Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Resistenza del glucagone: Un nuovo concetto biologico nella lotta contro diabete

I ricercatori dall'università di Copenhaghen stanno introducendo un nuovo concetto biologico nella lotta contro il diabete: resistenza del glucagone. La resistenza del glucagone o la sensibilità in diminuzione al glucagone dell'ormone aumenta il rischio di diabete di tipo 2. La nuova ricerca indica che la resistenza del glucagone è particolarmente pronunciata nella gente con fegato grasso e questo può essere il tasto a capire il collegamento fra fegato grasso ed il diabete.

Fino a uno in quattro danesi ha una capitalizzazione non sana di grasso nel fegato, anche conosciuta come fegato grasso. Il fegato grasso è raramente la causa dei sintomi in sé, ma la gente con fegato grasso ha un rischio aumentato di sviluppare il diabete. Esattamente come le due malattie sono collegate, tuttavia, finora è stato sconosciuto.

Ora, un nuovo studio dalla facoltà di salubrità e le scienze mediche all'università di Copenhaghen indica che la gente con fegato grasso ha ridotto la sensibilità a glucagone quale aumenta la secrezione del glucagone e piombo agli importi aumentati di glucagone nel sangue. Lo stesso è veduto in pazienti con il diabete di tipo 2, la vasta maggioranza di cui ha aumentato il grasso nel fegato.

La sensibilità diminuita del glucagone significa che la secrezione di glucagone è aumentata via un cosiddetto sistema di feedback fra il fegato ed il pancreas. Un livello elevato di glucagone è indesiderabile poichè aumenta la produzione di zucchero nel fegato e così crea un'alta glicemia.„

Nicolai J. Wewer Albrechtsen, assistente universitario al centro di Novo Nordisk per ricerca della proteina ed al residente al dipartimento di biochimica clinica, Rigshospitalet

Con lo studio, i ricercatori stanno introducendo un assolutamente nuovo concetto all'interno del campo del diabete: resistenza del glucagone. Credono che il concetto sia così fondamentale alla comprensione del diabete che non dovrebbe essere limitato ai laboratori ed agli ambienti della ricerca.

“La resistenza del glucagone è un assolutamente nuovo concetto biologico che comprenderemo in futuro l'insegnamento degli studenti di medicina, appena come facciamo oggi con insulino-resistenza„, diciamo Nicolai J. Wewer Albrechtsen.

Nuovo trattamento potenziale

La sensibilità in diminuzione del glucagone può contribuire a spiegare la connessione fra fegato grasso e diabete di tipo 2. E con conoscenza nuova vengono le nuove opportunità. Se potete individuare la sensibilità in diminuzione del glucagone, potete iniziare più presto il trattamento. Quel modo, potete fermare il livello del glucagone e così lo zucchero di sangue dal funzionare selvaggio.

“Il nostro studio indica un nuovo biomarcatore (l'indice analitico dell'glucagone-alanina) che può essere utile nell'identificazione delle persone con la sensibilità alterata del glucagone. Se possiamo individuare la resistenza del glucagone da un'analisi del sangue, possiamo iniziare presto il trattamento ed impedire così lo sviluppo del diabete di tipo 2, dice lo studente di PhD al centro delle fondamenta di Novo Nordisk per la ricerca della proteina ed il dipartimento delle scienze biomediche, Marie Winther-Sørensen.

Il trattamento consiste soprattutto da perdita di peso, che limiterà la quantità di grasso nel fegato, ma può anche includere le droghe che vanno dentro ed inibiscono il glucagone dell'ormone.

“Sappiamo che l'industria farmaceutica ha cominciato appena facendo uso del nostro indicatore per la sensibilità del glucagone negli studi dove i nuovi trattamenti sono provati. Il nostro studio ha il potenziale di dimostrare la resistenza del glucagone in fegato grasso basato su un'analisi del sangue semplice e dobbiamo ora studiare questo in un cosiddetto esperimento di lotteria„, diciamo Marie Winther-Sørensen.

Source:
Journal reference:

Winther-Sørensen, M., et al. (2020) Glucagon acutely regulates hepatic amino acid catabolism and the effect may be disturbed by steatosis. Molecular Metabolism. doi.org/10.1016/j.molmet.2020.101080.