVID-19 e sugli sforzi distanzianti fisici su attività fisica e su altri risultati di salubrità.„

“Se l'attività fisica è diminuita, quella mette i pazienti della malattia di cuore all'elevato rischio per le complicazioni e sviluppo futuro della malattia di cuore e di altre malattie croniche,„ ha detto Dunn, che ha notato che i risultati dello studio possono informare gli interventi durante il questo e le pandemie future.

Dunn si unisce dai co-ricercatori Ulf Bronas e Eileen Collins dall'istituto universitario di UIC di professione d'infermiera.