Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le norme di Prosocial nel movimento aperto di scienza incoraggiano la maggiori diversità ed inclusione

La cultura di scienza sta cambiando. I ricercatori stanno esaminando i metodi e le pratiche che lungamente sono stati la base per ricerca scientifica e pubblicazione con lo scopo del miglioramento.

Questo “momento di cambiamento,„ gli autori di nuovo documento scrivono, presente un'opportunità di indirizzare la mancanza storica della scienza “di diversità e di cultura noninclusive.„

Per il documento, gli autori hanno esaminato i due percorsi che gli scienziati sono seguenti: il movimento per riproducibilità ed il movimento per scienza aperta.

Scopo di entrambi i movimenti per creare gli archivi centralizzati per i dati, il codice macchina ed altre risorse, ma da là, i percorsi diverge.

Il movimento per le chiamate della riproducibilità sugli scienziati per riprodurre i risultati degli esperimenti passati per verificare i risultati più iniziali, mentre la scienza aperta si rivolge agli scienziati per dividere le risorse in moda da potere costruire la ricerca futura su che cosa è stato fatto, chiede le nuove domande e la scienza di avanzamento.

Il gruppo di ricerca internazionale, piombo dall'Indiana University (IU), trova che i due movimenti fanno più di divergono. Hanno culture molto distinte, con due letterature distinte prodotte da due gruppi di ricercatori con poco incrocio.

La loro ricerca egualmente suggerisce quell'dei movimenti -- apra la scienza -- promuove la maggiori azione ordinaria, diversità e inclusivity. I loro risultati sono stati riferiti all'inizio di questa settimana in un documento nominato “scienza aperta, cultura comunale e la partecipazione delle donne al movimento per migliorare la scienza,„ pubblicato negli atti per l'Accademia nazionale delle scienze.

L'analisi del gruppo dei documenti accademici ha pubblicato dal 2010-2017 identificato con uno dei due movimenti ha mostrato quello anche se entrambi i movimenti misurano ampiamente attraverso i campi del GAMBO, gli autori all'interno di loro occupa le due reti in gran parte distinte.

I ricercatori egualmente hanno analizzato gli estratti dei documenti per determinare i valori impliciti nel linguaggio usato per definire la ricerca. Specificamente, hanno esaminato il grado a cui la ricerca era prosocial, cioè, orientato verso l'aiuto degli altri cercando di risolvere i grandi problemi sociali.

Riguardo al genere, il gruppo ha trovato quello

le donne pubblicano più spesso nelle posizioni di condizione di scrittore di alto-stato nella scienza aperta e quella partecipazione alle posizioni di condizione di scrittore di alto-stato sta aumentando col passare del tempo di scienza aperta, mentre nelle donne della riproducibilità la partecipazione alle posizioni di condizione di scrittore di alto-stato sta diminuendo col passare del tempo.„

Murphy di Maria, autore principale di studio ed il professor, Indiana University

Con una memoria di otto scienziati del cavo allo IU, il gruppo egualmente ha incluso 20 nuovi co-author, principalmente donne e persone di colore che sono esperti su come aumentare la partecipazione dei gruppi sottorappresentati nella scienza; diversità ed inclusione; ed i movimenti per migliorare scienza.

Fra loro è Valerie Jones Taylor, un docente nel servizio del Lehigh University della psicologia con una nomina unita negli studi di Africana.

Taylor studia come stereotipare ed il pregiudizio pregiudicano la prestazione accademica dei gruppi sottorappresentati, delle interazioni interrazziali e del trattamento di spazi fisici racialized. Suo lavori egualmente esamina i modi migliorare gli incontri interrazziali nei contesti accademici e sociali facendo uso di realtà virtuale.

“Ricerchi le pratiche che cercano di migliorare la qualità di ricerca scientifica e la conoscenza può trarre giovamento da cui abbiamo imparato circa il comunale, di collaborazione ed ideali prosocial che tracciano la letteratura aperta di scienza,„ dice Taylor circa lo studio.

“In generale, le donne tengono più ruoli importanti e partecipano più frequentemente alla ricerca scientifica nella scienza aperta che la letteratura della riproducibilità. Questo lavoro suggerisce che le norme prosocial nel movimento aperto di scienza incoraggino la maggiori diversità ed inclusione, che avvantaggia la conoscenza scientifica.„

Questo studio interseca con gli interessi di Taylor in quanto cerca di capire come la ricerca pratica nella scienza - un dominio che può rinforzare il genere negativo e gli stereotipi razziali ed essere poco accogliente ai membri dai gruppi sottorappresentati - può promuovere una cultura più inclusa e più di collaborazione.

Taylor crede che i risultati di studio “dovrebbero incoraggiare i ricercatori attraverso le discipline scientifiche ad adottare le pratiche comunali e prosocial del movimento aperto di scienza alla critica costruttiva del dente cilindrico, al rigore ed all'innovazione mentre promuovendo le norme che ambienti scientifici adottivi che stanno più accoglienza e bene per tutti.„

Source:
Journal reference:

Murphy, M. C., et al. (2020) Open science, communal culture, and women’s participation in the movement to improve science. Proceedings of the National Academy of Sciences. doi.org/10.1073/pnas.1921320117.