Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Visioni critiche di esposizione COVID-19 per i lavoratori di sanità

I lavoratori di sanità (HCWs) sono fra la gente più importante nella lotta corrente contro la pandemia COVID-19. Tuttavia, il costo è alto, poiché sono esposti naturalmente ai pazienti ai livelli di variazione di infettività. Infatti, il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti (CDC) stima che HCWs componga più di un decimi di tutti i casi riferiti COVID-19.

Uno studio recente della scuola di medicina di Feinberg di Northwestern University pubblicato nel medRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare nel settembre 2020 indica che l'uso delle linee guida standard di controllo di infezione, compreso dispositivi di protezione individuale (PPE), contribuisce ad impedire il rischio eccessivo di infezione fra HCWs pure.

Studio: Seroprevalence e componenti degli anticorpi SARS-CoV-2 nei lavoratori di sanità in Chicago. Credito di immagine: David Herraez Calzada/Shutterstock
Studio: Seroprevalence e componenti degli anticorpi SARS-CoV-2 nei lavoratori di sanità in Chicago. Credito di immagine: David Herraez Calzada/Shutterstock

Alterazioni nel rischio di HCW

A differenza dei giorni in anticipo di crisi, il PPE è più disponibile facilmente. I ricercatori hanno voluto scoprire l'impatto di questo cambiamento sulla tariffa dell'infezione nella comunità di HCW. Specialmente, hanno mirato a paragonare il rischio comportato specialmente tramite l'esposizione professionale a quello dovuto la trasmissione della comunità, in modo da attenuare il rischio a questi lavoratori essenziali.

La città di Chicago ha avuta un livello e un picco in anticipo nel numero dei casi, delle ospedalizzazioni e delle morti. Ciò è stata accompagnata da un arrampicarsi degli sforzi di salute pubblica e misura puntato su aumentare la capacità del ricoverato, di assicurare la disponibilità delle offerte del PPE. Lo studio corrente, quindi, ha messo a fuoco sui sistemi di salubrità in Chicago, che può contribuire a fornire un'idea dei rischi futuri a HCWs ed ai sistemi di appoggio futuri che sono richiesti.

La cronologia del censimento del ricoverato della medicina COVID-19, della tariffa di caso di Chicago e della risposta nordoccidentali del governo statale durante il locale ha accelerato la fase della pandemia
La cronologia del censimento del ricoverato della medicina COVID-19, della tariffa di caso di Chicago e della risposta nordoccidentali del governo statale durante il locale ha accelerato la fase della pandemia

Partecipanti di studio

I ricercatori hanno installato nel maggio 2020 il gruppo nordoccidentale di studio di sierologia del lavoratore SARS-CoV-2 di sanità per esaminare la prevalenza della sieropositività per SARS-CoV-2 fra HCWs. Ciò era più ancora ripartita per l'occupazione, il tipo di compito che hanno fatto come pure le loro caratteristiche sociali e demografiche.

Nello studio corrente, ~80% dei partecipanti erano donne e ~75% erano bianchi del non Latino-americano. Circa 10% e 7% erano asiatici e ispani, mentre i partecipanti neri hanno composto circa 3% del gruppo. L'età media del gruppo era di 41 anno. I più grandi sottogruppi si sono composti degli infermieri, dei medici e degli amministratori.

Hanno ottenuto i dati sull'esposizione questa HCWs stavano sperimentando al livello della famiglia e della comunità, scoprire che proporzione di infezione fra questo gruppo di lavoratori era dovuto le esposizioni fuori del loro posto di lavoro, cioè, ospedale esterno.

Gruppi di rischio ipotetici

I ricercatori hanno supposto quel HCWs che sono stati coinvolgere nelle procedure che generano gli aerosol, che sono stati esposti ai pazienti con COVID-19 e coloro che ha riferito altri itinerari dell'esposizione, avrebbero un'più alta tariffa degli anticorpi a SARS-CoV-2.

Hanno trovato quello camice, il grezzo e la prevalenza di regolato per la positività anti- di IgG il SAR CoV-2 era ~5%. Quelli fra 18 e 29 anni hanno avuti un'più alta prevalenza dell'anticorpo, a ~7% contro ~4% per la gente più anziana. Sia i latino-americani che i nero hanno avuti le più alte tariffe della sieropositività, a ~10% ciascuno. Sia gli asiatici che HCWs bianco hanno avuti tariffe di prevalenza di circa 4,5%. I maschi e le femmine hanno avuti simili tariffe della sieropositività e nessuna differenza significativa è stata osservata in presenza del diabete, dell'ipertensione e dell'obesità.

Esposizione dal posto di lavoro

La sieropositività fra il 10% dei partecipanti che hanno riferito l'esposizione dall'ospedale era 15%. Le probabilità per la sieropositività in questo gruppo erano quasi cinque volte più superiore a per coloro che non è stato esposto. Coloro che era stato esposto ad un membro della famiglia a casa seroconverted dentro più di 50% dei casi. Di nuovo, le probabilità in questo gruppo erano ~27 volte più superiore a in coloro che non ha avuto un membro della famiglia positivo.

Rischio per la categoria di occupazione

I ricercatori hanno trovato che la tariffa grezza di prevalenza era ~10% per HCWs nei gruppi di sostegno, quali di servizio ristoro, servizi ambientali ed i trasportatori pazienti come pure in assistenti medici. Per gli infermieri ed i terapisti respiratori, era circa 8% e 9%, rispettivamente.

Fra gli amministratori, la percentuale lorda della sieropositività era ~4% e per i medici, 3%. In generale, quindi, le probabilità per più alta sieroconversione erano 2 volte più su per agli gli amministratori relativi degli infermieri. Fra i medici, la tariffa del seroprevalence era ~6% per i chirurghi e gli anestesisti, ma soltanto metà quello per medicina e la medicina di famiglia. Per gli specialisti della medicina di emergenza, era 4%, mentre per i pediatri, era 0,5% e zero fra specialità polmonari/critiche di cura.

Rischio dalle mansioni professionali

Le probabilità delle tariffe della positività di IgG erano due volte alte nel caso di HCWs che sono state esposte ai pazienti COVID-19 confrontati a coloro che non era. Coloro che stava catturando la cura dei pazienti sull'ossigeno di alto-flusso hanno avuti più alte probabilità di 45% di una prova positiva dell'anticorpo confrontata a coloro che non era. Quelli che si occupano dei pazienti di emodialisi egualmente hanno avuti più alte probabilità di 57% della sieropositività confrontate a coloro che non era.

Questi reticoli di prevalenza probabilmente riflettono l'esposizione prolungata a questi pazienti e sono forti preannunciatori di una prova positiva dell'anticorpo.

Sorprendente, le procedure connesse tradizionalmente con un elevato rischio gradiscono l'intubazione, bronchoscopy e l'ambulatorio non ha avuto più alto rischio della sieropositività.

Variazione della Comunità nella sieropositività

I ricercatori hanno trovato che le più alte tariffe della sieropositività erano nel sud-ovest e nelle regioni di nord-ovest di Chicago, con il caso basso valuta nella periferia di quasi-Nord e del nord. Ciò è stata riflessa nel reticolo della residenza dei partecipanti di studio pure.

Lo studio egualmente ha identificato gli stessi fattori di rischio che sono prevalenza aumentata collegata COVID-19 nella comunità. Un tale fattore era sottogruppi neri e ispani. Ulteriore ricerca è richiesta di capire le caratteristiche sociali ed economiche, gli attributi comportamentistici e gli eventi della comunità che sono collegati alla diffusione virale all'interno delle vicinanze in cui questo HCWs risiede.

Infezione Auto-Riferita precedente

I partecipanti senza una cronologia priore auto-riferita di COVID-19 hanno avuti soltanto una tariffa 1,4% della sieropositività per gli anticorpi di IgG, ma questi hanno composto un quarto di tutto il sieropositivo nello studio. Circa 7% e 10% di coloro che ha sospettato un'infezione priore con SARS-CoV-2 ma avevano verificato la quantità negativa o non sono stati provati affatto, rispettivamente, erano sieropositivi.

D'altra parte, coloro che ha riferito verificare il positivo hanno avuti un seroprevalence di 87%. Lo studio egualmente suggerisce che quello circa un quinto dei partecipanti sia stato sieropositivo malgrado loro essere ignaro dell'infezione. Ciò è d'accordo con i preventivi più iniziali dei gradi di infezione asintomatici, 20% - 40%, sia al livello della popolazione che nella comunità di HCW.

Impatto di COVID-19 su salubrità

Quasi la metà dei partecipanti sieropositivi ha riferito che la loro salubrità era diminuito dopo l'infezione. Secondariamente, coloro che ha riferito la perdita l'odore o del gusto hanno avuti 13 più alte probabilità di volte di essere sieropositivi.

Limitazioni

Lo studio non è interamente generalizzabile, primo perché lo studio rappresenta un esteso sistema di salubrità che ha avuto un'offerta costante ed adeguata del PPE durante il periodo della pandemia, con le polizze di controllo rigorose di infezione. La prevalenza fra HCWs è altrimenti probabile essere lontana nelle comunità in cui il carico della malattia sopraffa il sistema di salubrità dovuto le risorse limitate o i grandi numeri dei casi.

Il campione egualmente è stato distorto verso HCWs bianco, che può alterare i risultati stimati. In terzo luogo, i dati sul gruppo professionale ed il compito sono stati riuniti dalle indagini, che possono provocare la tendenziosità di richiamo. Ciò non è ovvia, tuttavia, quando l'analisi è effettuata per registrare per ottenere la possibilità che la conoscenza di sierologia, che era prima disponibile, potrebbe alterare le risposte date sull'indagine.

Di nuovo, l'incertezza circa l'universalità dello sviluppo dell'anticorpo in COVID-19 può causare i preventivi impropri del seroprevalence. Ciò nonostante, lo studio fornisce le indicazioni utili delle sorgenti del rischio a HCWs e come questo può essere minimizzato.

Implicazioni

Malgrado i rischi aumentati di sieropositività connessi con le occupazioni di sanità, il più grande contributo alla sieropositività proveniva dall'esposizione della famiglia e della comunità. Fra tutti i lavoratori di sanità, le più alte probabilità dell'infezione sono state associate soltanto con gli infermieri, probabilmente perché sono una parte essenziale di ogni gruppo di cura paziente, che è un compito in cui i badante sono messi in frequente e contatto vicino con i pazienti.

Un'altra via della trasmissione probabile di COVID-19 fra HCWs è mescolanza sociale, particolarmente nei gruppi più piccoli come gli infermieri, che si incontrano per i pasti o altre occasioni. Ciò può piombo ai cluster di infezione fra gli infermieri, che sono quasi sempre femminili. Questo reticolo probabilmente è riflesso nello studio corrente, dove la maggior parte del HCWs e quindi

In generale, lo studio suggerisce un rischio in relazione con l'esposizione e dell'aerosol di esposizione, che a sua volta è collegata con i gruppi di occupazione particolari a causa delle mansioni uniche di sanità effettuano. Le implicazioni sono che disponibilità del PPE e correggono l'uso come pure catturando le precauzioni attente contro la diffusione dell'infezione, sia adeguato proteggere HCWs finchè la loro esposizione è breve. Allo stesso tempo, l'esposizione prolungata non è ricambiata adeguatamente da tali misure da solo.

Lo studio suggerisce che il rischio di infezione in HCWs sia stato un poco più basso di quello trovato in altri studi dello Spagnolo e di New York, ma simile ad uno studio danese. Gli infermieri erano il gruppo all'elevato rischio fra HCWs. Tuttavia, questo rischio sembra attenuarsi con successo usando il PPE adeguato e la cattura delle precauzioni per impedire la diffusione del virus.

In una tal regolazione, quindi, la maggior parte del rischio per il HCWs viene dalla comunità e non dal posto di lavoro. Ciò richiederà la vigilanza pubblica continua, con l'uso del PPE e delle polizze di controllo di infezione per ulteriore riduzione di rischio.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2020, September 16). Visioni critiche di esposizione COVID-19 per i lavoratori di sanità. News-Medical. Retrieved on September 28, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200916/Critical-insights-into-COVID-19-exposure-for-healthcare-workers.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Visioni critiche di esposizione COVID-19 per i lavoratori di sanità". News-Medical. 28 September 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200916/Critical-insights-into-COVID-19-exposure-for-healthcare-workers.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Visioni critiche di esposizione COVID-19 per i lavoratori di sanità". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200916/Critical-insights-into-COVID-19-exposure-for-healthcare-workers.aspx. (accessed September 28, 2020).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2020. Visioni critiche di esposizione COVID-19 per i lavoratori di sanità. News-Medical, viewed 28 September 2020, https://www.news-medical.net/news/20200916/Critical-insights-into-COVID-19-exposure-for-healthcare-workers.aspx.